Go to Top

Match Program | Taranto – A. Cerignola (coppa)

Scarica il match program ► Taranto – Audace Cerignola


PREVIEW

Incerottato e arrabbiato. Il Taranto di mister ragno vuole fermare la striscia negativa a quota due sconfitte: è così che la Coppa di categoria può trasformarsi da impiccio a occasione di riscatto. Fa ancora male il gol di Tortori, subito al quinto e ultimo minuto di recupero del derby di Foggia: una partita maledetta, che ha lasciato in eredità l’infortunio di Allegrini, la squalifica di Luigi Manzo e un post-partita da dimenticare in fretta. A proposito di emergenza nel pacchetto arretrato, il club ionico è corso ai ripari, ingaggiando l’esperto Vincenzo Russo (’85), nell’ultima stagione al Sorrento.

Non è decisamente un bel periodo neanche per l’Audace Cerignola del nuovo tecnico Potenza, a quota 7 punti in campionato dopo sei gare e addirittura in zona playout. Dopo un’estate intera a sognare il ripescaggio in Serie C, gli ofantini hanno dovuto calarsi nella dura realtà della quarta divisione, affrontando un tour de force nel mese di settembre: sei sfide, di cui una di coppa, in appena diciotto giorni. A certificare il deludente avvio dei gialloblù, i tre ko per 1-0 nelle ultime quattro gare (inserendo nel mezzo il recupero con la Fidelis Andria, 0-0) e le polveri bagnate dell’attacco, a secco nelle ultime quattro occasioni.

Nel primo turno della competizione, il Taranto ha superato a fatica il Team Altamura (1-0, rig. Genchi), avversario di domenica prossima in Serie D, mentre i foggiani hanno sconfitto con un netto 3-1 il Gravina.

Sarà la prima sfida nelle coppe nazionali tra le due compagini: l’ultimo incrocio è stato doloroso per i rossoblù, largamente sconfitti (1-5) al “Monterisi” nella finale playoff di maggio scorso. Un risultato roboante, entrato negli annali del club della Capitanata, ma inutile, perché non ha portato all’approdo in C.