Go to Top

Guestbook

Aggiorna guestbook       Registrati

Effettua il login per poter scrivere

Registrati



danymetal


Dimenticavo,per vincere nel ginale varie volte devi essere in partita e concentrato da noi le partite durano 30/40 minuti ogni anno

Scritto il 18 settembre 2018 ore 14:58



danymetal


Con i se e con i ma non si ottiene nulla a taranto,in altre cittá forsee. Ce la suoniamo e cantiamo da soli poi nella realtá tutto cambia. conta il risultato,anche quando fai pena l'importante è vincere,si può criticare la prestazione na con i 3 punti in tasca è meglio. In passato le mummie facevano i 3 punti anche nel finale e il campionato l'hann vinto. Senza risultati ci tocca solo sentire le chiacchiere montella & co

Scritto il 18 settembre 2018 ore 14:55



nonnoluigi


è vero sulle palle ferme abbiamo visto maggiore dinamicità...nuovi schemi e anche giocate interessanti....

Scritto il 18 settembre 2018 ore 14:54



zannoni78


Mimmo ma che razza di domanda è?! E se la partita fosse finita 2-1 per loro? Il problema è che tutti abbiano l' impressione che la squadra sia buona ma non abbastanza buona per vincere il campionato. Credo che la preoccupazione principale sia questa, non il pareggio.

Scritto il 18 settembre 2018 ore 14:49



Chris75


Mimmo...Onestamente io avrei detto per fortuna è andata bene, ottimi i 3 punti, ma al momento non mi sembra una squadra in grado di vincere il campionato. Sul 1-0 mi ha preso una noia mortale e non riuscivo a vedere un solo giocatore emergere dalla mediocrità. Unica considerazione positiva che sono riuscito a fare è che quest'anno riusciamo ad essere pericolosi sulle palle da fermo...per il resto poco e niente in campo e in panchina...

Scritto il 18 settembre 2018 ore 14:43



rossoblu69


Buongiorno. quando leggo chi dice diamoci una calmata non posso che dargli ragione. anche io sono inviperito per come è andata domenica ma leggere commenti come se avessimo perso il campionato mi fa scendere l'acqua alle ginocchia. La squadra c'è e tecnicamente è quella vista nel primo tempo. a fiato è messa male ed è quella vista nel secondo tempo. qualche giocatore sta meglio, altri ci mettono più tempo ad entrare in forma. c'è da soffrire (e noi siamo dei maghi in questo) ma dichiarare serenamente che questa squadra è scarsa evidenzia poca obiettività. Lo sparare a zero poi non voglio neanche commentarlo. SFT sempre

Scritto il 18 settembre 2018 ore 14:39



Mimmo


Domanda...e spero di avere risposte sincere: ma se invece di 1-1 fosse finita 1-0 i commenti quali sarebbero stati?!?

Scritto il 18 settembre 2018 ore 14:26



Alekos


Non saprei...... intanto facciamoci tutti un applauso... senza distinzioni, perché siamo unici, tenaci, coraggiosi, avviliti, depressi ma sempre con la testa li e con il cuore gonfio.

Scritto il 18 settembre 2018 ore 14:16



DEMOCRATE


Ci sono delle figure fondamentali che non possono essere ricoperte da chiunque, fondamentale è dotarsi di uno staff tecnico di esperienza con curriculum di un certo spessore e un direttore sportivo di pari valore, da lì si parte con una campagna acquisti mirata fatta di qualità. Non si può partire con un tecnico, fare con lui e per lui la campagna acquisti, finire il ritiro e sostituire tutto lo staff tecnico,con un altro staff, secondo me di pari valore, che deve continuare il lavoro di altri cambiandolo secondo le proprie convinzioni con calciatori che probabilmente non sono adatti. Insomma la solita confusione, la solita approssimazione i soliti dilettanti allo sbaraglio, perchè questo siamo che vivono alla giornata senza un minimo di idea da portare avanti. Possiamo iniziare anche due anni prima la preparazione, ma, se non stiamo capendo niente di cosa stiamo facendo dove dobbiamo andare? Il Sig. Montella parla, parla si dicono tante chiacchiere dando la colpa ai tifosi che non capiscono, non hanno pazienza, tifosi a parametro zero come diceva qualcuno, ma, loro cosa hanno vinto mai, tutti super esperti ma di cosa? Panarelli a sentirlo parlare sembra l'allenatore del Barcellona, ma se ha una squadra che non sta in piedi nemmeno per un tempo di quale idea di calcio ci viene a parlare? Manzo dice che siamo ancora alla prima gara e quindi? potevamo pure perderla? Cosa voleva dire? Gli altri corrono e non ci aspettano e tra un mese, anche se saremo sempre agli inizi, per noi il campionato potrebbe essere già finito.

