Go to Top

Aggressione a Sebastio: ancora una volta, serve chiarezza

La Fondazione Taras ha appreso dalla stampa, e in particolar modo dall’editoriale di Studio 100, dell’aggressione subita dal giornalista dell’emittente, Gianni Sebastio, a margine dell’amichevole Fermana-Taranto. Esprimiamo piena solidarietà a Gianni per quanto accaduto.

Prendiamo atto anche della nota di precisazione del Taranto, che afferma che i fatti non si sono svolti nel modo descritto dall’emittente televisiva, e che nessuno dei suoi dirigenti e collaboratori è coinvolto.

Ad ogni buon conto, entrambe le fonti confermano sostanzialmente che qualcosa è effettivamente accaduto. Pertanto, è necessario che la società fornisca una descrizione della vicenda, in modo da chiarire ogni dubbio sulla questione.

Superfluo ribadirlo, il confronto fra società e stampa deve mantenersi nel recinto del rispetto reciproco e delle norme del vivere civile.

Per questi motivi, la Fondazione Taras chiede al presidente del Taranto FC 1927 di verificare l’accaduto e fare pubblicamente chiarezza al riguardo, prendendo i provvedimenti necessari verso chiunque abbia commesso fatti di rilevanza giudiziaria, al fine di tutelare l’immagine del club e dell’intera città.