Go to Top

Guestbook

Aggiorna guestbook       Registrati

Effettua il login per poter scrivere

Registrati



peppone


sulla= dalla.

Scritto il 18 Aprile 2017 ore 09:05



peppone


Belle le piccinne 😉 Ora l'errore piú grave che si puó fare é sviare l'attenzione sulla squadra ad oggi chi ci puó SALVARE veramente sono gli 11 che vanno in CAMPO e mister CONTE.....bisogna elogoarli o CRITICARE ma MAI abbassare la guardia su di loro....Oggi parlare di Societá,Pizzetto Pizzarrone o della Fondazione non ha senso SA DI SFOGO ED DI IO PRIMA DI TUTTO,QUANDO IL BENE COMUNE É IL TARANTO!!Perché?perché non sono loro a scendere in campo,quindi tutti gli sforzi,ripeto,devono essere dedicati alla squadra,nel bene o nel male non ha importanza....questa caccia alle streghe ora non ha senso,poi a fine campionato facime le "cunde"ma ora piú di qualcuno mi stá facendo VERGOGNARE!Prima il Taranto e poi il resto C.AZZO!!

Scritto il 18 Aprile 2017 ore 09:05



Lambrugo


RILEGGETE BENE. E’ un invito ad aprirvi un negozio per conto vostro (nessuna presa in giro). Oramai siete abbastanza grandi. Invece di stare sulla finestra. Delegare, dare e dire cosa c’è da fare (sempre sul computer). Create un gruppo alternativo. Create più gruppi alternativi. Ognuno con le proprie idee ed eventualmente (nel caso si volesse), convogliarle in un unico comunicato (soprattutto quando si tratta di argomenti in cui siamo tutti d’accordo…tipo abbassamento dei prezzi). In questo modo, si avrebbe più peso contrattuale. Oppure come dice Sostegno, date una mano alla Fondazione con idee ed energie. La Fondazione può suggerire all’orecchio cosa sarebbe meglio fare, ma poi è sembe u patrune a decidere come e dove. La tifoseria del Taranto da questo punto di vista è indietro almeno 20 anni. I cani sciolti non servono, o servono a poco da questo punto di vista. Nessun Presidente (intelligente , ricco e competente) può ascoltare 10000 pensieri diversi da 10000 tifosi diversi ognuno con le proprie teste o perdere il prezioso tempo su feisbukk . La settimana scorsa , nel luogo dove vivo, c’è stato un confronto chiarificatore (faccia a faccia) e SENZA giornalisti, in cui società e Direttore generale spiegavano i motivi che hanno portato a delle criticità. E’ importante il “vedersi di persona”. Fa la differenza. BENE. La tifoseria era rappresentata da 2 dico 2 soggetti ( per gruppo) che rappresentavano una decina di gruppi. Questa è democrazia. Non lo leggerete su nessun sito, perché i panni sporchi è sempre bene lavarli in casa. Questa è la maniera di ragionare. Questa è la maniera di coinvolgere per cercare di portare a casa un risultato. Questa è la maniera di dividersi meriti e distribuire responsabilità. E non delegare un “Patronato” dei tifosi (sempre su Internet). In quasi tutte la città medio-grandi è cosi. Qui invece o si ragiona su internet o se menene skaffe a uecchjie. Ragionare di persona mai. Sempre per perdere. Solo per perdere. Quando ci fu l’incontro con Depoli, c.azzo mi aspettavo qualche voce “differente”. Sarebbe stata ben accetta per avere qualche stimolo in più. Per avere una spinta in più. Una critica diversa. Sono utilissime le idee e le valutazione altrui. Invece il nulla. Sule chiacchijere. E qui si muore giorno dopo giorno di chiacchiere ed ignoranza. Il Taranto siamo VOI. Infatti….l ame viste.

