Go to Top

Per una campagna abbonamenti a misura di tifoso

La nuova stagione è alle porte e le operazioni di calciomercato messe a segno dal Taranto sembrano tracciare il profilo di una squadra tra le più accreditate al salto di categoria. Questo è il momento giusto per lanciare una campagna abbonamenti in grado di riavvicinare il più ampio pubblico possibile alla nostra squadra del cuore.

La Fondazione Taras ha sempre stimolato negli anni i dirigenti rossoblù a ideare soluzioni attente alle esigenze delle diverse categorie di tifosi, anche in sede di Consiglio di Amministrazione del Taranto F.C. 1927.

Non facendo più parte, in questa fase, di tale organo, il supporters’ trust  rossoblù vuole quindi invitare pubblicamente il presidente Giove a lanciare una campagna abbonamenti con prezzi popolari, cui vengano allineati anche quelli dei singoli tagliandi.

L’obiettivo di riempire gli spalti si può e si deve raggiungere, studiando soluzioni adeguate per ciascuna situazione, come ad esempio: ingresso gratuito per i bambini fino a 10 anni e disabili; prezzi fortemente ridotti per ragazzi, donne e studenti universitari; soluzioni ad hoc per i fuori sede, quali i mini abbonamenti; agevolazioni per gli over 65; soluzioni integrate per le famiglie, con possibilità di rateizzazione dei pagamenti.

L’attuale socio di maggioranza si è mostrato sensibile alle esigenze della piazza nel recente passato (ad esempio abbassando il prezzo dei tagliandi nel finale della scorsa stagione); siamo certi che accoglierà anche questa richiesta, avanzata più volte e a gran voce dalla tifoseria.

Taranto deve stringersi intorno alla propria squadra, costruendo ogni domenica uno “Iacovone” rumoroso e colorato!

0 Responses to "Per una campagna abbonamenti a misura di tifoso"

  • Luigi Ciullo
    6 luglio 2018 - 15:33

    Una vendita degli abbonamenti e dei tagliandi non sarebbe una “perdita” per la societa’ ma un investimento, in quanto aumenterebbero le presenze e quindi le emissioni dei prodotti offerti. Vedremmo una presenza maggiore sugli spalti di tifosi con rispettive famiglie: uno degli obbiettivi. Forza Taranto.

  • Elco51
    Vincenzo
    6 luglio 2018 - 15:57

    Ho letto sul guest critiche alla vostra proposta solo perché indirizzata ad agevolare le donne o gli OVER 65, che a dire del criticone di turno avrebbero tutti pensioni d’oro. A parte che questi ultimi per il solo fatto che alla loro età avanzata lasciando a casa i malanni e portandosi ancora allo stadio trascinati dalla loro ormai ultra decennale passione, andrebbero premiati a prescindere. E perché poi un ragazzino sotto i dieci anni non può essere anche lui ricco, oppure uno studente universitario, non può navigare nell’oro. Il fatto è che a Taranto si guarda sempre con invidia il prossimo e si gode ormai solo ed esclusivamente delle dosgrazie altrui.

  • Stefano
    13 luglio 2018 - 20:37

    Mi sembra che nella passata stagione la società non abbia remato contro i tifosi, mi riferisco soprattutto alla presidenza Giove che ha premuto su eventi partecipati a prezzi simbolici…. Questo è stato il mio sentore, in linea generale, e comunque è importantissimo avvicinare i bambini…perchè senza fidelizzare i nuovi sportivi e tifosi delle generazioni che cresciamo, si perde il contatto con il calcio vero, quello giocato…allo Iacovone… ormai esiste solo lo sport sulle TV a pagamento!
    Poi il presidente ha tutti gli interessi a portare tifosi in massa allo stadio, sia per una questione di introiti sia per evidenziare all’esterno la potenzialità della “piazza” Taranto. Io riconfermerò l’abbonamento. Stefano. SFT