Go to Top

Match Program | Grumentum VdA-Taranto

Scarica il match program ► Grumentum Val d’Agri – Taranto


PREVIEW

Parola d’ordine: continuità. Il Taranto di mister Ragno, dopo aver vinto per la prima volta tra le mura amiche, vuol dare seguito al felice avvio nei match in trasferta. Dalla fruttuosa campagna di Casarano, 14 giorni fa, alla sfida inedita col Grumentum: la matricola lucana, guidata da Finamore, match analyst del Taranto di Ciullo nel 2016-17, è a quota 3 punti, in virtù del successo sul Gravina (1-0), giunto proprio sullo stretto terreno sintetico di Villa d’Agri. I biancocelesti, nelle cui fila militano diversi calciatori tarantini e l’ex Potenza, hanno perso le prime due gare lontano da casa: 1-2 a Cerignola e 1-3 a Nocera Inferiore. A Marsicovetere, il pari manca dal 2-2 del 16 dicembre 2018 con il Lavello (15ª giornata di Eccellenza Lucania 2018-19) e la vittoria degli ospiti dal 3-1 in favore del Melfi di quasi un anno fa (5ª, 7 ottobre): nel complesso, il rendimento interno del team lucano nel vittorioso campionato scorso è stato lusinghiero, con 34 punti in 15 gare, 11 successi, 1 pari e 3 ko, 57-16 reti. In particolare, dall’ultimo stop casalingo coi gialloverdi, il Grumentum ha raccolto 37 punti al “Cupolo”, con 12 vittorie, 1 pari, 53-7 reti.

Con la prima, storica vittoria raccolta al “Capozza” di Casarano, i rossoblù hanno avviato il proprio ruolino in trasferta nel migliore dei modi. Il Taranto giunge in Val d’Agri per continuare a correre: nel mirino il record di 5 vittorie esterne consecutive in D, registrato nella scorsa stagione tra 14ª e 22ª giornata, che è anche record assoluto, già raggiunto in C/2 nel 2005-06 e in C (tra 21ª e 30ª) e in C nel 1928-29 (tra 6ª e 14ª). Lontano da casa, il pari manca dal 18 aprile, 0-0 a Picerno (32ª giornata, 2018-19), il ko dal 18 maggio, 1-5 a Cerignola (playoff) e, in campionato, dall’1-2 a Sorrento (34ª).

Match inedito: oltre a questo campo, i rossoblù non hanno mai espugnato i terreni di Agropoli, Fasano e Altamura.