Scritto il 18 Aprile 2017 ore 09:03



Lambrugo


. La Fondazione è un supporters trust ma nella sostanza è un gruppo di tifosi e di persone che seguono la propria squadra, così come la "Fondazione Filadelfia" a Torino o i "Belli carichi" di Modena, "Tifo e amicizia" o i vari centri Coordinamento in giro per lo stivale (i primi che mi vengono in mente). Non è il patronato obbligatorio per tutti i tifosi rossoblu. Non è un club privato. E’ anche un luogo di incontro in cui molti iscritti trovano affinità (buone o cattive che siano) che poi si manifestano in varie iniziative tipo incontri per fuorisede, “incontri nelle scuole”, iniziative, incontri con gli associati e con addetti ai lavori, dibattiti, premiazioni, momenti vari di aggregazione per tentare di far crescere e promuovere un territorio con potenzialità importanti. Ripeto: TENTARE di fare un percorso di crescita come avviene in molti gruppi di tifosi in Italia e Europa. Punto. Non c’è molto da aggiungere. Poi come in tutti i gruppi, partiti, patronati, ecc. ci stanno pure gli errori fisiologici e ci sta pure che se su 10 soggetti ce n'è uno “malamente” questo fa parte del corredo di tutte le categorie. Quasi normale. Anzi normale. Non sarà certo questo dato a scoraggiare gli altri 9. I gruppi nascono proprio per dare un'unica voce. Sarebbe complicato per un presidente di calcio ascoltare i singoli tifosi (o cani sciolti). Non perché non contino…anzi, ma proprio perché non è possibile sentire 200.000 pensieri. Non capisco chi da un computer - ripeto…da un computer - continua a credere che possa esistere il monopolio di tutto il tifo. Non è così. Ci mancherebbe altro. Per quanto nella sua mission la Fondazione si definisca inclusiva e aperta a tutta la comunità dei tifosi, è naturale che non possa rappresentare realmente tutte le anime del tifo. Invito quindi chi ha un'altra scuola di pensiero di creare un gruppo, chiamarlo “xxxxx” e tirare fuori un'idea. Una corrente. Farsi le sue brave tessere e farsi le sue brave riunioni settimanali. Ascoltare la gente e farsi sentire dalla società di turno in modo da migliorare qualcosa. Sarebbe utile per tutti. Sarei il primo a partecipare ad un incontro interessante, lì dove l’invito fosse rivolto a “tutti”. Saluti.

Scritto il 18 Aprile 2017 ore 09:03



DANNY72


Ippazio...buongiorno....mi hai tirato in causa (qui sopra) e quindi ti rispondo....(qui sopra). Ma di quali congetture parli? Dove ho parlato di congetture? ho solo dato una risposta a mimmo dolente prima...e assimepacce dopo (ieri). stop. Buona giornata..

Scritto il 18 Aprile 2017 ore 08:44



Assimepacce


Romano capisco a cosa alludi ma l'accostamento è quanto meno ardito. Ho parlato di soldi perché tu hai scritto di diritto arrogato. Mica rinfaccio a nessuno l'impossibilità a partecipare come fa chi sai bene. Buona giornata.

Scritto il 18 Aprile 2017 ore 07:48



Tonino_Palese


@vecchio rossoblu. Ti quoto. Anche se molti che scrivono qui non ci credono più; sono rassegnati. Atteggiamento che non mi appartiene e che continua a dare vantaggi agli avversari. Bisogna continuare a sostenere Ciullo, che deve inventarsi qualcosa nonostante la situazione, e la squadra senza abbandonarli.

Scritto il 18 Aprile 2017 ore 06:57



vecchiorossoblu


buongiorno.....scrivo pochissimo, perchè il guest è diventato un muro del pianto, accuse a destra e a manca, corsa a trovare tutti gli errori e i colpevoli di questa difficilissima situazione....forse sarebbe il caso di aspettare qualche settimana, domani si gioca e anche domenica e domenica l'altra e l'altra ancora, ci sono 12 punti a disposizione, cerchiamo di non avere rimpianti. Io da tifoso cieco e coinvolto, ci credo, non alzo bandiera bianca, FORZA TARANTO

Scritto il 18 Aprile 2017 ore 06:45



i.prete


Danny è certo che tu sai chi sono. Non mi oare di averti mai offeso. Perché non spieghi a me tutte le tue congetture? Te lho chiesto varie volte ma da quell'orecchio non vuoi sentire. Accompagnati pure alle elucubrazioni brillanti del dottor Gozzo