Scritto il 18 settembre 2018 ore 14:09



peppone


Gira un video del Gol di Favetta dall'angolo opposto....bellissimo l'urlo dello Iaco al suo Gol...meritiamo di più!

Scritto il 18 settembre 2018 ore 13:45



Tonino_Bisignano


Ragazzi per vincere la D ci vuole una squadra che possa risvegliare l'orgoglio e l'entusiasmo ormai latente da troppi anni. Chi critica coloro che criticano, secondo me, non si rende conto che sono anni che ci facciamo umiliare da paesoni che sfruttano il presidente sborone di turno, vincono e poi di solito spariscono lasciandoci ancora qua. Dopo 2(due) mesi abbondanti di preparazione, siamo stati i primi ad andare in ritiro di tutte le 180 squadre di D, ed alla prima partita ci dicono che la squadra ha nelle gambe solo 40(quaranta) minuti scarsi. Qualcuno parli e ci dica qualcosa. Io domenica ero allo Iacovone e credo di avere diritto ad una risposta da parte della società. I responsabili della preparazione sono tutti sul libro paga della società, i vecchi ed i nuovi e dovrebbero incontrarsi per fare il punto e dare delle risposte.

Scritto il 18 settembre 2018 ore 12:54



nonnoluigi


Alfre59 e che la delusione quella è stata...scoprire ...verificare... nei 59 minuti del secondo tempo la nostra "inesistenza"...dopo un primo tempo piacevolissimo....una sola squadra in campo eravamo i presenti entrati nell'illusione...un palo un gol un paio di parate del portiere avversario difficili...certo era arrivato un campanellino di allarme al finire sui piedi di patierno cosimo nei minuti finali del primo tempo...con replica sbagliata per nostra fortuna anche in un altra occasione nel secondo tempo......un antonio giulio picci avrebbe segnato...e replicato sulla seconda occasione del secondo tempo ...o creduto anche (che) dopo il gol del pareggio ad una nostra vittoria come reazione ...reazione non pervenuta con subentro personale della doppia delusione ....non abbiamo reagito a modo...nè dalla panca quando il nostro avversario ha mandato in campo da subito camporeale credo...che ha scombussolato la parte centrale del campo ...nè in campo reazione dei nostri eroi...anzi il contrario ...è andata di lusso se analizziamo tutta la seconda parte della gara...onesto mi aspettavo di più dalla panca ...onesto mi aspettavo di più dai nostri eroi...onesto non mi aspettavo ,ma proprio per niente ,un punticino agli esordi in casa nostra.....ma noi chi siamo nella realtà dei fatti ?.....vediamo a sarno di cosa siamo realmente capaci...

Scritto il 18 settembre 2018 ore 12:52



Malsang


Non giudico la partita perché non l ho vista. Ho potuto seguire solo la radiocronaca. Ma quando sento il mister in conferenza stampa che il primo step è quello di stare aggrappato alle prime a natale.... beh qualche dubbio mi viene

Scritto il 18 settembre 2018 ore 12:43



Alfre59


Io lo spero però ti senti dire che manca la condizione a sto punto ci rifletto e dico ..per la prima volta che andiamo in ritiro prima e ci ritroviamo a fare solo un tempo come ha detto uno del forum che ci siamo andati a fare 'i funghi'"ciò non toglie io vivo per il Taranto e so che sta squadra e forte e allora cosa cey che non va?

Scritto il 18 settembre 2018 ore 12:29



Chris75


SEGNATEVI QUESTE PARTOLE : QUIST ANN AMMA SPACCA' U CUL A TUTT!!

