Go to Top

Match Program | Gravina-Taranto

Clicca  qui  per scaricare il match program in versione completa


PREVIEW

36 punti su 42 raccolti nelle ultime 14 gare, con 11 vittorie e 3 pareggi, senza subire sconfitte, segnando 23 reti e subendone 6: è lanciatissimo il Taranto di mister Panarelli, rallentato solo da un punto di penalizzazione per la vicenda-stipendi relativa al 2016-17. Nella serie viene considerato il recupero dell’8ª giornata con il Città di Fasano al “Curlo”, disputato tra 12ª e 13ª: in virtù di questo, il record di 20 risultati consecutivi del 1997-98 (tra 1ª e 21ª, riposo alla 18ª) è lontano solo 6 gare. Avversario di giornata, nell’ennesimo derby stagionale, il Gravina di coach Loseto, una squadra che ha ridimensionato le ambizioni dopo un avvio di stagione decisamente non in linea con la qualità della rosa: la gara d’andata costò la panchina al doppio ex Di Meo e, da quella volta, il collettivo gialloblù è radicalmente cambiato. Il Gravina è ora fuori dalla zona playout, grazie a una striscia di 9 risultati utili consecutivi: 30 i punti, 33 gol fatti e altrettanti subiti, con 7 successi, 9 pari, 8 sconfitte. Dal giro di boa solo X al “Vicino” (4, non perde da 6 interne): il successo manca dal 4-1 sulla Fidelis Andria (16ª) e il ko dal 2-1 pro Bitonto (12ª).

Il prezioso pari di Andria ha parzialmente rallentato la poderosa marcia esterna del Taranto: 25 i punti ottenuti in 12 gare (2° nel girone H, 13° in D, media a gara 2,08) per via di 4 pari, 7 successi, l’ultimo a Nola (3-1 alla 22ª), con la sola battuta d’arresto di Nardò (1-2, 12ª), dopo la quale i rossoblù hanno raccolto 5 vittorie e 1 pareggio (10-2 reti). Ancora alla portata i record di punti (30, 1999-00 e 2011-12), gol fatti (29, 2013-14) e meno gol subiti (15, 2014-15) in categoria lontano da casa.

I PRECEDENTI IN CAMPIONATO

Appena tre i precedenti tra gialloblù e rossoblù e tutti recenti: ha sempre vinto il Taranto, realizzando un numero crescente di reti, con uno score globale di 6-1. Al “Vicino” è finita 1-0 nella scorsa stagione, con rete di Ancora sugli sviluppi di un calcio d’angolo, mentre allo “Iacovone” non c’è stata storia: 2-1 nel 2017-18, con numerosi gol sbagliati dai padroni di casa, 3-0 perentorio nel girone d’andata di questo campionato, con le firme di Favetta, Oggiano e D’Agostino. Proprio il fantasista, numero 5 del team ionico, comanda la scarna classifica marcatori dell’incrocio con 2 reti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.