Go to Top

Guestbook

Aggiorna guestbook       Registrati

Effettua il login per poter scrivere

Registrati



Lambrugo


Ma fai bene a pensarla diversamente ci mancherebbe. Io non difendo Garufo. Ti sto solo dicendo che uno scapucchione come lui, grazie alla serietà e all'applicazione è arrivato a dei buoni livelli . E se lo regali a qualsiasi mister di C se lo prende. Serve anche quella gente nel calcio. . p.s. .....a Novara ha vinto 😉

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:43



ciccioscoppa


rb82 ogni tanto penso alla punizione calciata a Como: Dio ce ne scampi...

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:41



peppone


Intanto Tavecchio é vicinissimo alla riconferma....ce schife de pais!!

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:40



rossoblu82


cicciscoppa..pensa a parma dopo aver visto per anni fior fior di terzini quest'anno devono ammirare el pibe de tufo solcare la fascia e pennellare cross millimetrici... 😉

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:39



ciccioscoppa


lambrugo. Io la penso diversamente. Lui è andato in squadre che puntano a vincere e non lohanno fatto come novara e catania. Nonostante ciò se ne sono liberate pur spendendo lo stesso una barca di soldi, vedi catania quest'anno. Se fosse così importante perchè non confermarlo? Secondo me, dopo averlo visto all'opera, lo accompagnano alla porta. Non avrebbe senso ingaggiarlo per puntare a vincere e non confermarlo l'anno dopo quando punti nuovamente a vincere. Vedrai che l'anno prossimo non sarà confermato a Parma, sia in B sia in C

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:36



Lambrugo


....perchè cambia spesso ? ....semplicemente perchè ha mercato in C. Quella delle compagini che nelle intenzioni vogliono vincere. La C buona che accanto ai calaiò o i gonzales, ha bisogno anche di gregari di qualità e di gente che corre in una certa maniera per la squadra..Evidente questo piace. . E non avendo pretese di giocare nel Real madrid si "accontenta" di andare nella C di alto livello per auandare soldi e soddisfazioni. trapani novara catania e parma. Eppizze. Ripeto. Si parla di un giocatore che completa i quadri e non di un fuoriclasse che da solo fa vincere le partite. Soprattutto parliamo di C. cambiare squadre ambiziose non è un offesa. Noi abbiamo Potenza che ha cambiato 300 squadre. Tutte squadrucce. Allora ti devi chiedere perchè. O se vuoi facendo un passo indietro Panarelli, che ha cambiato una 20ina di squadre con una media inferiore in carriera di 12/13 gare l'anno. un Noncalciatore.

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:30



GrazianoC.


Buongiorno a tutti premetto che non ho visto ne partita ne immagini però sono contentissimo del risultato ottima media punti Forza magico Taranto

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:24



ciccioscoppa


vin 61. Ho leto qualche tempo fa un'intervista sul giornale di Vicenza del presidente Pastorelli. Diceva che quando era arrabbiato perchè i suoi giocavano male andava alla partitella del giovedì e diceva ad Orlando: "mi siedo dalla parte dove giochi tu almeno mi fai qualche numero e mi diverto".... sono soddisfazioni

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:23



vin61


RB82 - Aggiungo, conosco di persona il padre (ti posso garantire che è un grade tifoso del Taranto) e ti giuro che si è felice dell'esplosione del figlio ma è enormemente dispiaciuto del fatto di non aver indossato la maglia rossoblu.

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:21



Dolphin


338 minuti con porta imbattuta...esclusi i recuperi e 4 gol, uno a partita, in attacco...le cifre nn mentono... avanti cosi'

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:15



rossoblu82


vin61...montervino conosceva solo giovani campani del suo giro di procuratori...nn aveva tempo per seguire i giovani locali xchè doveva vedere e commentare le partite del napoli per le tv locali.,.

