Go to Top

Match Program | Città di Fasano-Taranto (recupero)

Clicca  qui  per scaricare il match program in versione completa


PREVIEW

Continua il periodo poco felice per i rossoblù, reduci dallo stop di Nardò, in una gara interpretata benissimo nel primo tempo e ribaltata nell’esito da dieci minuti di blackout. Il Taranto è ora più lontano dalla vetta e, per la prima volta in stagione, fuori dai playoff: occorre fare bottino pieno a Fasano, nel recupero della gara sospesa a pochi minuti dalla fine del primo tempo per infortunio dell’arbitro Ancora di Roma 1, sul punteggio di 1-0 per gli ospiti. Biancoazzurri che non hanno terminato neanche l’incontro casalingo col Savoia di domenica scorsa, sospeso per nubifragio: nonostante le due gare in meno, il bottino è lusinghiero, con 15 punti che valgono il 10° posto (-5 dai playoff, +2 sui playout), frutto di 4 successi, 3 pari e altrettante sconfitte, score delle reti 16-16. Faso che ha vinto 2 gare in trasferta, a fronte di un pareggio e 3 ko, e che non ha mai perso in casa (2 successi, 2 X), dove l’ultimo successo è il prestigioso 2-1 sull’Audace Cerignola (10ª giornata), l’ultimo pari lo 0-0 col Francavilla (4ª), l’ultimo stop lo 0-2 col Casarano del 22 aprile (30ª di Eccellenza Puglia 2017-18) e, in assoluto, il 3-2 pro Taranto nei 32imi di coppa di categoria il 26 settembre.

Nonostante abbia mancato ancora l’appuntamento col successo, il Taranto, con 8 punti in 5 gare (2 vittorie, 2 pari, 1 ko), ha il 4° rendimento migliore della sua storia in categoria a pari merito con la stagione 2013-14, dietro ai rossoblù del 1999-00 e 2015-16 (10 punti) e del 2014-15 (9). Cade l’imbattibilità esterna col 2-1 per il Nardò (12ª giornata): lontano da casa, l’ultimo pari è stato il 2-2 con il Team Altamura (10ª) e l’ultimo successo l’1-0 sul Savoia (6ª).

I PRECEDENTI IN CAMPIONATO

Nono incrocio tra i rossoblù e il Fasano, unica squadra del girone che può vantare un bilancio favorevole nei precedenti col Taranto: in otto gare, due affermazioni per gli ionici contro le tre dei fasanesi, tre pari, con 13 gol a 11 per i biancazzurri. Lieve supremazia dei locali in terra ionica, con 2 vittorie, 1 pari, 1 ko (7-7 reti), col Faso imbattuto in casa in virtù di 2 successi e altrettante X (6-4 reti). Due delle otto gare sono state disputate in campo neutro: una a Castellaneta, per le imposizioni deliranti e illegali del primo cittadino di Taranto dell’epoca, e una a Brindisi, per motivi di ordine pubblico legati a incidenti precedenti tra le due tifoserie. L’ultimo pareggio al “Curlo” risale all’1-1 della 14ª giornata della D 1998-99, in assoluto la X in casa del Fasano manca dal successivo 1-1 della C/2 2000-01 a Brindisi. Il Taranto non si è mai imposto in casa dei fasanesi, mentre la più recente vittoria tra le mura amiche di questi ultimi risale al 2-1 del 1997-98 (26ª giornata). Due i capocannonieri della sfida, uno per parte: tre i gol siglati da Caputo e dal fasanese, ma doppio ex, Insanguine, con una doppietta per entrambi. A quota 2 seguono i biancazzurri Bitetto e Cappuccilli (due rigori per lui), tra gli altri a quota 1 Dossou e Di Nardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.