Scritto il 18 settembre 2018 ore 12:13



Mimmo


Alfre, Leno, Romanzini...nomino voi perché siete gli ultimi che hanno scritto: cosa costa aspettare, non dico fino a natale, ma solo 1 mese?!? Poi anche io eventualmente mi lamenterò...sono stato espulso dal guest per aver detto 'hanno fatto bene...dovrebbero prenderli tutti a calci nel c...' (dopo i fatti noti nell'ultima serie C). Abbiamo un buon portiere, la difesa non mi sembra malvagia, abbiamo D'Agostino e 2 attaccanti che comunque lo scorso anno hanno fatto gol. Io non dico di non protestare o di non lamentarti...io me la prendo solo con chi lo fa 'a prescindere '...

Scritto il 18 settembre 2018 ore 12:00



Alfre59


Dobbiamo essere sinceri e dalle amichevoli con potenza e Francavilla che anche stavolta non andremo da nessuna parte chi capisce di pallone ..e qui c'è ne sono tantissimi e no quei giornalisti servili della società di turno ..manca quell'entusiasmo che si avverte nell'aria ciò che accade a Bari secondo me se non si trova un presidente vincente resteremo a vita in d.parentesi sto mettendo 5euro da parte al giorno per una scommessa che faccio ogni anno una mangiata primo secondo frutta gelato bevanda tutto a base di pesce e mi sento di fottere che con questa e la terza volta che pago ma mai na furtun.

Scritto il 18 settembre 2018 ore 11:50



lenotarima


Romanzini. Si certo, io infatti ho parlato di ambiente non solo di pubblico. Il punto e' che siamo tutti stanchi di dilettantismo, andamento lento e miopia gestionale, non condivido anche se capisco chi contesta, in qualunque modo, non condivido appunto perche non ho piu alcuna aspettativa, ma comprendo chi e' stanco e critica in qualunque modo e capisco anche chi ha deciso di mollare, non condivido ma capisco. Penso che la cosa che lasci piu basiti e in grado di fiaccare resistenza ed abbattere tutte le buone intenzioni sia la pervicacia e l'ostinazione cieca dello sconquasso calcistico: capita a tutti di avere un periodo negativo e capita anche di avere per una serie di congiunzini astrali favorevoli un periodo positivo, cioe' capita anche ai piu incapaci e sfigati di avere i quindici minuti di celebrita e capita anche ai piu capaci di avere un periodo buio, ma non per noi: noi siamo incamapci e lo rimaniamo senza neanche mai quei quindici minuti di celebrita concessi a tutti. Non giustifico chi molla ma capisco e comprendo chi stanco e' arrivato al limite

Scritto il 18 settembre 2018 ore 11:28



Romanzini


Leno. Anzitutto devi leggere bene. Non ho scritto che il pubblico getta fango...ho scritto di una piccola parte (piccolissima) che anziche proporre alternative alla attuale situazione getta fango...tanto non costa nulla. Pertanto se il pubblico si sente di contestare e lo fa costruttivamente fa bene...per costruire per crescere non x distruggere. Sulla storia di dicembre ti do purtroppo ragione ma valutiamo serenamente. Abbiamo una societa normale che ha un budget e lo rispetta. Questo comporta dei limiti. Hai ragione quando pensi che non ci si debba affidare a figure low cost in ruoli chiave ma e una scelta fatta da loro. Il tempo ci dira se giusta o sbagliata. Concordo sulla necessita di gente esperta e navigata ma oggi questi siamo. Il rispetto del bilancio lo ritengo una delle poche cose valide. Magari l avessimo fatto in passato. Tornando a dicembre. E assurdo sperare di arrivare a quella data senza certezze ma il Taranto oggi e questo e questo deve fare per sperare a dicembre che qualche ottimo giocatore che in estate x questioni di categoria non ha voluto scendere a giocare con noi in D si convinca a farlo piu tardi rendendoci davvero una fuoriserie. Spero di averti chiarito meglio il pensiero. Saluti rossoblu.

Scritto il 18 settembre 2018 ore 10:33



lenotarima


Romanzini. No veramente a te sembra normale che si debba aspettare dicembre? no veramente, ti sembra normale?