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:06



vin61


Buongiorno a tutti - volevo segnalare l'esplosione di un altro figlio della nostra terra Francesco ORLANDO del Vicenza (ora seguito assiduamente da ATALANTA GENOA e SASSUOLO) - questo ragazzo è del 96. Ricordo perfettamente che durante la trasmissione del martedì di circa due anni fa GIanni S: lo segnalò a Montervino il quale, con evidente spocchia, rispose che stava seguendo altro tipo di profilo (testuali parole) Beata competenza......

Scritto il 6 marzo 2017 ore 13:03



peppone


Stendardo deve essere propio un caca caiser 😀 (sembre se arraje con Altobello,ma sono amici) altrimenti non si capisce almeno io non lo capisco(forse troppi anni del nulla assoluto mi hanno fatto perdere la sensibilitá sul valore dei giocatori)perché la sua carriera non si é svelta sempre tra serie A e B..... quindi....2 sono le cose o é un caca caiser o molto probabilmente non ci capisco piú un caso 😀

Scritto il 6 marzo 2017 ore 12:09



binariotroncocannata


maiorino per il suo futuro professionale e' meglio che non scenda mai a taranto a giocare e rimane al nord.si perderebbe qui.

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:56



ciccioscoppa


scusa tu parlavi di epoca daddy, perdonami

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:54



ciccioscoppa


lambrugo credo che zito e mancini in quell'anno al siena con MPS che pagava benissimo abbiano preso soldoni per qualche anno di garufo

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:54



binariotroncocannata


ma mirarco non si era ritirato per andare a lavorare?ha cambiato idea?

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:52



ciccioscoppa


rb82 anche per me, in lega pro, maiorino è un buon calciatore, ma credo esuli dai nostri parametri societari.

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:52



ciccioscoppa


lambrugo e come ti spieghi che non ha mai strappato una riconferma?

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:51



rossoblu82


ciccioscoppa...maiorino partendo dalla panchina entra e fa doppietta...x me il ragazzo è sottovalutato e spero che baffone ce lo porti in estate e magari una volta tanto un tarantino farà bene con la maglia della propria città...

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:50



Lambrugo


Certo. E' cio che dicevo. Signor gregario-riserva-tamponizzatore. Dello squadrone di daddario, dopo la diaspora, è stato quello che dopo sciaudone ha guadagnato di piu.

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:47



ciccioscoppa


a novara titolare in 22 partite su 38 e a catania in 21 su 34. Comunque discrete presenze senza mai strappare una riconferma

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:42



ciccioscoppa


per amor del vero a Trapani è stato titolare in 26 partite su 42

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:40



ciccioscoppa


Lambrugo, senza pretesa di essere all'altezza delle tue competenze tecniche spiegami perchè tutti lo vogliono e nessuno lo tiene. Da quando è andato via da Taranto ha cambiato ogni anno una squadra. Credo che se fosse valido un novara o un catania lo avrebbero confermato, invece...

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:35



rossoblu82


garufo è un balzano che nn ha mai smesso di credere nelle sue potenzialità tanto da aver iniziato la carriera da attaccante...brrrr

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:33



alf


Pensavamo che ci saremmo salvati anche con meno di 40 punti ma per come vanno dietro dobbiamo farne 40 , e possibilmente prima di andare a Castellammare , l'ultima trasferta deve essere una scampagnata visto che probabilmente la J.S si stara giocando la posizione nei play off con Matera e Virtus , adesso battere l'AKRAGAS .

