Go to Top

Match Program | Taranto-Sarnese

Clicca  qui  per scaricare il match program in versione completa


PREVIEW

Prima gara del nuovo anno per il Taranto, fermo dal 23 dicembre, a causa del rinvio del derby di Bitonto per maltempo. Allo “Iacovone” si affronteranno terza e terzultima: ospite di giornata, la Sarnese è in piena zona playout, con un rassicurante +4 sulla penultima ma a ben 6 punti di distanza dalla salvezza diretta. Quindici i punti conquistati dai salernitani, tra i peggiori dell’intera D per gol fatti (12, 162° posto), con 3 successi e 6 pari a fronte di 9 sconfitte (24 reti subite): il ruolino interno è disastroso (6 punti in 9 gare), mentre quello esterno è in linea con gli obiettivi, con 1 punto di media a partita. Per i campani, lontano dalle mura amiche, 2 vittorie, ottenute sui campi di Gelbison (1-0 alla 5ª giornata) e Granata (2-0, 7ª), tre pari, l’ultimo dei quali a Sorrento (1-1, 13ª) e 4 ko, il più recente ad Altamura (1-4, 16ª), con 6 gol fatti e 13 subiti.

Due punti di media a partita in casa per la truppa di Panarelli, a quota 18 in 9 gare: un bilancio lusinghiero ma non eccellente, sia perché attualmente marca la distanza col vertice, sia perché il Taranto, storicamente, ha spesso fatto meglio in questa categoria. L’attuale performance è superiore solo a quelle dei rossoblù delle stagioni 1997-98 e 2013-14 (17 punti), 1998-99 (13) e 2012-13 (12). In riva allo Ionio, nell’ultima occasione è giunto un rotondo successo, 3-0 sul Sorrento (17ª giornata), mentre il pari manca dallo 0-0 con l’AZ Picerno (15ª) e lo stop dall’1-3 con la Fidelis Andria (7ª).

I PRECEDENTI IN CAMPIONATO

Cinque i precedenti tra rossoblù e granata, tutti in categoria, e mai un pari: 4 i successi del Taranto, che ha fatto en plein nelle tre gare in terra campana, e uno per la Sarnese, che ha firmato un blitz allo “Iacovone”, dove il bilancio è in parità. Computo delle reti a favore degli ionici (13-8), ma in parità a Taranto (4-4), dove i locali hanno vinto 2-1 nel primo incrocio in assoluto e i sarnesi 3-2 nella scorsa stagione. Cannoniere-principe Stefano D’Agostino, a quota 4 reti, realizzate in due gare allo “Squitieri” (una tripletta): a seguire Genchi e Favetta, che ne ha realizzate due nella gara vinta dai campani e una in maglia rossoblù. Due le reti per Crucitti (doppietta) e per i granata Maggio e Calemme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.