Scritto il 18 settembre 2018 ore 10:21



lenotarima


Romanzini. Ma veramente credi tu stesso a quello che hai scritto? Cioe' veramente dopo aver avuto praticamente tutto l'anno scorso (dato che eravamo un distacco siderale dalla prima) per progettare, dopo aver cominciato la [preperazione a luglio, avere avuto tutto il tempo di valutare allenatori e rosa...adesso dobbiamo aspettare dicembre?? Capisco che dobbiamo rivedere le aspetattive e che e' inutile attaccare societa ed allenatori considerato il livello degli stessi, ma adesso dire che e' lambiente che polimizza in maniera pretestuosa o crea ad arte banchi di nebbia mediatica mi sembra veramente esagerato. Sta societa mostra limiti evidenti e la squadra pure, ma ripeto continuniamo a seguire e tifare perche ci sono sempre 11 ragazzi rossoblu che tirano calci al pallone ma cerchiamo di vedere la realta

Scritto il 18 settembre 2018 ore 10:17



Romanzini


Il Taranto è una buonissima squadra ma non è la squadra ammazzacampionato perchè le manca qualcosina per diventarlo. Questa normalità comporta vittorie in condizioni normali, mentre quando qualche cosa non funziona la "normalità" della squadra ne fa un soggetto vulnerabile che rischia di pareggiare o addirittura perdere le partite. Se partiamo da questo presupposto capiamo perchè abbiamo fatto 1 a 1 col Bitonto. Domenica il Taranto, almeno nel primo tempo, si è espresso bene, ha segnato, ha sfiorato il meritatissimo raddoppio rischiando solo in una occasione quando Patierno ha tirato a fine tempo in bocca a Pellegrino. Nella ripresa, la condizione fisica precaria è stato l'elemento determinante che ha fatto normalizzare la squadra, diventata vulnerabile e costretta al pari. Purtroppo è proprio questo il limite del Taranto, una buona squadra che quando qualcosa non funziona si normalizza andando incontro a cattive figure che non ti fanno vincere il campionato. Non possiamo assolutamente permetterci nulla, tutti gli ingredienti in ogni partita devono essere dosati al punto giusto se vogliamo vincere. Starà quindi qui la bravura del tecnico, da oggi in poi, rendere questo Taranto impermeabile ai problemi, in modo da avere più possibilità di vincere le partite. Panarelli ha parlato di dicembre come data spartiacque, e non sbaglia, perchè il Taranto se in questo organico inserisce due o tre elementi "alla D'Agostino" (per fare un paragone con il mercato di dicembre scorso) ed è li in cima alla graduatoria a combattere con tutte senza distacchi, allora questo Taranto potrà vincere il torneo. Questo significa cercare di vincere più possibile sino a dicembre, lottare perchè si sia in lotta per la promozione, e per farlo mi sembra utile criticare costruttivamente a fini di crescita, mentre mi sembra assolutamente dannoso gettare palate di fango su una squadra chiamata a lottare per noi e per una maglia da onorare. Polemizzare in maniera pretestuosa, mettere in giro voci e vocine, creare ad arte banchi di nebbia mediatica che minano un ambiente già teso e voglioso di lasciare quanto prima la serie D, non è positivo, non è produttivo, non è una cosa utile a creare ma solo a distruggere. Per questo, come la squadra è chiamata a riscattarsi e a superare quella normalità sopra citata con impegno e sudore massimi, così noi da tifosi siamo chiamati a supportare i nostri ragazzi e la società, anche criticando, purchè lo si faccia in maniera costruttiva a fini di crescita. Cerchiamo di allontanare e ignorare invece chi dopo una sola giornata di campionato, anche parzialmente toppata, vuole seminare zizzania, perchè in un momento non facile non abbiamo bisogno di questo, sappiamo benissimo di non avere una realtà calcistica super, ma sappiamo anche che se vogliamo provare a vincere non è quello il modo di riuscirci. Forza Taranto sempre!!!