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:14



Lambrugo


….Ciccio, chi ha paragonato garufo a Camoranesi, non credo conoscesse la materia. Detto questo, Garufo non attrae la grande platea e non vedremo mai un bambino con la maglia di Garufo. E’ un Signor gregario tamponatore. Un calciatore tattico che un qualsiasi allenatore di C, vorrebbe avere nella sua ROSA ( che non vuo dire pensarlo da titolare). Ha una media di 30 gare l’anno (qualcosa meno), da San giovanni in poi ( escluso parma di questanno causa infortunio). In C ha giocato solo in squadre che puntavano a salire. Quindi ha guadagnato benino. E in B ( a trapani) è stato sempre titolare. Un jolly di destra con un aerobica da serie A, utilissimo. Per questa categoria di calciatori, difficile che i tifosi si strappino capelli, ma se son richiesti da squadre che puntano in alto, ci sarà un motivo. Parliamo di C ovviamente. Sarri della B lo avrebbe preso volentieri il primo anno ad Empoli. Chiese Antonazzo (puoi chiedere all’interessato)o Garufo per la fascia. Poi usci l’affare Laurini e Carli si buttò li .

Scritto il 6 marzo 2017 ore 11:10



peppone


Rivedendo il gol e analizzandolo bene le consegne sono Stendardo-Albadoro,De Giorgi-Gambino(discutibile)e Altobello-Signorini e mi sembra Pambianchi-Marino sulla linea del Calcio d'angolo Lo Sicco e a chiudere su Giannone,Maiorano,che gli ha lasciato troppo spazio e lo ja fatto crossre tranquillamemte sul suo piede,cuando almeno doveva costringerlo almeno a portarsi sul destro,comunque cross alto e non teso x Gambino,Giannone da figghje de "zocchele"qualé lo messa alta sul primio palo perché sapeva che il suo compagno in cm batteva tutti,secondo me li Mauro poteva dare una grossa mano a De Giorgi che a Gambino gli regala credo +- una 10 cm,diciamo che quella palla non doveva mai arrivare in aria,ma purtroppo gli interpreti contrari erano e sono bravi "assai"!!Due parole su Giannone ha fatto 2 partitoni contro di noi primancon la Casertana(lui e Giorno fecero i caiser loro)e ieri con il Fondi.....bhe spero cbe qualcuno prenda appunti,stiamo vedendo giocatori di assoluto valore in questo girone,speriamo che il nuovo D.S. stia giá lavorando sotto traccia.

Scritto il 6 marzo 2017 ore 10:51



nonnoluigi


il terzo processo lo devo subire...il più importante in assoluto...per il sottoscritto ha deciso un numero spropositato di decreti a salvaguardia del più forte...nei giorni prossimi..per tutta la primavera e autunno inoltrato.... si decide il padrone delle ferriere e purtroppo anche il padrone della città...in generale del territorio che circoscrive la città e le anime che ci sono... ..chi arriva farà come riva emilio...ArcelorMittal o Jindal saranno uguali a emilio ...devono produrre 6 milioni l'anno e lo faranno.... da “io faccio acciaio e basta”....di emilio riva...passeremo "noi facciamo acciaio e basta"..chiunque sia a comprare lo stabilimento comprerà la città e la salute dei cittadini...chi compra compra tutto il pacco.....sempre forza taranto

Scritto il 6 marzo 2017 ore 10:11



rossoblu82


sulle qualità nel gioco aereo di gambino nn ci sono dubbi ma al di là dello schema su corner del fondi l'attaccante andava marcato a uomo da uno dei centrali difensivi ed invece no sa capit nind ed è rimasto solo de giorgi che è stato sovrastato....può succedere anche xchè alla difesa si può rimproverare davvero poco

Scritto il 6 marzo 2017 ore 10:10



nonnoluigi


il secondo processo da tarantino che mi riguarda è in primavera e negli anni che verranno la scelta importante e ponderta del sindaco e dei suoi collaboratori che guideranno la città che tanto amo...la scelta coinvolgente perchè non devo e non dobbiamo sbagliare...deve risultare importante per il nostro futuro...meglio diciamo il futuro dei nostri figli e nipoti...come augurio personale di una scelta che faremo ....scelta costruttiva e futurista...che riguarderà il futuro e metterà nel dimenticatoio il passato e il presente... per il futuro meno incerto e più soddisfacente....

