Go to Top

Match Program | Taranto-Team Altamura

Clicca  qui  per scaricare il match program in versione completa


PREVIEW

La sconfitta di Gravina, giunta dopo la sosta di metà girone di ritorno, ha messo fine alla lunga striscia di 14 risultati utili consecutivi del Taranto, ora distante ben 8 punti dalla vetta. Vietato mollare però: i rossoblù hanno vinto 11 degli ultimi 15 incontri, con 3 pareggi, segnando 23 reti, marciando a passo decisamente sostenuto. Avversario di giornata il Team Altamura dell’allenatore ad interim Dibenedetto, che ha vinto il match del suo ritorno in panchina (unica presenza proprio col Taranto all’andata, 2-2) contro il Bitonto, un vero spareggio per la zona playoff. Undici i successi dei leoni in campionato, con 8 pari e 7 stop, 32-31 reti: sesto posto in graduatoria, con 41 punti, e un ruolino interno deludente a cui fa da contraltare un ottimo cammino in trasferta. Per i biancorossi 22 punti lontano dal “D’Angelo”, grazie a 6 vittorie, l’ultima delle quali nel derby di Andria (1-0, 17ª), 4 pareggi, il più recente a Francavilla (1-1 alla 23ª), e appena tre ko, il più recente a Sorrento (0-1, 25ª). Una marcia esterna, tuttavia, rallentata dal giro di boa in poi, con gli altamurani mai vincenti (3 pari e 1 ko, 3-4 reti).

Taranto a caccia della sesta vittoria consecutiva allo “Iacovone” (record di 10 nel 1994-95) per migliorare un già lusinghiero bilancio casalingo: 30 i punti raccolti in 13 turni, terza performance di girone e 27ª dell’intera quarta serie, in virtù di 9 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta, con 25 gol fatti e 10 subiti. Ionici vincenti nell’ultima in casa, 3-1 sul Città di Fasano (25ª giornata), mentre la X manca dallo 0-0 con l’AZ Picerno (15ª) e lo stop dal 3-1 pro Fidelis Andria (7ª).

I PRECEDENTI IN CAMPIONATO

Sedicesimo derby tra ionici e murgiani in campionato, con bilancio favorevole al Taranto: 6 successi a 4, con 5 pari, 20-14 reti. Nessuna delle due è riuscita a vincere in casa dell’altra: ad Altamura 4 vittorie per i locali e 4 pari, a segno 11 volte contro le 7 degli ospiti; predominio ancor più netto per il Taranto nei match interni (uno in campo neutro, a Noicattaro), con 6 affermazioni, l’ultima delle quali nella scorsa stagione (2-1), e una sola X, risalente al 1998-99 (0-0), con 13 gol fatti e 3 subiti. Miglior marcatore dell’incrocio Sossio Aruta, a quota 4 reti, tutte siglate nel rotondo 5-0 del 1994-95. Due le reti del top scorer murgiano Aliperta, entrambe su penalty: stesso numero di gol per Cipriani, Dossou e D’Isidoro (Taranto). Tre i gol di Marsili, di cui 2 nel playoff 2017-18 (fuori dal computo).