Scritto il 18 settembre 2018 ore 10:02



lenotarima


leggo molti commenti negativi sulla prestazione di domenica e sul risultato della partita con i bitontini (anche il mio), ma vorrei ricordavi una cosa (ed ogni tanto lo devo ricordare anche a me stesso): noi siamo il Taranto!! Appunto noi siamo il Taranto. Una squadra che nell'ultimo quarto di secolo ha giocato meno della meta' dei campionati in serie C1 e l'altra meta tra serie D e serie C2 che equivale oggi alla serie D. Una squadra che giocava a Taurisano o Rutigliano, mentre a Lecce giocavano contro Milan e Napoli e i tifosi si lamentavano pure della poca competitivita della loro squadra. Una squadra, la nostra che ha mai giocato negli ultimi anni in campionati professionistici. Una societa' che e' fallita 4 (QUATTRO) volte nell'ultimo quarto di secolo e che nell'ultimo lustro ha giocato quasi sempre in serie D escluso un ignobile campionato di serie C. Nell'ultimo quarto di secolo abbiamo avuto in societa: bancarottieri, triadi, politici passati come una meterora, pettinatori, pseudo sindaci condannati per concorso esterno in associazione [non consentita]. Secondo me sono le aspettative che ci fottono! Sono le aspettative che ci fregano. Se invece valutassimo quello che in realta siamo, prenderemmo la vita (calcistica) piu tranquillamente. Nell'ultimo lustro abbiamo cambiato societa ogni 18 mesi, considerando che abbiamo avuto societa raffazzonate, inconcludenti, cialtrone, fatte da dilettanti allo sbaraglio nel passato, lascia presumere che le avremo anche in futuro. Abbiamo avuto, sempre negli ultimi anni, presidenti che facevano gli acquisti sulla base dei consigli dei figli quindicenni che visionavano i giocatori su Youtube. Secondo me sono le aspettative che ci fottono! Io oramai non ho piu aspettative (ma ogni tanto me le devo ricordare anche io), niente siamo stati negli ultimi 25 anni e niente presumibilmente saremo nel futuro a meno che non cambi qualcosa, ma io non vedo ne' voglia di gestire direttamente la societa, ne' tantomeno all'orizzonte un presidente competente ed economicamente valido per farci fare il salto di qualita definitivo.

Scritto il 18 settembre 2018 ore 09:51



peppone


Punti fermi della squadra.....Pellegrino, Marsili, Massimo,D'Agostino,Favetta, loro titolari sempre il resto può anche alternarsi.Un pensiero,lasciare andare Lorefice è da pacc indipendentemente che è un 98,perchè un 98 è forte può fare anche da Over, misteri della vita.

Scritto il 18 settembre 2018 ore 09:02



Colosseum


Nonno senti a me D’Agostino è meglio che a Cerignola entri a partita in corso. Io non ho la pretesa di sentirmi allenatore. Ogni tanto mi diverto ad abbozzare formazioni così per gioco ( in Hattrick vado bene ) . DAgostino a Cerignola non può giocare come ha giocato domenica..

Scritto il 18 settembre 2018 ore 09:02



nonnoluigi


squerzanti non credo sia stato il peggiore di giornata del campionato ...non credo sia stato in assoluto il peggiore in campo allo iacovone...

Scritto il 18 settembre 2018 ore 08:20



nonnoluigi


Sacrificare D’Agostino? NO ...in assoluto...ho letto di squerzanti nella flop ten della formazione domenicale...ora ...non per infierire su mimmo galeone che ha firmato l'articolo...e che personalmente non conosco ...ma proprio squerzanti è stato il più scarso nel ruolo a sinistra in attacco ? personalmente il ruolo delicato del ragazzo lo giustifica...non ha fatto una prestazione con lode....ma credo neanche vada inserito tra le 9 partite con infamia e disonore il peggiore della categoria....anzi un paio di giocate sulla sinistra sono piaciute al sottoscritto...ma anche ad altri avventori e tifosi .....tardiva la sostituzione di sicuro per un altro under in un ruolo diverso...tardive anche altre sostituzioni ...

Scritto il 18 settembre 2018 ore 08:19



Tonino_Bisignano


Se non possiamo proprio ammazzarlo questo campionato, almeno facciamoli venire na diarrea!

Scritto il 17 settembre 2018 ore 23:35



Colosseum


Le critiche ci stanno eccome ma aspettarsi i 9 punti dalle prossime 3 partite per un riscatto immediato vuol dire già considerarsi al bivio. E certamente non occorrono ulteriori pressioni ora. A Sarno non sarà semplice ma si può. Se andiamo a Cerignola con l’idea di vincere a tutti i costi, la perdiamo la partita perché troppo carichi emotivamente. Quindi firmo per un pareggio con una partita saggia a centrocampo che deve avere numeri ed interpreti diversi. I due non bastano. Sacrificare D’Agostino? Si ....per Massimo. Salatino favetta e oggiano davanti. Ancora D’Agostino guadagno e di senso pronti a cambiare la partita