Scritto il 6 marzo 2017 ore 10:02



APS FONDAZIONE TARAS 706 A.C.


SOSTIENI LA FONDAZIONE TARAS!

La Fondazione Taras è un modo nuovo di essere protagonisti della vita del nostro club, il Taranto F.C. 1927.
Sostieni il progetto, partecipa:

- Rinnova le quote per l'anno 2017 o iscriviti qui: http://www.fondazionetaras.it/associati-campagna-associativa-2017/

- Versa una liberalità e avrai in omaggio gadget, come il nuovo calendario fotografico 2017 e altro ancora:
http://www.fondazionetaras.it/merchandising-2017/

- Sostieni il Taranto Day on Tour a Torino:
http://www.fondazionetaras.it/donazioni-tdot-torino/

Dalla parte del Taranto. Come sempre.

Scritto il 6 marzo 2017 ore 10:02



Romanzini


PARI GIUSTO. Quello ottenuto a Fondi è stato un ottimo punto per un Taranto trasformato soprattutto nella mentalità. La squadra rossoblù ha manifestato sempre le solite lacune soprattutto in fase di possesso palla ma a differenza del passato è più cosciente dei propri limiti, gioca ogni gara cercando di ottimizzare la resa in termini di punti con quel che può offrire il gruppo, coesione tra i reparti, volontà di ottenere punti, pressing sui portatori, sfruttamento delle poche occasioni che si manifestano nei novanta minuti, solidità del reparto arretrato. L'opera di normalizzazione iniziata da mister Ciullo quasi un mese fa prosegue senza grandi intoppi, e il Taranto continua a produrre punti pesanti sulla via della salvezza, rispettando una tabella eccellente, vittoria in casa e pari fuori, un cammino importante che ha prodotto 8 punti nelle ultime quattro giornate. La gara di Fondi non è stata assolutamente semplice, perchè di fronte i rossoblù hanno trovato un avversario tra i migliori affrontati quest'anno per gioco di squadra e valore delle individualità. Il Fondi ha schierato in campo giocatori di assoluto valore per la Legapro, basta pensare al trequartista Giannone che ha fatto il bello e il cattivo tempo sulla trequarti, o l'esterno d'attacco Calderini che è stato un gran brutto cliente per il nostro De Giorgi sulla sua fascia, per finire al centravanti Gambino, cercato dal Taranto a gennaio, che dopo averci silurato col Cosenza a fine anno si è ahimè ripetuto ieri con la casacca laziale. Fondi squadra ottima tecnicamente, ma anche troppo vanitosa, visto che avrebbe potuto fare molto di più in campo e invece ha finito con lo specchiarsi troppo senza incidere come avrebbe dovuto. Il merito è stato sicuramente di un Taranto che si è mostrato in campo sempre molto compatto, con una difesa attentissima e un centrocampo ottimo nel pressing sui portatori di palla avversari soprattutto con Lo Sicco e Maiorano. Non è stato un caso il fatto di aver sofferto qualcosina nel finale quando la mediana probabilmente ha esaurito la benzina a disposizione. Benino la squadra in attacco, con Magnaghi autore di una ottima prestazione durante la quale si è sfiancato nel cercare di far salire la squadra in un ottimo lavoro di sponda a favore dei compagni. Proprio da una ottima palla recuperata da Maiorano e da un buon movimento di Magnaghi in attacco è venuto il gol di Viola, che si è trovato un corridoio splendido nel cuore della retroguardia avversaria, e ha sfruttato benissimo l'occasione. Pari giusto dunque tra due squadre che possono continuare a cullare i propri sogni, posizione ottima nei playoff per il laziali e salvezza anticipata per il Taranto. La giornata di campionato ha offerto più di qualche risultato importante sia in testa sia in coda. La vittoria della Reggina contro la Casertana ci può stare, magari non così larga nel punteggio, così come fa specie la vittoria larga (o troppo larga) del Catanzaro contro un Matera allo sbando. Il Messina, prossimo a penalità in classifica, ha risucchiato definitivamente il Monopoli nella bassa classifica, mentre in coda fa scalpore la vittoria del Melfi al Cibali contro il Catania, sia per il punteggio sia per l'evento assolutamente imprevedibile. L'importanza di vincere gli scontri diretti a questo punto diventa una cosa fondamentale, perchè solo vincendo quelle partite si avrà la certezza di essersi messi definitivamente alle spalle la zona pericolosa della classifica. Domenica arriva allo Iacovone l'Akragas, posizionato 5 punti sotto di noi. Inutile dire che è gara da vincere a tutti i costi, anche per le gare che dovranno affrontare le nostre avversarie, e per i risultati che potrebbero scaturirne. Domenica troveremo di fronte noi un avversario pronto a mettere i famosi pullman davanti alla propria porta pur di non farci segnare, per cui servirà un Taranto differente, più offensivo, più pronto a fare la partita, per vincere la gara. Tre punti domenica potrebbero essere un mattone quasi decisivo sulla strada dell'edificazione di una salvezza anticipata che sino a qualche settimana fa sembrava essere solo un miraggio. L'invito è sempre il solito, affiancare i ragazzi in questa impresa con una presenza massiccia e festosa allo stadio, in una partita per niente facile, perchè si possa conquistare quanto prima posizioni più tranquille, e magari si possa sfruttare le ultime giornate per testare qualche elemento che attualmente gioca meno in prospettiva futura.

