Go to Top

Tre punti terapeutici

Di Romanzini

La vittoria conquistata dal Taranto ieri sera è stata importantissima per due aspetti fondamentali. Anzitutto la classifica, che si irrobustisce di tre punti pesanti in previsione dei prossimi impegni difficili di campionato contro Foggia in trasferta e Catania in casa. Il due a zero consente poi a tutto l’ambiente di riconquistare quel briciolo di serenità perdutasi dopo l’incredibile e soprattutto ingenua sconfitta esterna di Caserta. Non è stato un Taranto troppo differente dalle ultime uscite.

La squadra ha saputo mostrare come sempre una ottima organizzazione difensiva poggiata su un Maurantonio bravo e sicuro e su un terzetto centrale guidato da uno Stendardo davvero eccellente e difficilissimo da superare. I problemi dalla mediana in su invece sono rimasti tali, perchè, nonostante la crescita di condizione di qualche elemento, il Taranto non ha mostrato ancora di sapere cosa deve fare in fase d’attacco. Non è un caso che il gol bellissimo di Bollino sia nato da una incursione sulla fascia destra di un De Giorgi bravissimo, che ha saputo sfruttare le sue doti di corsa e cross per pennellare al centro una palla velenosissima, trasformata in gol da un colpo di testa a regola d’arte di Bollino. Lo sfruttamento delle fasce, quello che dovrebbe essere uno dei punti di forza di una squadra schierata con il 3-5-2, con due punte pesanti davanti come Balistreri e Magnaghi, non viene ancora applicato a dovere, probabilmente per demerito di una mediana ancora poco propensa a far girare come si deve il pallone, soprattutto poco brava ad attaccare gli spazi in attacco e creare superiorità per scompaginare le organizzate difese avversarie. In mediana benino Bobb, ragazzo tecnicamente dotato che forse deve imparare a essere più cattivo e smaliziato, e benino anche Lo Sicco che ha fatto girare la palla di più nella ripresa dopo un primo tempo anonimo.

Meglio il Taranto visto nella ripresa, in cui si è visto qualche lancio lungo in meno e qualche fraseggio in più. La maggior tendenza a giocare il pallone ha recuperato al match un uomo come Bollino, che nel primo tempo è stato sistematicamente scavalcato dai lanci lunghi. Il siciliano nella seconda parte della gara è stato cercato di più e ha dato quel contributo di spinta, creatività e fantasia a lui richiesto. La vittoria è stata blindata da un rigore di Viola nel recupero, ma, prima del gol della sicurezza, troppa sofferenza ha creato ai tifosi una squadra abbassatasi verso la difesa e mostratasi poco propensa a giocare di rimessa. I segnali arrivati dalla panchina sono stati tutti in tal senso: il Taranto avrebbe dovuto serrare i ranghi, lottare su tutti i palloni e arrivare al triplice fischio indenne.

Le sostituzioni, dunque, sempre troppo scontate e mai davvero origine di una vera trasformazione della squadra. Mister Papagni ha lavorato benissimo sulla fase difensiva, impostata al meglio, e si vede. Molto meno bene il lavoro sino ad oggi sulla fase cosiddetta di possesso palla, soprattutto quando si chiede al Taranto di recuperare o di chiudere un match. In panchina il Taranto ha elementi in grado di far compiere il cambio di passo in corsa alla partita, ma stranamente le sostituzioni non vedono mai come protagonisti giocatori contropiedisti bravi a ribaltare l’azione di gioco come Potenza, schierato poco, o Cedric che invece non abbiamo visto quasi mai.

La differenza tra un giudizio positivo o negativo su una gara la fanno gli episodi, e ieri sera, nel giro di qualche minuto, nel finale, siamo passati da un possibile gol subito (punizione dal limite pericolosissima sprecata dall’Andria al 91′) al gol della vittoria (94′ rigore di Viola). Se il Taranto avesse subito l’1-1 i giudizi sarebbero stati probabilmente impietosi, ma per fortuna tutto è andato bene, e il gol del 2-0 ha certificato una vittoria importante e reso contenti tutti. Ma ciò che ha originato il secondo gol, il contropiede di un positivissimo e velocissimo Balzano (ragazzo che andrebbe sfruttato di più, magari come mezzala, che è il suo ruolo) ha dimostrato senza dubbio che se fosse entrato prima un contropiedista al posto di qualche compagno in difficoltà, probabilmente il risultato sarebbe stato più largo e la sofferenza sugli spalti molto ma molto più limitata.

