Go to Top

Match program | Finale playoff • Cavese-Taranto

Clicca QUI per scaricare il match program realizzato da Tonino Palese con la collaborazione di Fabio Guarini

▬▬▬

PREVIEW

Superato brillantemente il Team Altamura in trasferta, il Taranto di Cazzarò si giocherà la finale playoff laddove non ha mai vinto, contro un avversario forte e ostico: al “Simonetta Lamberti” ci vorrà un’impresa contro la Cavese di mister Dino Bitetto, vecchia gloria aquilotta, capace di raggiungere quota 76 punti in classifica in regular season, a -5 dal Potenza promosso direttamente in C. Un punteggio che sarebbe bastato in altri 4 gironi a vincere il campionato: questo a certificare la qualità dei blufoncé, che hanno vinto 24 incontri su 34 (4 pari e 6 ko), con 68 gol fatti (2° attacco del girone e 10° di tutta la D) e 31 subiti (2ª difesa dell’H, 20ª della categoria). Rendimento perfettamente in equilibrio tra casa e trasferta: i 38 punti tra le mura amiche sono frutto di 12 vittorie e 2 pari (3 le sconfitte), 30-10 reti. Al “Lamberti” l’ultimo successo è giunto in semifinale playoff con A. Cerignola (1-0), l’ultimo pari è stato lo 0-0 alla 34ª con la Frattese, l’ultimo stop l’1-2 ancora con A. Cerignola alla 23ª: da quella sconfitta, post season compresa, 5 successi interni e 1 pari, con 12 gol fatti e 3 subiti. Terza partecipazione ai playoff di D per la Cavese, che nelle quattro gare disputate in questa coda ha ottenuto 2 vittorie, 1 pari, 1 sconfitta, realizzando 6 gol e subendone 5: nella scorsa stagione, dopo uno 0-0 nei 120′ contro l’Igea Virtus, i campani si arresero al Rende, vittorioso per 2-1 e poi ripescato in serie C; nell’edizione del 2015-16, invece, la Cavese vinse i playoff di girone, imponendosi sulla Reggina (2-1) e sul campo della Frattese (3-2), ma non venne ripescata (al contrario del Taranto, pur perdente in semifinale nell’H con U. Fondi) per problemi legati all’impianto di gioco.

Anche nei playoff di questa categoria la tradizione del Taranto è complessivamente negativa: nel 2013-14 i rossoblù persero al 3° turno in casa contro l’Arezzo (0-1), dopo aver eliminato Real Marcianise e Monopoli; nel 2014-15, dopo aver superato il Rende e il Potenza in casa e la Viterbese a domicilio ai calci di rigore, fu il Sestri Levante nella semifinale playoff nazionale ad avere la meglio (3-1 ); nel 2015-16 il Taranto venne eliminato dall’Unicusano Fondi nella semifinale di girone, ma nonostante ciò fu ripescato in Lega Pro. Quest’anno si riparte dal 2-0 maturato al “Tonino D’Angelo” per centrare quello che sarebbe, comunque, il terzo successo nei playoff di girone, dopo quelli del 2013-14 e 2014-15: stagioni, quelle, in cui il cammino continuava però con una complicata fase nazionale oggi abolita.

Discreto il rendimento esterno dei rossoblù in regular season, ma insufficiente se paragonato a quello delle altre concorrenti alla promozione: 1,47 la media, con 25 punti guadagnati su 51, 7 vittorie, 4 pari, 6 sconfitte, 23 gol fatti e altrettanti subiti. Lontano dalle mura amiche, la Cavese ha raccolto 38 punti (2,24 di media), il Potenza e il Team Altamura 36 (2,12), l’Audace Cerignola 29 (1,71): è abbastanza chiaro che il ruolino “normale” nelle gare esterne sia stato il motivo della mancata lotta al primato per il Taranto. Fuori casa, l’ultimo successo rossoblù è stato il 2-0 al “D’Angelo” sul Team Altamura in semifinale playoff, l’ultimo pareggio l’1-1 agguantato in inferiorità numerica a Nardò (26ª), l’ultimo ko l’1-3 valso al Potenza la matematica promozione in C (33ª). Capitolo playoff di D: in due trasferte, entrambe nel 2014-15, un pari e un ko (2-4 reti) in virtù dell’11 a Viterbo, tramutato in vittoria dopo i rigori, e dell’1-3 a Sestri Levante contro i locali.

I PRECEDENTI IN CAMPIONATO

Capitolo numero 21 della sfida tra Cavese e Taranto, storicamente ostica per i rossoblù: 9 successi a 5 per i blufoncé, con 5 pareggi, e 22 reti a 13. Dal computo viene escluso il settimo incontro in campionato tra le compagini, terminato con una sconfitta a tavolino per entrambe (0-3, nel 2004-05) a causa degli incidenti tra le tifoserie allo “Iacovone”. Sfida in cui il fattore campo ha sempre contato molto, con la Cavese vincente a Taranto in una sola occasione e gli ionici mai corsari al “Lamberti”: allo “Iacovone” 5 successi per i locali (3 pari, 1 ko) con 10 reti a 6, in terra campana 8 affermazioni degli aquilotti (2 pareggi) con 16 gol a 3. Sei precedenti in D, con un 3/3 per la Cavese in casa, 2 vittorie interne per il Taranto e un pari, 5 gol a 4 per i campani.

Quattro i top scorer della sfida, due per parte: Ancora e Spader per il Taranto, Tarantino (ironia della sorte) e Bernardo per la Cavese, tutti a quota 2 reti. I due ionici sono andati a segno con una doppietta: il primo nell’ultimo precedente, vinto allo “Iacovone”, il secondo in un combattuto ed indimenticabile 2-2 al “Lamberti” nel 2000-01. Il terzo e ultimo gol segnato in terra metelliana dal Taranto porta la firma del doppio ex Di Deo (1-1 nel 2010-11): da allora due sconfitte consecutive in Campania, entrambe per 1-0, con le reti di Ausiello (2014-15) e Fella (in questa stagione).

, , , , , , , , , , , , , ,