Go to Top

I tre punti di vista: 4^ giornata

Casertana – Taranto

di Angelo Briganti alias “Lambrugo” – Coordinamento Tifosi Tarantini Fuorisede “Danilo Fato”

1) Chi conosce la materia sapeva delle insidie della gara di domenica scorsa contro il Siracusa. Ma é anche preparato alla gestione dei risultati e delle prestazioni che, al momento, trovo normale essere a corrente alternata se vieni ripescato (quasi) inaspettatamente e sei obbligato a creare una compagine in pochissimo tempo.
Risultati e prestazioni, al momento, buoni entrambi. Considerando che siamo ancora (ovviamente) un buon gruppo di lavoro, alla ricerca di una quadratura che possa dare un’impronta importante al proseguo del campionato.
Le impressioni sono positive, la classe è sana, la Preside è decisamente all’altezza, il maestro è buono e i ragazzi lo seguono.
Trovo inutili e noiosi accenni di giudizi tecnici definitivi. Al momento è tutto istinto, entusiasmo, novità, magia, alchimie tattiche , affinchè si arrivi, quanto prima, ad un’idea di squadra. Ci vorranno, quindi, almeno un paio di mesi perché un giudizio possa prendere forma. All’ambiente , cioè a tutti noi, toccherà l’intelligente compito di accompagnare ed accarezzare i ragazzi verso una lenta ma necessaria maturità tattica, affinché un gruppo sano come il nostro diventi squadra. La salvezza sarà agevolata da questo importante concetto.

2) L’avversario: la Casertana storicamente rievoca momenti esaltanti. In particolare un’atipica promozione in B (anno 1969) ed una salvezza rocambolesca ,sempre in B (anno 1992). Viceversa, per loro il Taranto é ufficialmente ” la bestia nera”.
Quest’anno anche i falchetti rossoblù,, come molte compagini del girone C, fanno parte di quelle squadre ancora tutte da decifrare. Sicuramente anche loro lotteranno per evitare di stazionare a lungo nella parte destra della classifica, come il Taranto del resto. L’inaspettata e fortunata vittoria di Pagani ha ridato tranquillità, ossigeno e punti ad un ambiente che cominciava a dare segni di sofferenza.

3) Il modulo: Tedesco nelle gare precedenti (ma anche nel precampionato), ha adottato un 4-3-3 ispirato a Campilongo essendo stato suo stretto collaboratore. Difficilmente lo cambierà contro di noi. Più facile ci sia qualche cambio di uomini ma non di schema.
A Pagani oltre al collaudato e revisionato Ginestra in porta, la linea di difesa era composta a destra da Finizio , giovane ma esperto esterno basso già incrociato quando militava nell’Ischia stellare; in mezzo Potenza, riciclato “stopper destro” dopo una vita sulle fasce, con accanto il continuo come rendimento Rainone (un quasi ex che avrebbe accettato Taranto anche in D dopo il gran campionato scorso in Campania) ed infine a sinistra il maturo Pezzella che causa infortunio sarà sostituito da Ramos. Difesa di buon livello e di categoria.
A centrocampo i vivaci interni De Marco (in particolare) e Giorno hanno fatto da contorno al fisico, geometrico ma lento Matute. Probabile contro il Taranto l’utilizzo dell’ex Rajcic .
In avanti il sempre incisivo e pericoloso trequartista Giannone che partiva da destra scambiandosi con l’ex Ciotola supportavano Orlando, l’eroe di Pagani; punta non fisica che ricorda nei movimenti Caputo dell’Entella al quale bisogna dedicare molta attenzione. Non escludo la presenza di Carlini, classica punta di categoria ,sempre molto insidiosa ed esperta al posto di Ciotola.
Buon Taranto a tutti,
Angelo Briganti


DISCLAIMER
Il sito fondazionetaras.it ospita alcune rubriche gestite da tifosi e/o associati i cui contenuti rappresentano il pensiero dei rispettivi autori e non quello dell’associazione che si esprime unicamente attraverso lo strumento dei Comunicati Ufficiali e/o articoli a firma diretta della Redazione.

L’A.P.S. “Fondazione Taras 706 a.C.” non si assume alcuna responsabilità sui contenuti pubblicati dagli autori delle rubriche. Inoltre, per evitare deprecabili situazioni (quali l’inserimento di foto pornografiche o oscene, l’inutilità di commenti volgari, offensivi e/o atti ad incitare la violenza) l’A.P.S. “Fondazione Taras 706 a.C.” si riserva il diritto di eliminare tutti quegli interventi che sono solo di insulto e di nessuna utilità al dibattito. L’autore rimane l’unico responsabile del contenuto dell’articolo pubblicato.

0 Responses to "I tre punti di vista: 4^ giornata"

  • Kristen
    26 settembre 2016 - 05:51

    I enjoy what you guys are up too. This kind of clever work
    and coverage! Keep up the awesome works guys I’ve added you guys to my own blogroll.

    Here is my blog post – Kristen http://bing.net