Mister Papagni ha dichiarato in conferenza stampa che ha ancora insufficiente conoscenza di tutta la rosa a sua disposizione, parole sue. La possibilità di lavorarci su in questa settimana finalmente normale, dopo un tour de force incredibile di tre gare in sette giorni, deve consentire al mister di approfondire il lavoro e la conoscenza di alcuni elementi della rosa sinora poco adoperati (penso a Cedric, ma anche a Paolucci) e di  arrivare al derby di Foggia in condizioni fisiche e tecniche migliori, per giocarsi la partita sereni, ma anche consapevoli di poter far male all’avversario che hai di fronte in qualsiasi momento, magari imparando a saper essere maggiormente imprevedibili tatticamente.


DISCLAIMER
Il sito fondazionetaras.it ospita alcune rubriche gestite da tifosi e/o associati i cui contenuti rappresentano il pensiero dei rispettivi autori e non quello dell’associazione che si esprime unicamente attraverso lo strumento dei Comunicati Ufficiali e/o articoli a firma diretta della Redazione.

L’A.P.S. “Fondazione Taras 706 a.C.” non si assume alcuna responsabilità sui contenuti pubblicati dagli autori delle rubriche. Inoltre, per evitare deprecabili situazioni (quali l’inserimento di foto pornografiche o oscene, l’inutilità di commenti volgari, offensivi e/o atti ad incitare la violenza) l’A.P.S. “Fondazione Taras 706 a.C.” si riserva il diritto di eliminare tutti quegli interventi che sono solo di insulto e di nessuna utilità al dibattito. L’autore rimane l’unico responsabile del contenuto dell’articolo pubblicato.

Admin

About

La redazione di fondazionetaras.it è formata da volontari, non professionisti, che si dedicano al progetto Fondazione Taras con passione, spirito di servizio, amore e la giusta dose di follia.

0 Responses to "Tre punti terapeutici"

  • 增达信购
    21 Settembre 2016 - 11:37

    我对你博客的爱,你永远不会明白!

  • corburt erilio
    23 Settembre 2016 - 19:29

    you’re actually a just right webmaster. The site loading pace is incredible. It sort of feels that you are doing any unique trick. Moreover, The contents are masterwork. you’ve done a wonderful task on this topic!

  • homeowners insurance rates by ZIP CODE
    24 Settembre 2016 - 23:41

    Hiya! Quick question that’s totally off topic. Do you know how to make your site mobile friendly? My weblog looks weird when browsing from my iphone4. I’m trying to find a template or plugin that might be able to resolve this problem. If you have any recommendations, please share. Many thanks!

  • tie
    25 Settembre 2016 - 14:03

    Good write-up, I am normal visitor of one?¦s blog, maintain up the excellent operate, and It’s going to be a regular visitor for a lengthy time.

  • click here to watch
    25 Settembre 2016 - 16:51

    Wow, wonderful weblog structure! How lengthy have you ever been blogging for? you make running a blog glance easy. The whole glance of your web site is wonderful, as well as the content!

  • lowest home and auto insurance rates
    25 Settembre 2016 - 20:47

    Thank you, I have just been looking for info approximately this topic for ages and yours is the greatest I’ve discovered so far. However, what about the bottom line? Are you positive about the supply?

  • elephant auto insurance company
    26 Settembre 2016 - 00:30

    I have been exploring for a little bit for any high-quality articles or blog posts in this kind of area . Exploring in Yahoo I at last stumbled upon this site. Studying this information So i am satisfied to show that I’ve an incredibly just right uncanny feeling I found out exactly what I needed. I such a lot indisputably will make sure to don’t disregard this site and provides it a look on a constant basis.

  • necktie
    26 Settembre 2016 - 11:06

    Thank you for any other informative website. The place else could I get that kind of information written in such a perfect manner? I’ve a venture that I’m just now running on, and I’ve been on the glance out for such information.