Go to Top

Match Program | Taranto – A. Cerignola

Leggi il match program su issuu ► clicca qui

Scarica il match program in pdf ► Taranto – Audace Cerignola


PREVIEW

Nuova ripartenza e nuove speranze: sarà il Taranto-Cerignola più teso degli ultimi anni. I rossoblù devono interrompere l’emorragia di sconfitte, per non consegnarsi definitivamente alla zona grigia della graduatoria; gli ofantini, invece, hanno assoluta necessità di riprendere la faticosa corsa dopo il disastro di inizio stagione e l’inciampo interno di domenica scorsa col Gravina. Entrambe le compagini sono a quota 24, a -9 dal Bitonto, ma se il risultato è lo stesso, il percorso è stato diverso. Quello ionico, in particolare, è fatto di risalite imperiose e capitomboli assurdi, inspiegabili fino in fondo. Un’idea dello strano incedere del Taranto la danno i record negativi collezionati nelle ultime gare: in D, non perdeva tre match di fila dal 2017-18 (2ª-4ª , una in casa e due fuori), non collezionava la combo 4 ko interni più due di fila dal 1998-99 (con Noicattaro, Rossanese, e di seguito Nuova Vibonese e Rutigliano), non rimaneva a secco di reti per tre gare in serie dal 1999-00 (26ª-28ª, tre 0-0 con Pro Vasto, Casarano e Isernia). In più, la Nocerina non espugnava Taranto da 90 anni e due mesi circa: all’epoca lo fece al “Mazzola” (detto ”Littorio” in quel periodo).

Sette vittorie, tre pareggi e cinque sconfitte: numeri non eccellenti, che il Cerignola ha migliorato dall’avvento di Feola in panchina (4 vittorie e una X). Fuori casa, però, gli ofantini hanno vinto le ultime due, dopo aver collezionato quattro ko e un pari con Potenza alla guida. I rossoblù non vorranno perdere ancora in casa, per evitare di eguagliare il 1998-99 (5 stop in 17 gare) e avvicinare la C del 2016-17 (9 in 19). A latitare, in questo campionato ondivago degli ionici, è il segno X, da ben 15 gare: è la terza serie più lunga, ancora lontana dal record della B 1948-49, 24 match tra 13ª e 36ª (11V-13S). Non è, comunque, l’ora di interrompere la serie, in senso buono: l’imperativo resta il bottino pieno, da ottenere nonostante le assenze di D’Agostino (squalificato) e Genchi (infortunato). Panarelli vuole un Taranto versione-Agropoli, capace di fare 5 reti appena un mese fa tra le mura amiche: molto tempo fa, nella giostra del campionato di D più complicato degli ultimi anni. Ma, forse, non del tutto chiuso. Provare a vincere sarebbe già un bel passo avanti.

Dopo la scorpacciata di gol con Agropoli e Francavilla (9), tre gare a secco per il Taranto: ora è 3° per gol fatti, a 23, dietro Bitonto e Fasano. Stessi punti (24) e stesso numero di gol subiti per le difese (14): l’A. Cerignola è la quinta squadra per gol al passivo in trasferta (6), il Taranto è il terzo attacco casalingo (13). La media-punti allo “Iacovone” è decisamente sconfortante (1.50): per ora, il cammino dei rossoblù è stato migliore in trasferta, con 12 punti conseguiti, come in casa, ma in meno gare (sette contro otto).

Taranto e Audace si incontrano per la terza stagione consecutiva. Sedici precedenti nei campionati e bilancio favorevole ai rossoblù, avanti per 8 successi a 3 (5 pareggi) e quasi impeccabili in casa, con 6 vittorie su 8 incontri, un pari e un ko (15-7 reti). Le ultime due allo “Iacovone” si sono disputate davanti a cornici di pubblico di altre categorie e sono terminate 2-1, con gol di Favetta: nel primo caso, a completare il tabellino ionico, Diakité, nel secondo Roberti. L’unico successo esterno ofantino (2-1) risale al 1993-94: una gara in cui il secondo guardalinee venne attinto da oggetti e liquidi organici, che proseguì poi con assistenti di parte (due dirigenti) e costò una maxi-squalifica di 10 turni (poi ridotti a 7) dell’impianto. Bomber della sfida i rossoblù D’Isidoro e D’Antò (3 reti): entrambi sono stati autori di una doppietta nel 4-0 del 16 gennaio 2000. Fuori dal computo il match di coppa di categoria di quest’anno (2-0) e il 5-1 pro Audace in finale playoff (maggio 2019).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.