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 23:41



Fuorisede68


Scusate ma i tanti che criticano offendono denigrano, voi cosa proponete in concreto? Mi pare che siete buoni solo a criticare senza avere soluzioni ai problemi. Quidde no vvale a ninde, quidde e nu ciuccie, quidde accussi, ma voi siete dei fenomeni? Chi se la sente, può sostenere la squadra, chi non se la sente non è obbligato a tifare. Il duo non sta bene neanche a me, ma come mai non c'è la smania di nessuno a subentrare? Eppure leggo qui sul guest di diritti per gli under, diritti sportube, incassi, sponsor, abbonamenti, insomma un pozzo di soldi. Se fosse così perché prima o poi tutti vanno via? Mi sapete dare una risposta convincente?

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 23:26



Romano_Sessantotto


Ps: Antonio adesso sei tu a parlare di soldi?

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 23:07



Romano_Sessantotto


Leggo che anche voi ammettete che il duo ha fatto tanti errori ma nn avete mai e dico mai una critica in tempo utile...mai un'azione pungolatrice....Ecco questo noi tifosi ci saremmo aspettati See us

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 23:05



gianlucasostegno


buona serata

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 23:04



DANNY72


Signor sostegno....le auguro buona serata....Le sue offese dei mesi scorsi....non le ho dimenticate...e quindi...penso sia inutile...oggi....avere un dibattito con lei. Ripeto...grazie dello spazio che gentilmente....mi avete dato...su quest vostro guest. Buona serata....buon lavoro...

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:59



alf


x Romano_Sessantotto : non mi sembrano molto arroganti , sono disposti ad ascoltare tutte le voci del tifo ,chiunque puo andare alle riunioni , sono perfino disposti a farsi da parte se altri sono pronti a subentrare , onestamente mi sembrano piu arroganti quelli del Taranto siamo noi .

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:50



DANNY72


...a quindi a nome dei tifosi....ok...ok....Sarebbe meglio e forse più preciso...scrivere...a nome di "parte" dei tifosi....Sarebbe quanto meno....più realista....secondo il mio insignificante e modestissimo parere personale....Scusate se ho voluto fare questa precisazione....facendo uso dello spazio della vostra associazione....

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:48



Romano_Sessantotto


Però potreste almeno ringraziarci che diamine....siamo tra quei pochi che ancora vi degnano di considerazione. Di solito in giro quando si pronuncia il nome della ft la gente manco sa chi siete

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:46



gianlucasostegno


anche se ogni limite ha una pazienza come diceva Totò, per il resto anche danny72 dalla risposta che fornisce non ha compreso cosa sia un supporters trust. La verità è che è un concetto difficile da comprendere perché estremamente innovativo ed avanti di circa vent'anni. In germania infatti lo hanno introdotto vent'anni fa ed i risultati si vedono. probabilmente anche lì vent'anni fa non lo capivano, ma hanno insistito e sono stati lungimiranti ed anche il governo lo ha capito ed oggi i Supporters trust esistono per legge e detengono per legge almeno il 51% delle società di calcio.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:45



Assimepacce


Vedo che stai imparando. A nome dei tifosi, non di tutti i tifosi. Non credo abbiano mai avuto questa pretesa.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:43



gianlucasostegno


comunque il dr. Gozzo non fa testo, lui è contro a prescindere ma non sa neanche bene il perché visto che ancora non è riuscito a spiegarlo in maniera concreta. Ma sinceramente non lo pretendo neanche perché mi rendo conto che è chiedergli tanto. Sarebbe sufficiente fargli notare che gli consentiamo sul guest della Fondazione di essere contro la fondazione di offenderla e denigrarla a suo piacimento.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:37



DANNY72


Quindi in pratica siccome uno mette i soldi...può parlare a nome di tutta la tifoseria? (la tua risposta sarà...la solita: non ho detto questo.....)