Scritto il 17 settembre 2018 ore 23:27



Mimmo


Mimmmmmm...ognuno è libero di fare o meno l'abbonamento, ho scritto anche 'che se me lo mettono in quel posto ciò non fa di me un [non consentita] od uno che ama e si abitua a ciò'; do fiducia a prescindere perchè amo quei colori e quella maglia e perchè non ho possibilità tali da potermi permettere di comprare la mia squadra e rendere felici o far incazzare, ma comunque emozionare, decine di migliaia di persone...perciò chi lo fa merita rispetto: a me non interessa se il presidente di turno si arricchisce...ma di presidenti amanti del calcio e di 'Lorenzo il Magnifico' non ce ne sono più. Per di più dico: il presidente fa il suo lavoro, l' allenatore il proprio e così via fino a noi tifosi che abbiamo il compito di incitare, arrabbiarci, tifare e scegliere se andare o meno al campo. Di professori ed oratori in questi anni ne abbiamo avuti tantissimi, nessuno però ha consigliato una cura anzi è sempre stato consigliato di staccare la spina ed hanno esasperato tutto ciò che non va...anche quando vanno bene le cose sempre negativi!!! Ognuno è libero di pensare e fare quello che vuole ma, non mi riferisco direttamente a te Mimmmmm, per favore smettiamola di credere che il proprio pensiero e modo di fare ed essere sia quello giusto ed unico. Qui c'è un unico obiettivo tifare ed incitare chi scende in campo per far si che vincano partite e campionati...anche fischiare se non si impegnano...ma filosofi, dottori, maestri, allenatori 'a parole' non ne vogliamo più!!!! Forza Taranto oggi e sempre!!!

Scritto il 17 settembre 2018 ore 23:04



Consoli


Ieri ero in gradinata a pochi metri dai ragazzi del gruppo Taranto supporters. Capito l'andazzo della partita ho cominciato ad osservarli, ad osservare la passione la grinta di chi torna a casa senza voce...la voglia di sostenere la maglia...la faccia di un padre che dice al figlio non ce acqua poi non ha prezzo....Non ha prezzo neanche guardare il campo b in quelle condizioni...Allora io mi domando che senso ha farci la guerra tra tifosi ? Scrivere un post schiumanti di rabbia e farsi bagnare dal sito....fare una colletta per permettere a chi non ha soldi di farsi l'abbonamento....Non andare a mare e lasciare famiglia e fidanzate per il Taranto.....sono tutti comuni denominatori...Allora la domanda è una sola ma davvero dobbiamo continuare a soffrire così? Ad avere squadre allenate da amici degli amici degli amici ? Pseudo società allestite chissà da chi è per cosa ? Ad un Walzer di attaccanti inesistenti contattati e diisconnessi ? La risposta è no Taranto ed i suoi tifosi meritano rispetto ed io mi sento alla prima giornata perso x il cul ancora una volta consapevole che questi pupazzi in lega Pro non ci andranno mai.

Scritto il 17 settembre 2018 ore 22:53



Mimmmmm


vorrei scrivere ma nn scriverò piu di tanto perché poi mi bannano ...nonno ma cosa alla prima giornata in casa cn il bitonto li devi mangiare...per mimmo io rispetto se fai l abbonamento ma se mi dici perché è una comodità perché si risparmia .ok.ma se mi dici che lo fai perché hai fiducia nella società per me fai il male del calcio tarantino...nn faccio l abbonamento da più o meno 20 anni .ne fatti solo 2..sai perché????

Scritto il 17 settembre 2018 ore 22:38



Alfre59


Se non si fanno 9 punti nelle prossime 3 partite possiamo pensare al prossimo anno.non n perdit timp.forza Taranto sempre ....forse mio nipote di 2 anni vedrà il Taranto in serie diverse con mittal o Ilva o un'altra industria sporca.a proposito speriamo che intervistano alla prossima partita in casa gli assessori che c'erano in tribuna a proposito hanno fatt u bigliett

Scritto il 17 settembre 2018 ore 22:31



danymetal


Durare 30 minuti vuol dire che devi cambiare mestiere. Solo a taranto s stancano chi sa come mai. Montella che dice? Si è dimesso?

Scritto il 17 settembre 2018 ore 21:56



Rossoblu83


Con un allenatore un po’ più esperto anche dopo il goal avremmo potuto recuperare la partita. Manzo più di Marsili è sparito per tutto il secondo tempo.

