Go to Top

Match Program | Taranto – Gravina

Leggi il match program su issuu ► clicca qui

Scarica il match program in pdf ► Taranto – Gravina


PREVIEW

Francavilla in Sinni e Gravina, tra marzo e aprile 2019, spensero le ultime velleità di primato del bel Taranto di Panarelli. A sette mesi di distanza, il calendario ha voluto che si trovassero l’una dopo l’altra sulla strada del team ionico e dello stesso allenatore. La prima, piccola vendetta è stata consumata: 4 reti e una prestazione autoritaria sul campo dei lucani. Anche questa domenica lo scenario sarà simile. Un terreno allentatissimo, la grande fame di chi ha dimostrato di poter vincere ogni gara con l’approccio giusto, piazzando i colpi letali nei momenti-chiave. Il Gravina, tuttavia, non sarà uno sparring partner. Lo dice la classifica, che certifica lo status di squadra di categoria (8° posto, 17 punti), e la presenza nelle fila murgiane del vice-capocannoniere Santoro (9 reti). Un po’ meno, eufemisticamente, il ruolino lontano dal “Vicino”: il Gravina è la squadra del girone H che ha raccolto meno punti in trasferta, appena 2, e ha il secondo peggior attacco esterno (3 gol). I ragazzi di Valeriano Loseto non conoscono mezze misure perché, per contro, hanno ottenuto più punti di tutti (al pari del Città di Fasano) in casa: ben 15. Le due performance agli antipodi restituiscono una classifica interlocutoria, a -5 dai playoff e a +3 sui playout. I gialloblù saranno privi di uno degli ex di turno, il centrocampista Mbida, squalificato per un turno per aver raggiunto il primo limite di ammonizioni (5). In casa-Taranto l’obiettivo è chiudere al meglio il ciclo di novembre, vitale per la risalita, come scritto qualche domenica fa. Finora tre successi su tre, 10 gol fatti e porta inviolata. Gli ionici vanno a caccia della quinta vittoria consecutiva: si tratterebbe di en plein per il Panarelli-bis ed eguaglierebbe i rossoblù delle D 1998-99 (tra 22ª e 26ª giornata), 1999-00 (2ª-6ª), 2017-18 (17ª-21ª), a -3 dal filotto dello scorso torneo (8, 16ª-23ª). Il segno X continua a latitare, in assoluto e dunque allo “Iacovone”, dove manca dallo 0-0 con l’AZ Picerno del 12 dicembre 2018 (15ª, Serie D/H 2018-19). L’ultima impresa corsara a Taranto l’ha firmata il Sorrento, 1-0 alla 5ª il 29 settembre. Nonostante il ko coi rossoneri e quello all’esordio col Brindisi, la media-punti interna del Taranto è già di 2 a partita (12 in 6 gare): lontano dall’avvio fulmineo del 1994-95 (3, 18 su 18), ma addirittura meglio dell’anno scorso (1.83, 11 punti). I rossoblù hanno dato davvero uno scatto imperioso.

Quattro precedenti e tutti recentissimi: il primo match tra rossoblù e gialloblù si è disputato due stagioni fa. Il bilancio è pro-Taranto, con tre successi a uno, 6-3 reti. Due su due allo “Iacovone” e in entrambe le occasioni nel segno di Stefano D’Agostino, autore di un gol a sfida e capocannoniere dell’incrocio (2). Nel 3-0 di poco più di un anno fa, oltre al fantasista, andarono in rete Favetta e Oggiano, ancora oggi nel roster. Un ex, invece, ha aperto le danze nell’unica vittoria murgiana: Elio Nigro, sugli sviluppi di un corner, portò in vantaggio i locali al “Vicino”. Il 2-0 venne siglato da Santoro in contropiede. L’unica rete del Gravina in riva allo Ionio porta la firma di un altro ex, Hernan Molinari, nel finale di una gara dominata dal Taranto, nonostante il risicato punteggio (2-1).

Perfetta parità. Il Taranto ha un ruolino identico in casa e in trasferta dopo lo stesso numero di gare: 4 vittorie e 2 sconfitte, 2 punti di media a partita. Gli ionici vantano il miglior attacco, con 23 reti, a +4 sul Città di Fasano, e il miglior attacco interno (13) proprio insieme al Gravina. Gialloblù che hanno il miglior rendimento in casa (15 punti) e il peggiore fuori casa (2). In trasferta hanno ottenuto due pari, con Gelbison (0-0) e Foggia (3-3) e quattro sconfitte, di cui due negli ultimi due viaggi (prima di Fasano, a Francavilla in Sinni). Le tre reti realizzate, penultimo valore sopra l’Agropoli, appartengono al match storico dello “Zaccheria” e portano tutte la firma di Santoro. I murgiani, che non hanno segnato in 5 trasferte su 6, cercheranno di fare un blitz che manca dal 13 aprile, 1-0 a Gragnano (31ª Serie D/H 2018-19).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.