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:37



zannoni78


Beh a dirla tutta anche la curva non ha fatto una grande figura. Le prime contestazioni troppo blande sono state tardive. La vera contestazione é arrivata solo sabato quando la frittata era fatta. In altri tempi le contestazioni sarebbero avvenute molto prima. Questa società ha goduto di un credito immotivatamente illimitato.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:35



Assimepacce


Romano in realtà quel diritto la fondazione non se l'è arrogato ma conquistato a suon di quattrini messi. E comunque mi pare un po' poco per l'odio che traspare.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:30



Romano_Sessantotto


X ALF Semplicemente perché si arrogano il diritto di farsi portavoce dei tifosi in seno alla società. Penso che possa bastare

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:22



taras1987


Alf se ti riferisci a me evidentemente non mi sono spiegato

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:21



Luca74


MARE NOSTRUM trasmissione bella e propositiva su Rai Storia. Spero ce ne saranno altre in futuro. Sul momento: a prescindere da alcune differenze di idee (anche giuste), ho potuto leggere che tutti pretendiamo qualche comunicazione dalla società. Ci è dovuto. Cosa vogliono fare? Ci tengono alla squadra? Ci tengono alla categoria? E se non ci tengono, che intenzioni hanno? Faranno il solito gioco al massacro fino ad agosto pretendendo la Luna per vendere? Ci faranno sparire come ha fatto km0? Oppure rilanceranno? Siamo i tifosi. Coloro che hanno consumato i gradoni dello Iacovone. Coloro che si sono abbonati a prescindere. ....ci è dovuta una spiegazione. SFT.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:15



alf


É come un cane che si morde la coda , piu si butta m.... sulla fondazione meno forza ha la fondazione , meno iscritti e naturalmente meno tifosi disposti a collaborare , quello che ancora non ho capito ma sicuramente sara un mio limite , é quali sono le colpe della fondazione per meritare questo odio se qualcuno é disposto a spiergacele le leggero con grande attenzione .

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 22:11



taras1987


Ippazio se la fondazione è attiva ormai da anni ed il 90 % non sa cosa sia un trust significa che la fondazione ha operato male, detto questo capisco quanto sia logorante avere una comunicazione continua ma lo è così tanto perché siete 4 gatti ad occuparvi di tutto.... È un cane che si morde la coda questo discorso

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 21:44



LuxTarentum


La Fondazione con i prezzi dei biglietti non c'entra niente.. Può fare tutte le proposte che vuole, ma ormai e chiaro che quei due se ne sbattono della Fondazione, se ne sbattono dei tifosi, se ne sbattono della squadra e se ne sbattono pure della loro stessa società.. Quando un presidente esce dallo stadio, dopo l'ennesima sconfitta della peggior squadra della storia rossoblu, gridando ad alcuni contestatori in tribuna (peraltro tifosi storici nonchè persone note e stimate da tutti) "siete voi la gente di m....!" (e non possono smentirmi, c'è un video in rete che mostra tutto), cosa parliamo a fare? Hanno combinato un disastro, ci hanno fatto pisciare in testa da cani e porci e si permettono pure di fare gli offesi e i risentiti.. Ma tanto il finale è già scritto: ci porteranno in serie D e diranno (assecondati dai loro fedeli lacchè) che la colpa è dei tifosi che non hanno pazienza e della città che non merita gente come loro.. E magari avranno pure la faccia di bronzo di rimanere pure l'anno prossimo nei dilettanti, facendo l'ennesima squadra mediocre low cost, con allenatore a costo zero, tanto 2000 fessi che rimpinguano il loro portafoglio li trovano sempre.. E qualcuno, che la dignità non sa nemmeno dove sta di casa, li ringrazierà pure, perchè grazie a loro ci sarà ancora... un pallone che rotola!

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 21:41



i.prete


Vero. Ma abbiamo avuto delle esperienze anche abbastanza recenti. Grandi annunci e poi il nulla. Il fatto è che è molto faticoso sia dare corpo alle buone intenzioni da parte di chicchessia sia aprire un canale di comunicazione così continuo. Più che faticoso proprio logorante e quindi difficile soprattutto quando non c'è proprio nulla che ti possa dare entusiasmo. In ogni caso io non ho difficoltà a dire che la.situazione ha portato ad una eccessiva personalizzazione della fondazione. Ed in molti casi l'avversione alla singola persona che in questo momento governa sfocia in avversione alla fondazione. Ma il problema principale è che il.90% non sa cosa è un trust di tifosi