Scritto il 6 marzo 2017 ore 10:00



nonnoluigi


.il primo processo frivolo e passionale sarà la primavera che passerò in compagnia della mia passione sportiva...ma non solo la primavera dove la mia squadra del cuore si deve salvare ...ma anche dopo l'estate e l'autunno per i nuovi programmi che mi interesseranno e coinvolgeranno da sportivo e appassionato.....perchè questo periodo potrebbe risultare come augurio personale di costruttivo per il futuro meno incerto e più soddisfacente....

Scritto il 6 marzo 2017 ore 09:56



nonnoluigi


ottimo angelo 10 con la lode...

Scritto il 6 marzo 2017 ore 09:55



nonnoluigi


da TARANTINO mi accingo ad una primavera dalle emozioni forti.....all'orizzonte 3 processi di tutto rispetto...da vivere e condividere intensamente...

Scritto il 6 marzo 2017 ore 09:54



Lambrugo


Ottimo Luigi 8,54. Premesso che il gol lo ha siglato il piu forte colpitore di testa di C, addebbitare colpe a De giorgi è un nonsenso. I passaggetti (che sembrano inutili agli occhi dei distratti), servono a prendere tempi e posizioni. Bravo Pochesci ad individuare una falla sul quale Ciullo lavorerà in settimana. La "colpa" (che ci sta con Gambino...) è della linea-distanze-tempi. Quindi di tutto il pacchetto....bravissimo lo stesso ma non allaltezza in questa occasione. Ripeto bravo anche l'avversario nella preparazione. A proposito di avversario. Depoli, venerdi disse che Gambino (che con ciullo si è trovato a meraviglia) è stato il vero rimpianto ma che purtroppo ha scelto (ovviamente) una squadra con qualche ambizione in più e relativo guadagno più alto (il fondi non ha problemi di quattrini). La nostra clasifica ha fatto il resto.

Scritto il 6 marzo 2017 ore 09:44



DEMOCRATE


Il Taranto ieri ha fatto la partita che doveva fare, purtroppo è una squadra con grossi limiti che deve fare di necessità virtù considerando anche qualche assenza importante, un punto guadagnato contro un ottima squadra che ci tiene fuori dalla zona rossa, importantissima la partita di Domenica che sarà un altro spareggio contro un Akragas che venderà cara la pelle fino all'ultimo. Tutti allo stadio e FORZA TARANTO.