Scritto il 17 settembre 2018 ore 21:47



Rossoblu83


Nonnoluigi se abbiamo alternative valide allora Panarelli ha dimenticato di averle.

Scritto il 17 settembre 2018 ore 21:42



Consoli


Luca non serve un esorcista...serve una società che vuole salire e soprattutto senza i serpenti in tasca...l'ultima volta che sei voluto salire veramente in attacco avevi aruta caputo e Cipriani e dopo venti minuti stavi vincendo due a zero in casa e fuori....le chiacchiere a zero...questa squadra tra tre giornate rischia seriamente di essere fuori dal giro promozione a proposito, il ferguson dei due mari è già pronto al ritorno...altro giro altra corsa ed anche quest'anno saliremo l'anno prossimo

Scritto il 17 settembre 2018 ore 21:42



Luca74


E giusto per scherzare (ma anche per rimanere in tema): è dal lontano '89 che lo Iacovone non viene benedetto; in quell'occasione ci pensò il Papa Giovanni Paolo II. Forse una benedizioncina andrebbe fatta. Nessuno ci ha pensato? Fondazione porta un sacerdote potente allo stadio! 😆😆

Scritto il 17 settembre 2018 ore 21:17



Luca74


Comunque sono d'accordissimo con chi ieri qui sopra ha scritto che qui a Taranto serve un esorcista.

Scritto il 17 settembre 2018 ore 21:11



nonnoluigi


Pietro_Gioia_1 ...e se fosse il secondo tempo il valore reale ? .. 🙂

Scritto il 17 settembre 2018 ore 20:43



nonnoluigi


Rossoblu83 dici bene si poteva fare scelta diversa...

Scritto il 17 settembre 2018 ore 20:41



nonnoluigi


Rossoblu83 al contrario abbiamo una panchina che permette di modificare l'assetto tattico del nostro centrocampo...credo che con gli under e anche gori o massimo ci siano alternative valide ...

Scritto il 17 settembre 2018 ore 20:40



nonnoluigi


zannoni78 .... le uniche palle che giravano ieri erano le palle sugli spalti... 🙂 ...dici bene...non è solo ...non potrebbe essere solo una questione di stanchezza fisica...con altre qualità si potrebbe sopperire....speriamo sia una questione momentanea ed estemporanea.... meno complessa ...comunque personalmente non ho ancora smarrito la delusione...e siamo alle 20 e 30 circa di lunedì...

Scritto il 17 settembre 2018 ore 20:36



Paffolotto


Ma stasera nessuna trasmissione sportiva locale?

Scritto il 17 settembre 2018 ore 20:32



Paffolotto


X zannoni78. La penso come te ed aggiungo anche la mentalità

Scritto il 17 settembre 2018 ore 20:31



zannoni78


È fisiologico un calo fisico durante una partita, a maggior ragione se trattasi di prima di campionato. La differenza la fa la personalità e le qualità tecniche. In certi momenti devi saper abbassare i ritmi, tenere palla e farla girare. Deve girare la palla non le gambe. Ma questo lo puoi fare quando hai giocatori di qualità e personalità. Se pensate che sia solo una questione fisica, prendete una grossa cantonata

Scritto il 17 settembre 2018 ore 20:13



Multijet_360


Abbiamo sempre criticato Cazzarò perché era tirato sui cambi, ma mister Panarelli sembra in piena continuità con il primo. Quando la squadra è ormai stanca il cambiare serve anche per spezzare il ritmo avversario e far rifiatare la squadra con elementi freschi. Panarelli dopo il gol subito si è improvvisamente accorto di aver una panchina alle sue spalle e non un muro su cui poggiarsi..

Scritto il 17 settembre 2018 ore 20:06



Rossoblu83


Io credo che siamo calati quanti Manzo e Marsili sono calati ( scusate il gioco di parole ). Purtroppo non abbiamo cambi validi in mezzo al campo. Cambiare solo gli esterni non è stata una buona soluzione perché a mio avviso il cambio andata fatto in mezzo al campo.

Scritto il 17 settembre 2018 ore 20:01



Coccinella


Ci risponda Presiniente.

Scritto il 17 settembre 2018 ore 19:55



Coccinella


http://www.mondorossoblu.it/m/

Scritto il 17 settembre 2018 ore 19:54