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 21:40



taras1987


Gianluca molti di noi soci non sappiamo nulla su cosa sta facendo ora la fondazione, quali potrebbero essere le cose in cui potremmo essere in grado di dare una mano o cosa effettivamente serve...Non metto in dubbio che sicuramente è anche colpa nostra ma probabilmente ci si potrebbe aprire un pochino di più....Con la tecnologia di oggi probabilmente basterebbe una mail in cui si aggiornano i soci degli obbiettivi a breve,medio è lungo termine. Chiedere magari una mano sul progetto x o su uno y....Dovesse mancare pure uno che vi imbuca una lettera lo sapete in pochi e siete sempre voi che vi addossate gli incarichi. Non vuole essere una accusa, anzi onore a voi....Però così non si coinvolge nessuno...Non so se mi sono spiegato...

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 21:25



gianlucasostegno


più soci attivi siamo e meno ci spendiamo noi. Magari. Il problema è che essere attivi qui significa trascurare molte altre cose della propria vita e del proprio lavoro.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 21:18



gianlucasostegno


x taras 1987: può essere. Ma accogliamo a braccia aperte chiunque voglia darci una mano. Magari ci fossero soci più attivi. La fondazione è di tutti ed è aperta a tutti, non saprei cosa fare per invitare i soci ad essere più attivi.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 21:16



auer


alf, era solo per dire che la prossima dovrebbe essere la partita pro-taranto, se non sbaglio, perciò il discorso che i prezzi non si possono abbattere per rispetto degli abbonati questa volta non vale. poi per l'eventuale gara playout non so se i prezzi li decide la società o la lega. comunque si capisce che sono solo proposte, poi la proprietà decide come vuole. in questo momento non credo si possa tentare altro

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 21:10



taras1987


Gianluca io da socio ho solo un appunto da fare.... È troppo chiusa la fondazione...Sia nella comunicazione che nel attirare i soci a diventare più attivi....

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 21:09



gianlucasostegno


Io vi dico che se c’è uno od un gruppo di persone che ritiene di poter fare di meglio e di più dell’attuale direttivo, ben venga. Ci facciamo da parte in un attimo, facciamo le nuove elezioni. Non è una chiangiuta, non è una provocazione e tantomeno una polemica. Lo penso veramente. Siccome alla Fondazione Taras ed al Taranto Fc 1927 ci teniamo veramente perché sono entrambe “creature” che abbiamo visto nascere e crescere, se qualcuno può dare di più dell’attuale direttivo io personalmente sarei felicissimo. Qui non ci sono poltrone, non ci sono stipendi, non si percepiscono soldi, non si entra gratis allo stadio perché ognuno di noi ha fatto l’abbonamento o fa il biglietto. L’unica ricompensa è quella di vedere dei risultati, dei miglioramenti che siano della prima squadra, del settore giovanile o della scuola calcio. Io l’ho detto tante volte e lo ripeto in questa sede. Non mi interessano i complimenti e/o gli incoraggiamenti dopo questo post, non è finalizzato a questo. L'obiettivo è migliorare e se qualcuno ritiene che possa contribuire a questo più dell'attuale direttivo, quel qualcuno avrà tutto il nostro appoggio.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 21:04



gianlucasostegno


I direttivi della Fondazione che si sono succeduti hanno lavorato tanto, tantissimo. Lavorando commetti degli errori, la Fondazione degli errori li ha commessi non c’è dubbio. Avrebbe potuto comunicare di più, ma talvolta si è preferito agire piuttosto che comunicare. Ci siamo ad esempio presentati negli spogliatoi dello Iacovone, abbiamo parlato alla squadra era presente quasi tutto il direttivo. Abbiamo fatto un lungo discorso ed alla fine ho salutato personalmente i ragazzi ad uno ad uno facendo il giro delle panche guardandoli negli occhi ad uno ad uno. Secondo noi serviva farla quella cosa, non necessariamente renderla pubblica. Mentre in molti ci dicevano perché non incontrate la squadra? Noi l’avevamo già fatto e magari questo rientra tra gli errori di comunicazione.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 20:58



peppone


Danimarca shock: topi morti dalle tribune contro i calciatori! Presenteranno certificati?

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 20:49



alf


ma cosa credete che non ci leggono ? o credete davvero che nessuno abbia chiesto di abbattere i prezzi ? non vogliono e basta , loro sono i propietari loro comandano, come ha detto qualcuno che devono fare metterli un coltello alla gola ? .