Scritto il 6 marzo 2017 ore 09:31



nonnoluigi


tutte le squadra interessate alla salvezza stanno tirando al massimo...alzando la quota della salvezza di molto...con questi risultati che prevedono scontri incerti tra la testa e la coda...sarà un campionato da vivere intensamente...mancano ancora 10 partite ma la classifica bisogna sempre guardarla ..e a guardala sembra che abbiamo risucchiato il monopoli ....nella lotta a salvarsi...e potremmo risucchiare anche la paganese ,anche se ben lontana,tra qualche settimana...due vittorie e si in paradiso...due sconfitte e sei all'inferno ...sft

Scritto il 6 marzo 2017 ore 09:22



nonnoluigi


lenotarima..e ancora prima una palla toccata 3 volte su un calcio di angolo...tutta la catena di destra della nostra difesa un pochino disattenta...il cross andava intercettato prima ...onesto ottimi gli schemi del fondi ....onesto incapaci noi a sfruttare le poche palle inattive...l'ultima su magnaghi da non rivedere più in assoluto...è un offesa al gioco del calcio...dobbiamo cominciare a provare qualche schema anche noi .....ma ci può stare ...un altro gol preso con palla alta...ma il punto è meritatissimo....dice bene lù tore "di quello che dice pochesci mi interessa poco"....

Scritto il 6 marzo 2017 ore 08:54



Tonino_Palese


Intanto il presidente del Fondi a Radio Cusano Campus ha dichiarato che : "C’è ancora una volta delusione in casa UnicusanoFondi per aver gettato al vento due punti importanti per la corsa play off, per di più tra le mura amiche. La squadra dell'Università Niccolò Cusano, al Purificato, non riesce ad andare oltre l’1-1 contro il Taranto, passato in vantaggio all’inizio del secondo tempo e raggiunto al 68’ da un colpo di testa di Gambino, entrato in campo dieci minuti prima al posto di Tiscione. Il presidente Ranucci, al termine del match, ha manifestato la propria delusione intervenendo ai microfoni di Radio Cusano Campus: "Altri due punti persi". IL TECNICO. Sandro Pochesci indovina la mossa decisiva per il pari, ma a fine gara è tutt’altro che soddisfatto: «Pareggiare non mi piace, soprattutto in casa. Purtroppo – prosegue il tecnico degli universitari – si sono affrontate una squadra scesa in campo per vincere e una venuta qui per non perdere. Il taranto ha avuto un atteggiamento difensivo dall’inizio e ancor. Le abbiamo provate davvero tutte. Poi sono andati in vantaggio per colpa di un nostro regalo e da allora il gioco si è trasferito nella loro area di rigore». Le occasioni più importanti però per l’UnicusanoFondi sono nate da calcio piazzato. Il tecnico ha qualcosa da dire ai suoi uomini: «Abbiamo trovato una squadra che si è difesa in 10, avremmo dovuto attaccare con più convinzione, essere più “cattivi” nell’uno contro uno. Mi aspettavo maggiore determinazione». Pochesci, tuttavia, ricorda come la sua squadra, con tre vittorie e cinque pareggi, sia ancora l’unica imbattuta nel 2017: «Siamo ancora attaccati al treno dei play off. Nonostante la rabbia per le tante occasioni sprecate e i punti persi per strada, bisogna dare dei meriti a una squadra in grande crescita che se la giocherà fino alla fine». Domenica prossima, nella delicata trasferta di Siracusa (sesto in classifica con un punto in più dell’UnicusanoFondi), Pochesci dovrà fare a meno di tre uomini: gli squalificati De Martino, Calderini e Signorini, espulso per doppia ammonizione nel finale della partita di oggi. IL PRESIDENTE. Tanta è l’amarezza espressa anche dal presidente dell’UnicusanoFondi Stefano Ranucci ai microfoni di Radio Cusano Campus (89.1 Fm a Roma e nel Lazio, in streaming su www.radiocusanocampus.it): «Abbiamo ripreso la cattiva abitudine di farci rubare palla sulla trequarti e di subire gol. Fortunatamente Gambino, un giocatore che la società ha voluto fortemente, ci ha regalato il pareggio. Purtroppo non siamo riusciti a ribaltare il risultato. Così però stiamo perdendo troppi punti. Con tutti questi pareggi non si va da nessuna parte». Durissimo, secondo il presidente, sarà il prossimo impegno contro il Siracusa, reduce da 4 vittorie nelle ultime 5 partite: «Noi abbiamo un organico che può fare risultato con tutti, ma i campionati non si vincono con le figurine. Bisogna dimostrare di essere quadrati come dimostrano le squadre che stanno in cima al nostro girone. A Siracusa ci giocheremo quasi una finale: dobbiamo iniziare a metterci la testa e a lavorare già da domani mattina». RICERCA. Ieri l’UnicusanoFondi, club dell’Università Niccolò Cusano, è sceso in campo per ricordare la Giornata mondiale del linfedema, che si celebra oggi. L’appuntamento si tiene oggi per la prima volta in Italia e riguarda una patologia rara che colpisce circa 40 mila italiani l’anno: dal 20 al 40% si tratta di pazienti sottoposti a trattamenti oncologici."

