Go to Top

Preview | Taranto-Team Altamura

Rilanciato da due vittorie consecutive in trasferta, sui difficili campi campani di Aversa e Torre del Greco, il Taranto di mister Cazzarò ha la ghiotta opportunità di avvicinare una delle quattro battistrada, ovvero il Team Altamura, in uno scontro diretto che si preannuncia combattuto. La squadra di mister Ginestra è stata anche in vetta, nel periodo in cui ha inanellato 8 successi di fila, che per la statistica potrebbero diventare 10 qualora vincesse il re-match col Gravina (sospesa, 15ª giornata). 38 punti con 12 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte per i biancorossi, in rete 31 volte e con 17 gol al passivo (4° attacco e 5ª difesa del girone): un rendimento di tutto rispetto, addirittura eccellente lontano da casa, con 7 successi e 1 ko in 8 gare, 17 gol fatti e 11 subiti. L’ultimo blitz esterno per gli altamurani è giunto alla 16ª, di misura (1-0) a Canosa contro il fanalino SF Molfetta, l’ultimo pari risale alla 13ª di ritorno dello scorso torneo di Eccellenza pugliese, 2-2 sul campo dell’Unione Calcio Bisceglie il 26 marzo 2017. Team Altamura che non perde fuoricasa dal pesante rovescio di Potenza, 1-5 alla 5ª giornata.

Il Taranto ha raccolto in media 2 punti a partita in casa, ovvero 16 su 24 disponibili, in virtù di 5 successi, 1 pari e 2 ko (12 gol fatti, 6 subiti): un buon bilancio, ma d’ora in poi servirà correre per avvicinare la vetta. Miale e compagni sono chiamati a dar seguito ai 6 punti raccolti in due trasferte consecutive, rompendo il tabù casalingo, dove non si vince dal 4 novembre (3-0 alla Frattese, 12ª giornata) e non si pareggia dallo 0-0 col Città di Gragnano alla 14ª. Nell’ultima del 2017 allo “Iacovone” è giunta una sconfitta, ad opera del Potenza (1-2, 16° turno).

Tredici i precedenti tra le due squadre, con bilancio leggermente favorevole al Taranto, soprattutto grazie all’ottimo rendimento interno dei rossoblù contro i murgiani: 5 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte con 16 reti fatte e 11 subite. Taranto mai vittorioso ad Altamura (3 pari, 4 ko, 5 gol fatti, 9 subiti) ma mai battuto allo “Iacovone”, con 5 vittorie e 1 pari, 11 reti all’attivo e 2 al passivo. L’ultima vittoria risale quindi alla 6ª di andata della D 1999-2000 (2-1), l’ultimo pari a Taranto alla 17ª di D 1998-99 (0-0).

Il miglior marcatore della contesa è il rossoblù Sossio Aruta con 4 reti, tutte firmate nel rotondo 5-0 dell’annata dello Scudetto Dilettanti; seguono a quota 2 altri ionici: Cipriani, Dossou e D’Isidoro.