Go to Top

Casertana – Taranto | Match Program

Altra classica per il Taranto, che dopo lo 0-0 interno con il Siracusa cercherà di conquistare altri punti salvezza rendendo visita alla Casertana, reduce da un importante successo esterno sul campo della Paganese. Una tradizione fatta dai tanti precedenti (34), quasi tutti in C e sporadicamente in B e in D, legata al lieto fine della lunga estate post serie C 1968-69: la Casertana vinse il campionato con due punti di vantaggio sul Taranto, ma venne declassata al 2° posto a causa di un illecito sportivo, dimostrato dall’allora presidente ionico Michele Di Maggio, circostanza che spalancò le porte della cadetteria al Taranto. Nello scorso torneo la Casertana ha terminato al 4° posto con 63 punti (con 2 punti di penalizzazione) la stagione regolare, guadagnandosi la qualificazione ai play off per la serie B: un’avventura terminata subito, per opera del Pordenone, vittorioso nel turno preliminare a partita unica per 1-0. Quarta per rendimento interno come il Lecce, la Casertana al “Pinto” ha ottenuto 11 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte, segnando 32 reti contro le 13 subite. Quest’anno l’esordio in campionato è stato rovinato dal Monopoli, capace di conquistare l’intera posta in palio vincendo per 1-0 il confronto della 2ª giornata. L’ultima vittoria casalinga della Casertana in campionato risale al 4-2 rifilato alla Paganese nell’ultima giornata dello scorso torneo, mentre l’ultimo pareggio è da ascrivere all’1-1 registrato contro la Juve Stabia nella 5ª di ritorno del 14 febbraio scorso.

Per il Taranto la storia in trasferta di questo campionato è cominciata nel migliore dei modi, grazie alla vittoria ottenuta con un bel gol di Bollino in casa del Cosenza, in quella che è stata anche l’ultima affermazione esterna in campionato. L’ultimo pareggio lontano da casa in un campionato è stato l’1-1 con il Francavilla in Sinni della 34ª giornata dell’ultima D, mentre in C la ‘X’ esterna manca dal 2-2 di Pisa (Perez e Favasuli su rigore per i locali, doppio Girardi per il Taranto). L’ultima sconfitta esterna in campionato è stata quella del 24 gennaio, alla 21ª dello scorso torneo di D, 1-2 in casa della Virtus Francavilla; l’ultimo stop in trasferta in C alla 10ª del torneo 2011-12: 1-2 a Benevento, con le reti di Guazzo per il Taranto e La Camera (doppietta, il secondo su rigore) per il Benevento. L’ultima sconfitta in assoluto è stata quella patita in extremis a Fondi, il 24 agosto in Coppa Italia di categoria: 1-2 il risultato finale.

CURIOSITÀ

Sfida avarissima di gol e molto equilibrata in generale, ma con qualche eccezione, soprattutto al Pinto e sempre a favore dei falchetti campani. I precedenti totali sono 34, con un bilancio favorevole ai rossoblù ionici, che hanno ottenuto 16 vittorie, 11 pareggi e 7 sconfitte, segnando 31 reti contro le 21 subite. Disco quasi rosso in riva allo Jonio per i casertani, che in 17 viaggi hanno rimediato 12 sconfitte e 5 pareggi senza mai riuscire a vincere, subendo 18 reti contro l’unica realizzata nel 1° incontro della stagione 1950-51: da allora più nessun casertano è riuscito a segnare a Taranto. Leggermente diversa la situazione al “Pinto”, dove i falchetti sono in vantaggio grazie a 7 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte, con 20 gol fatti e 13 subiti. Delle 4 vittorie esterne del Taranto 3 sono state di misura (1-2 nel 66-67 e nell’82-83, 0-1 nel 85-86) e una più larga (0-2 nel 1994-95). I 6 pareggi, invece, sono stati quattro volte a reti bianche e due 1-1, mentre delle 7 sconfitte 4 sono state subite di misura (1-2 nel 50-51 e 51-52, 0-1 nel 63-64 e 96-97) e 3 con almeno due reti di scarto (0-3 nell’89-90 e 91-92, 2-4 nel 65-66). Il cannoniere-principe delle sfide è una (recentissima) vecchia conoscenza del Taranto, l’ex mister Salvatore Campilongo, che guida con 4 reti frutto di due doppiette nelle due sfide conclusesi per 3-0 a favore dei falchetti in Campania. Dietro di lui una pletora di calciatori delle due squadre fermi a quota 2 marcature: Gè, Dal Monte e Cavazzoni (doppietta) per la Casertana, Marangi, Oreste, Beretti, Colautti, Caputo Pietro e Cipriani per il Taranto. Tra le altre curiosità, Marangi e Caputo P. del Taranto hanno segnato le loro due reti su rigore, mentre Colautti ha segnato due gol con gli ionici e realizzato un autogol a favore della Casertana nell’1-1 del torneo di B 1970-71. L’ultimo successo esterno rossoblù a Caserta risale al vittorioso torneo di serie D 1994-95, 2-0 grazie alle reti di Aruta e Cipriani, l’ultimo pari è stato lo 0-0 del campionato di serie C 1985-86, con il Taranto promosso in serie B, mentre l’ultima sconfitta risale all’ultimo confronto in terra campana perso per 0-1 all’11ª giornata dell’infausto campionato 1996-97: il gol-vittoria venne siglato dal campano Moretti, lo stesso calciatore che nelle fila dell’Avellino realizzò la rete che consentì ai biancoverdi di eliminare il Taranto nella semifinale play off del torneo 2006-07. Menzione speciale per l’attaccante Gè, l’unico calciatore campano che è stato in grado di realizzare un gol a Taranto ben 65 anni fa.

CLICCA QUI per scaricare il Match Program completo realizzato da Tonino Palese e Fabio Guarini.