Go to Top

Match Program | 21ª – Taranto-Audace Cerignola

Clicca qui per scaricare il match program, realizzato da Tonino Palese con la collaborazione di Fabio Guarini

▬▬▬

PREVIEW

Continua la marcia degli uomini di mister Cazzarò, giunti alla quarta vittoria consecutiva con il blitz dello “Squitieri” (3-2 sulla Sarnese): una gara al cardiopalma, risolta da tre palle inattive tramutate in gol da D’Agostino. La striscia di 17 gare (11 successi) del trainer ionico vale 2,06 punti di media a partita: è la 7ª prestazione assoluta in D per il Taranto, la 3ª personale su 4 per Cazzarò, che si avvicina ai 2,43 del 2014-15 e ai 2,15 del 2015-16 “bis”. Il Potenza resta sì lontano ancora 11 punti, come la Cavese seconda 7, ma il gap dalla terza si è ridotto a 4 punti: il gradino più basso del podio è occupato proprio dall’avversario di giornata, l’Audace Cerignola di Grimaldi, reduce da due sconfitte consecutive. 42 punti per gli ofantini, a -7 dalla vetta, in virtù di 13 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte con 38 reti all’attivo e 21 al passivo: un buon bottino, arrotondato da un ruolino esterno di altissimo profilo, con 21 punti su 27 guadagnati (7 vittorie), due sole sconfitte, con 18 gol fatti e 10 subiti. In trasferta, le cicogne non vincono dall’1-0 di Gravina alla 16ª, e non perdono dall’ultimo viaggio, il 14 gennaio (2-1 Nardò alla 19ª). Nessun pari esterno: la ‘X’ lontano dal “Monterisi” manca dal 2-2 di Avetrana del 23 aprile 2017, 30ª giornata dell’Eccellenza pugliese 2016-17.

Il Taranto ha conquistato 19 punti allo “Iacovone” in 9 gare, in virtù di 6 successi, 1 pari e 2 ko, con 14 gol fatti e 7 subiti. Serve qualcosa in più per avvicinare la vetta: Miale e compagni hanno l’occasione per riscattare il bruciante 0-2 dell’andata ed agguantare (quasi) proprio i gialloblù. Nell’ultima allo “Iacovone” è giunto un importante successo, 2-1 sul Team Altamura (19ª giornata), mentre il pari interno manca dallo 0-0 col Città di Gragnano (13ª) e il ko casalingo dall’1-2 della 16ª col Potenza.

I PRECEDENTI IN CAMPIONATO

Quattordicesimo confronto in campionato tra il Taranto e i gialloblù del Cerignola: bilancio globale favorevole ai rossoblù, che hanno vinto 6 volte, con 4 pareggi e 3 ko, 20 gol fatti, 14 subiti. Perfetta parità in terra dauna, con 2 successi, 3 pari e 2 sconfitte, 9 reti realizzate e 9 al passivo; tinte rossoblù più accese nei precedenti allo “Iacovone”, con un solo ko a fronte di un pareggio e 4 successi del Taranto, con 11 gol fatti e 5 subiti. L’affermazione ofantina a Taranto manca dalla 19 ª del 1993-94: 2-1 per le cicogne, reso ancor più amaro dai disordini scoppiati conseguentemente sugli spalti, costati 10 turni (ridotti poi a 6) di squalifica dello “Iacovone”. L’ultimo pari in terra ionica è stato il pirotecnico 3-3 della 38ª del 1997-98, l’ultimo successo interno del Taranto è il 4-0 della 17ª del 1999-2000. I cannonieri-principe della sfida sono i due rossoblù D’Isidoro e D’Antò, al comando con 3 reti, seguiti a quota 2 dagli ionici Castellano M., Svagelj e Caputo P., e dall’ofantino Acquaviva.

, , , , , ,