Go to Top

Match Program | Taranto-Sorrento

Scarica il match program ► Taranto – Sorrento


PREVIEW

Col largo successo ottenuto a Marsicovetere, il Taranto di mister Ragno ha fatto due su due in trasferta, issando in vetta alla classifica al fianco di Brindisi e Città di Fasano. Dal “Cupolo” allo “Iacovone”, con l’obiettivo di proseguire la corsa: il Sorrento dell’ex Maiuri, dal canto suo, vorrà muovere lo 0 in classifica lontano dallo stadio “Italia”, laddove è giunto l’unico ko del Taranto in campionato contro i costieri. Un inizio di campionato un po’ interlocutorio per i rossoneri, a quota 4 in 4 gare, con il prestigioso successo di domenica scorsa sul Città di Fasano (1-0), un pareggio (in casa col Francavilla) e due stop esterni, l’ultimo dei quali a Gravina (0-1, 3ª giornata). I campani, lontano da casa, non vincono dal 7 aprile, 3-0 sulla Sarnese (30ª 2018-19) e non pareggiano dal 16 febbraio, 2-2 a Gravina (24ª 2018-19). Tre i gol fatti, quattro quelli al passivo.

Il Taranto va a caccia del quarto successo consecutivo, secondo in casa, dopo quello col Nardò, che ha cancellato lo sfortunato 0-1 col Brindisi. I rossoblù sono tornati in vetta al campionato, seppur in coabitazione, dopo 337 giorni: l’ultima volta, era il 21 ottobre 2018, gli uomini di mister Panarelli divennero primi da soli dopo il blitz di Torre Annunziata (1-0), sfruttando il ko dell’AZ Picerno ad Andria. Si può eguagliare il record di punti interni (48 su 51, 1994-95) non lasciandone più per strada, o almeno avvicinare l’ottimo ruolino degli ultimi due campionati (42 e 43), e superare quello di successi consecutivi tra le mura amiche (12, 1948-49). Il pari in riva allo Ionio manca dal 12 dicembre 2018: 0-0 con AZ Picerno.

Dodici precedenti in campionato tra rossoblù e rossoneri, di cui due disputati in D nella scorsa stagione, 8 in terza serie, e i primi due in cadetteria: in questi ultimi, tra i protagonisti, vi era pal ‘e fierro Bruscolotti, poi bandiera del Napoli dal 1972 al 1988. Il Taranto ha registrato la prima e unica sconfitta proprio nel match più recente, quello che ha chiuso la regular season 2018-19: 2-1 per il Sorrento allo stadio “Italia”. Fuori dal computo l’altro successo campano della scorsa stagione, giunto allo “Iacovone” in Coppa Italia di categoria (0-1): in campionato, il Sorrento non ha mai vinto in riva allo Ionio, dove ha raccolto 2 pari, l’ultimo a reti inviolate nel 2008-09, e 4 ko, il più recente alla 17ª giornata 2018-19 (3-0), subendo 8 gol e realizzandone solo 1 (su rigore). Con la pregevole ma inutile marcatura nel finale dell’incontro di maggio, Stefano D’Agostino ha raggiunto i top scorer della sfida Di Bari, da Silva e Oggiano, tutti tarantini e a quota due reti (gli ultimi due con una doppietta). Seguono, a 1 rete, alcuni grandi del calcio ionico come Beretti, Silvio Paolucci, Aristei e Cutolo.