Go to Top

Match Program | Nola-Taranto

Clicca  qui  per scaricare il match program in versione completa


PREVIEW

Dopo il grande successo di Bitonto di mercoledì, è già campionato: rossoblù di scena a Nola, per cercare la quinta vittoria consecutiva in trasferta. Il Taranto è in serie positiva da 9 gare, con 8 vittorie e 1 pari (25 punti), con 15 gol fatti e 2 subiti: l’anno scorso non ha perso per 11 gare, il record è del 1997-98 (20). Mai i rossoblù hanno vinto 7 gare di fila nel dopoguerra: ne vinse 10 nel 1928-29, con in panchina l’indimenticato portiere Adolfo Bolognini. Occhio al Nola, che in casa non conosce mezze misure, avendo vinto 5 volte e perso 6: tredicesimo posto, con una gara in meno, per gli uomini di Liquidato, richiamato in panchina da poco. In totale i bianconeri hanno vinto in 7 occasioni, con 3 pari e 10 ko, 24-30 reti. Un dettaglio singolare: a perdere allo “Sporting Club” sono state solo squadre pugliesi, l’ultima delle quali il Nardò (3-1 pro Nola, 17ª giornata). L’ultimo dei 6 stop interni per i campani è giunto nel derby col Sorrento (1-2, 20ª), mentre il pari, mai registrato nel 2018-19, manca dal 6 aprile 2018: 1-1 contro la Battipagliese, nella 28ª giornata di Eccellenza campana 2017-18.

Sembra inarrestabile la marcia in trasferta del Taranto, che con il blitz di Bitonto ha raggiunto quota 21 punti in 10 gare: una media da record (2,10 a gara, 6ª della D), la migliore della sua storia in questa serie. Sei successi, tre pari e un ko, 16 gol fatti e 8 subiti (9ª della D): in proiezione, questo Taranto può battere la sua miglior versione in questo frangente, quella del 1999-00 (30 punti in 17 gare, 8V-6N-3P, 19-15 reti) in D e del 2011-12 in terza serie (stessi punti, 7V-9N-1P, 19-9 reti). In 91 anni il Taranto non aveva mai vinto quattro gare consecutive in trasferta, anche se il record da battere (5) appartiene al 1928-29 (tra 6ª e 14ª giornata), insieme ad altri primati esterni. Dal ko di Nardò, 4/4 con 6-0 reti, ultimo pari a Fasano.

I PRECEDENTI IN CAMPIONATO

Appena tre i precedenti tra le squadre, con il Taranto vincente nei due incontri casalinghi e un pari in terra campana. Oltre al rotondo successo del girone d’andata, i rossoblù hanno avuto la meglio sui bianconeri nel confronto del 1997-98 allo “Iacovone”, con una rete in extremis di Incarbona. Ventuno anni fa il nome della squadra campana era Sanità Nola: al “Piazza d’Armi” finì 1-1, con rete dei locali, anche in questo caso, quasi allo scadere. Sei i marcatori della sfida e tutti a quota uno.