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 20:44



peppone


Ma spiegami un a cosa,in sala Stampa in altri lidi chi va?Agnelli,,Zanetti,Berlusconi,,Pallotta??Ma di cosa stiamo parlando in sala stampa ci va l'allenatore e quando le cose vanno male puó essere fiancheggiato dal D.s. che nel nostro caso no ne abbiamo!!

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 20:15



egi72


Multijet se tu ti fai di corsa tutta viale Magna Grecia partendo da viale Jonio. Arrivi alla concattedrale e trovi me che ti chiedo di rifarla sempre di corsa. Tu giustamente mi mandi a cagare perché non ce la fai più. Però secondo te se ti offro dei soldi trovi la forza di farlo!!!!????? Uagnu la squadra non sta in piedi prima ancora di essere definita scadente tecnicamente. Prima ce ne convinciamo meno soffriremo per questa annata disgraziata!

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 20:12



auer


l'ultima in casa contro la vibonese dovrebbe essere la partita pro-taranto, e poi ci potrebbe essere una partita dei play-out in casa, sempre che riusciamo ad evitare l'ultimo posto. si potrebbe chiedere alla proprietà non di ridurre, ma di ABBATTERE i prezzi per queste due parite, per capirci ingresso a due o tre euro in cuva e gradinata, in modo da favorire una grande affluenza e sostegno da parte del pubblico. magari il tutto lanciato con un manifesto e un comunicato, per dire stiamo vicini alla squadra fino alla fine. si può fare perchè entrambe queste partite non sono comprese nell'abbonamento, dunque non si fa torto agli abbonati abbattendo i prezzi. non è detto che la proprietà accetti, e non è sicuro che servirebbe a qualcosa. è un idea.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 20:12



rossoblu82


che doveva dire ciullo....eppure in conferenza stampa va solo lui a metterci la faccia mica la presidentessa....e poi m pare che ultimamente nn vadano nemmeno in trasferta....

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 20:07



LucianoSecchi


ineressante editoriale di Marcello Fumarola su mondorossoblu. In tifo veritas

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 20:00



peppone


R.b82 Ma tu hai informazioni privilegiate?Sai qualcosa di certo che la societá non é vicina alla squadra,a Domanda Conte ha risposto in conferenza stampa...ma lei si sente solo??.....Risposta:No assolutamente!! Sei sicuro lo chiedo a te e a altri che oggi il Presidente non sia allo Iaco??Magari vi state facendo un film e la veritá é un altra e cioé il duo é allo Iaco!!

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 19:58



Multijet_360


Ma perché quei pochi imprenditori rimasti a Taranto non si mettono insieme per un bel premio permanenza per i calciatori? Secondo me una bella svegliata se la darebbero un po' tutti, anche gli infortunati perpetui.. (i soldi alla fine servono a tutti). Invece vedo un abbandono totale, un c'è me ne futt a me tipicamente tarantino.. Ragazzi una volta perso la Lega Pro, un altro ventennio di dilettantismo ci tocca.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 19:52



Fuorisede68


Condivido in pieno l'ultimo post di Mimmo Dolente. La Fondazione fa da scudo quando è facile sputare addosso veleno e improperi di ogni genere. I tifosi si stanno arrovellando per la situazione attuale, ma non c'è da aggiungere molto al fatto che l'andamento della squadra dipende molto dall'ambiente che si crea intorno. Sotto questo punto di vista sono certo che la fuga dei tre fosse evitabile se vi fosse stato un piccolo sforzo economico finalizzato a premiare la squadra in caso di salvezza. Peraltro, dopo aver visto l'esplosione di rabbia di Ciullo nel video su blunote, deduco che la barca sta affondando velocemente ed il duo si è defilato, lasciando che lo scuascio si compia. Spero di sbagliare, ma credo che le sensazioni siano proprio quelle.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 19:51



