Go to Top

Match Program | 12ª – Sporting Fulgor Molfetta-Taranto

Clicca qui per scaricare il match program realizzato da Tonino Palese con la collaborazione di Fabio Guarini

▬▬▬

PREVIEW

Un Taranto rigenerato e voglioso andrà a caccia del sesto successo di fila, per stabilire il record di vittorie consecutive in D. I 15 punti nelle ultime 5 rappresentano già la miglior striscia della storia rossoblù in questa categoria: Cazzarò ha eguagliato il Taranto di Busetta del 1998-99 (dalla 22ª alla 27ª) e quello di Carrano del 1999-00 (2ª-6ª). Solo tre allenatori ionici, e mai in D, sono riusciti a vincerne 6 di fila: Aldo Papagni nel 2005-06 in C/2 (21ª-26ª), il “mitico” Raffaele Costantino nel 1951-52 in C (19ª-24ª) e Dario Gaj nel 1940-41 in C (21ª-26ª). L’avversario di giornata, lo Sporting Fulgor Molfetta, è in cerca di riscatto: in settimana ha ingaggiato il nuovo mister, l’ex di turno Fabio Prosperi, per invertire la tendenza dopo 5 sconfitte nelle ultime 8. Tredicesimo posto per i biancorossi, in zona playout con 9 punti frutto di 2 successi, 3 pari e 6 ko, con 12 gol fatti e 24 subiti. Solo un successo interno per lo Sporting Fulgor, ovvero il 3-2 sulla Frattese del 29 ottobre (9ª giornata) ed un pari, il 2-2 col Polignano (3ª): tra i 3 ko casalinghi, il più recente è stato l’1-2 del 15 ottobre in favore del Gravina (7ª).

Sesta trasferta stagionale per il Taranto, reduce dai successi esterni di Gravina e Francavilla in Sinni, che hanno fermato a 3 la striscia di ko consecutivi in trasferta. Solo 4 i gol realizzati dai rossoblù lontano dallo “Iacovone”, di cui 3 negli ultimi due vittoriosi viaggi: la serie di tre successi in fila fuoricasa manca, in D, dal 1999-00 (2-1 a Ferrandina, 3-1 a Bojano, 3-0 a Manfredonia). In assoluto, sono 11 stagioni che manca il tris esterno di vittorie consecutive, ovvero dal 2006-07: fu il Taranto di Papagni, in C/1, a imporsi a Terni (2-1), Giulianova (2-0) e Martina (2-0) fra la 25ª e la 29ª giornata. Come detto i rossoblù sono reduci dall’1-0 sul Gravina (10ª) nell’ultima lontano da casa: il pari esterno manca dall’8 maggio 2016, 1-1 a Francavilla in Sinni (34ª di D 2015-16), mentre il ko dallo 0-3 di Volla contro il Pomigliano (6ª).

I PRECEDENTI IN CAMPIONATO

Sono ben 24 i precedenti tra il Taranto e il Molfetta, con bilancio nettamente favorevole agli ionici: 15 vittorie, 6 pari e 3 ko, con 51 gol fatti e 15 subiti. L’attuale Sporting Fulgor raccoglie l’eredità della Molfetta Sportiva 1917, avversaria di quel Taranto degli albori, appena nato dalla fusione tra Audace e Pro Italia: questa sfida, una “classica” dell’epoca, manca da ben 64 anni, e si è ripetuta per 20 dei 24 incontri totali fra il 1928-29 e il 1942-43. Mai una vittoria per i biancorossi a Taranto in 12 occasioni, con 8 vittorie rossoblù e 4 pari, 36 reti realizzate dai locali e 6 dagli ospiti: successi spesso roboanti, fra cui un 7-0, un 6-0, oltre a due 4-0 e un 4-1, che testimoniano un calcio d’altri tempi. Anche a Molfetta il bilancio arride ai tarantini, con 7 affermazioni, 2 pari e 3 ko, con 15 reti a 9 in favore degli ionici. I cannonieri-principe della sfida sono entrambi del Taranto, a quota 9 reti: Martino Castellano (una doppietta) e Luigi Molinari (due triplette e una doppietta). Tra gli altri cannonieri della sfida, alcuni nomi illustri come Cornara (4, una doppietta), Monti (3, due rigori), Benet, Parisi e Rebollino (2, tutti e tre su doppietta), poi ancora Montaldo, De Lorenzo, Pellarin, Scagliarini, Cioni, Colaussi I, Penza, Bellucco e Tortul: quest’ultimo, zio di Fabio Capello e, forse, il più forte bomber di sempre del Taranto, è stato l’autore della rete vincente nell’ultimo incrocio con i molfettesi (1952-53). Il miglior marcatore sparlotto della sfida è Zito, autore di due reti negli incontri del 1932-33. Detto dell’ultimo successo rossoblù a Molfetta firmato Tortul, il pari ionico in casa dei biancorossi manca dallo 0-0 del 1951-52, mentre l’ultimo ko risale all’1-2 del 1941-42 (Casarini e De Ceglie per i locali, Jachsetich per gli ospiti).

, , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>