Scritto il 6 marzo 2017 ore 08:27



lenotarima


Penso che sul goal del Fondi ci sia stato un errore di diverse persone: De giorgi lo marca a uecch, Maurantonio forse sarebbe dovuto uscire...cmq non era DE GIORGI CHE POTEVA ED AVREBBE DOVUTO MARCARE GAMBINO. Cmq punto importante e non dimentichiamo che dobbiamo solo salvarci e copme dice ciullo non abbiamo fatto nulla

Scritto il 6 marzo 2017 ore 08:11



zannoni78


mi sa tanto che columella non tira più fuori i soldi...

Scritto il 5 marzo 2017 ore 23:31



peppone


Lega Pro, cade il Lecce: Foggia capolista. Matera, crisi nera Curioso il corriere dello Sport,mette questo titolone e mette come foto Pambianchi e De Giorgi che corrono sotto la nord....probabilmente pensando che sono del Foggia 😀

Scritto il 5 marzo 2017 ore 22:29



nonnoluigi


A Francavilla stanno cavalcando un sogno....capace che finiscono terzi nel campionato..domenica vanno a Vibo...

Scritto il 5 marzo 2017 ore 22:22



nonnoluigi


Ricambio il saluto di nikofidelis...troppo buono....sto vedendo la partita del Lecce a Francavilla...il Francavilla ha meritato...se le partite di play off sono andata e ritorno sarà difficile per tutte....bella squadra il Francavilla

Scritto il 5 marzo 2017 ore 22:16



peppone


ok grazie!

Scritto il 5 marzo 2017 ore 22:10



rossoblu82


Peppone...lucchese e Pisa sono state penalizzate di un punto X mancato pagamento dei contributi di luglio e agosto

Scritto il 5 marzo 2017 ore 21:41



peppone


R.b.82 spiegami una cosa,ma le penalizazioni non sono giá arrivate o meglio ho letto solo di Lucchese e Pisa o sono per altri motivi?

Scritto il 5 marzo 2017 ore 21:37



peppone


2 cose veloci veloci,la prima di un certo imteresse a mio parere e l'altra é una curiositá peró da condividere,la prima devo fare i complimenti all'Akragas tutta dalla societá all'allenarore e ai suoi ragazzi che stanno onorando alla Grande il campionato dopo quello che si pensava di loro dopo Gennaio,quindi occhio Domenica.La seconda cosa due parole sul cammentatore di sportube di Fondi,mi é sembrato il piú preparato sino ad ora ascoltato e il piú obbiettivo!Bravo non so come si chiama peró Bravo!

Scritto il 5 marzo 2017 ore 21:33