mimmo-dolente


1993: scusa leggo solo ora, comprenderai che sono giorni di festa (io tra l'altro sono un fuorisede e devo dedicarmi un po' di più la famiglia quando sto a Taranto, motivo per il quale non potrò raccogliere il gentile invito ad andarlo a trovare fuori dalla curva di Romano). Allora, deve essere chiaro che abbiamo SEMPRE cercato di intervenire a favore dei prezzi popolari. Per quello che mi riguarda, come tifoso, vorrei i prezzi più bassi possibili, convenzioni per le famiglie, per i disoccupati, per i ragazzi, per le donne. A volte troviamo una dirigenza che ci ascolta, altre volte no, spesso si raggiunge un compromesso. Molte volte, diventa anche difficile contemperare le necessità di bilancio con quella, appunto, di prezzi popolari. I prezzi di Taranto-Reggina, che alcuni adesso richiamano sbandierandoceli davanti, derivano da una NOSTRA proposta al Taranto, accolta prontamente dalla presidenza a onor del vero, come da comunicato congiunto. Nelle ultime sfide non è stato possibile fare altrettanto. Vi faccio notare comunque che: 1) i prezzi non possono essere abbassati sempre per rispetto degli abbonati che hanno creduto di sostenere da subito il Taranto; 2) l'idea per cui il tifoso paga a seconda di come va la squadra, e pretende di assistere a uno spettacolo perché paga il biglietto, è deleteria. Nella mia visione e in quella della Fondazione, il calcio deve essere sempre di più dei tifosi, e il biglietto che si paga serve solo a sostenere il club, COMUNQUE vada; 3) il supporters trust NON nasce per fare da sindacato del tifo e chiedere prezzi più bassi, per quanto poi ovviamente cerca di accontentare come può tutte le richieste di tutti; 4) parlo agli associati della fondazione convinti del suo ruolo: tenere gli equilibri nei rapporti con la proprietà di turno, sin dall'inizio, è la sfida più difficile che ci stiamo trovando ad affrontare. Abbiamo sempre deciso, di volta in volta, molto cautamente, se attaccare frontalmente con un comunicato, se provare a parlarci in privato, se soprassedere su cose che magari sono poche importanti, se rompere i rapporti quando la situazione si fa troppo complicata. Proviamo a fare del nostro meglio, ma onestamente non è sempre chiara qual è la via migliore da scegliere, anche e soprattutto da un punto di vista strategico. 5) siamo coscienti che la comunicazione a volte è mancata, e ve ne chiedo scusa. Continuiamo a cercare di fare del nostro meglio. Infine, voglio sottolineare come, 40 giorni fa con la squadra fuori dalla zona playout, le critiche erano molto ma molto meno dure, anche se evidentemente il lavoro del direttivo NON c'entra affatto con l'andamento del momento della squadra sul campo.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 19:39



Assimepacce


@rossoblu82: Di pancia io lo farei. Poi però mi fermo a pensare se farlo in questo momento sarebbe producente o meno. E mi vengono tanti dubbi.

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 19:37



SEBAREDBLUE


Hanno ragione tutti quelli che invocano un comunicato ufficiale non solo della Fondazione ma soprattutto della società. In questo momento è loro DOVERE incoraggiare, invitare la gente a tifare per non mollare di un centimetro al pari delle nostre antagoniste. Così come il duo ha ritenuto di difendere il proprio operato dinanzi a vari detrattori (Galigani, Pedulla', TMW lega pro e da ultimo Gravina) reputo obbligatorio comunicare nel momento più drammatico della stagione che se è vero che la società non è in vendita le cose non sono cambiate dopo Monopoli e che si va avanti senza mollare e con intatte speranze. Questo segnale sarebbe importante per continuare a crederci tutti quanti. D'altronde lo fanno a Melfi che è un paesino di 18 mila anime dove hanno fatto appello per presenziare domenica prossima allo stadio contro di noi, non vedo perché una dirigenza che ha pure avuto l'ardire di non comunicare per tutta la stagione l'ammontare degli incassi per partita, gli introiti per i giovani calciatori e le entrate di Sportube nel silenzio della Fondazione, ora trovi ritrosia a comunicare con i fruitori dei loro sforzi imprenditoriali. È loro dovere combattere fino alla fine, restando in silenzio non ci lamentiamo se anche gli abbonati tagliano il loro tesserino in segno di protesta! SFT

Scritto il 17 Aprile 2017 ore 19:33