Go to Top

I tre punti di vista (e comunque… ne vulime de vuje…)

Con l’inizio del campionato ospitiamo con piacere una nuova rubrica, a cura di Angelo Briganti e del Coordinamento Tifosi Tarantini Fuorisede “Danilo Fato”. Ogni settimana verrà presentato l’avversario di turno. Buona lettura!

I TRE PUNTI DI VISTA (E COMUNQUE…NE VULIME DE VUJE…)

di Angelo Briganti alias “Lambrugo” – Coordinamento Tifosi Tarantini Fuorisede “Danilo Fato”

Finalmente C1 siamo! Il sorteggio ci ha riservato senza dubbio un inizio di campionato duro. Si parte subito contro una delle più serie candidate alla vittoria finale. Eppure sembrerebbe un paradosso ma meglio affrontarlo adesso il Matera che tra qualche settimana.
In questo momento, anche una squadra/cantiere come la nostra ha dei vantaggi a giocare contro una squadra con un’idea di gioco ben definita e con un allenatore, Auteri, che non ha certo bisogno di presentazioni.
I vantaggi non sono solo l’entusiasmo, la novità, il pubblico (previsto il tutto esaurito) o la follia delle ripescate. Sono soprattutto di ordine tecnico, tattico e atletico. Gente fisica e caratteriale come i calciatori azzurri può concedere qualcosa ai frizzanti ragazzi rossoblù soprattutto in un momento come questo dove il fisico risente dei carichi di lavoro.
Auteri è un maestro del 343 e ovviamente giocherà con questo modulo apprezzatissimo in passato. Soprattutto vincente.
Naturalmente anche lui ha dovuto modificare, rispetto ai tempi di Nocera, il DNA di uno schema che in Italia è il meno usato proprio a causa di una complicata applicazione sul campo. Se la difesa si piazzerà a 3 con uomini collaudatissimi (basti pensare a Mattera, Piccinni, Ingrosso, De Franco, Scognamillo….), è il centrocampo la intrigante parte con novità.
Non tanto per i due centrali Armellino e De Rose o Papini, quanto per i due esterni. Di Lorenzo ex centrale difensivo prestato alla fascia (calciatore in vetrina proprio per questa sua versatilità) e Casoli (ex esterno alto piazzato alla Bernardeschi). Sono molto incuriosito da questi due atipici esterni. Davanti un trio classico con Strambelli, Negro e Carretta che si contendono due maglie sui lati e il fisico ma mobile Infantino.
Insomma partita dura ma è nel catino dello Iacovone che dovremo costruire la salvezza, obiettivo primario di quest’anno.
Buona partita a tutti e… FORZA TARANTO OGNI SACROSANTO GIORNO!

Redazione

About

La redazione di fondazionetaras.it è formata da volontari, non professionisti, che si dedicano al progetto Fondazione Taras con passione, spirito di servizio, amore e la giusta dose di follia.

0 Responses to "I tre punti di vista (e comunque… ne vulime de vuje…)"

  • Giovanni
    27 agosto 2016 - 13:53

    Complimenti da Matera bel commento competente e preciso, ce ne fossero …

  • Rimini_rossoblu
    francesco
    27 agosto 2016 - 17:26

    Grazie Lambrugo,commento molto molto tecnico,spero che il mister,”peschi”dalla tua saggezza….FVCRB

  • Mimmo Lo coco
    27 agosto 2016 - 19:36

    Complimenti per l’articolo.

  • check it out
    7 settembre 2016 - 07:38

    I simply want to say I’m newbie to blogging and truly loved you’re web blog. Most likely I’m want to bookmark your blog . You surely come with very good stories. Regards for revealing your web page.