Go to Top

Guestbook

Aggiorna guestbook       Registrati

Effettua il login per poter scrivere

Registrati



danymetal


e pensare che oggi magnaghi avrebbe fatto la sua prima tripletta col taranto... mo al francavilla l'attocc. spero di avere i money per andare a vedere la partita

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 14:07



Franco_dal_Brasile


Redblue_passion ti quoto al 100%. Basta vittimismo, e' ora di far fronte comune e tirar fuori gli attributi. Chi rema contro va relegato a parte. Quann s scherz s scherz ma mo basta. Avete opinioni diverse? non vi piace il duo? non vi piace il Ds? non siete obbligati a stare qui. Seguite le milanesi o la juve, datevi all'ippica o alla formula 1. Vedete? la ferrari ha iniziato bene, dissertate su quello. Qualcuno si risentira' forse, no m n futt nind. Forse non avete capito che l'AZ Picerno o la Gebilson (con tutto il rispetto) ci stanno aspettando a braccia aperte. Dobbiamo fare fronte comune per salvare la categoria!!!! Una volta fatto questo possiamo parlare dalla mattina alla sera di duo, di DS ecc. Per favore qualcuno non se ne esca con la solita frase "...adesso non si puo piu' avere un parere contrario..." ecc.ecc. Vogliamo unirci una volta tanto e non lasciare sola la societa'?

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 13:53



nonnoluigi


dopo questi 2 giorni di riposo....inizia il rush finale...meglio in italiano ...come nel ciclismo ...volata finale...nelle 7 partite di aprile ci giochiamo tutto...in un finale molto intenso..giochiamo 2 mercoledì...e speriamo e sosteniamo...a proposito di ciclismo e di crescita della nostra città ...chi apre negozi di biciclette a taranto con sacrificio economico e ... e impegno fisico e morale...i delinquenti gli bruciato il negozio tutto con le biciclette dentro...la bicicletta e il simbolo della libertà ... fresco simbolo di libertà...da un amante della bicicletta da quando bambino sedevo sul seggiolino guidato da mio padre...maledico i cattivi che bruciano simboli di libertà...

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 12:50



nonnoluigi


rientrata ,anche,la perplessità de lù tore ...anche lui sbandato da tanta arroganza...e dietro giusto consiglio del decano ulivieri ...la squadra tutta si deve ricompattare quanto prima..dopo questi 2 giorni di riposo...sperando che qualcun altro non torni con la decisione di lasciare la città dei due mari dopo consultazione in famiglia...sono ragazzi e vanno capiti...e il rischio è reale...chi tornerà convinto di indossare la maglia rossoblu sarà considerato per tutti un uomo ...che avrà preso la giusta decisione che compete ad un professionista del ramo...degli altri decisi al contrario ce ne faremo una ragione...siamo abituati ai fuggitivi...la nostra storia lo certifica...

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 12:36



Redblue_passion


A quest'ora, secondo la normalità, ci si doveva muovere, con la passione di sempre, in direzione del tempio della nostra passione che ci unisce e ci aggrega, anche e soprattutto come comunità, visto e considerato che a Taranto si è divisi su tutto ma l'unico filo conduttore a prescindere da età, status sociale, professione ECC... è proprio il Taranto Calcio! Invece, nulla, questa domenica passerà con un vuoto incredibile anche perché le altre squadre giocheranno regolarmente. E il tutto grazie a 20/30 bestie che nulla hanno a che fare con una società civile. È chiedere troppo che lor signori non abbiano più nulla a che spartire col calcio a Taranto? Vogliamo ricordarci di di Real Marcianise-Taranto? O è sufficiente? La [non consentita] buttata in questi giorni sulla nostra cara città è stata incalcolabile (tra l'altro pure la trasmissione di Nemo Rai 2 andata in onda giovedì scorso ci ha ulteriormente affossati). Scrivo questo pensiero solo adesso, perché troppo è stata la rabbia e la frustrazione quando ho appreso la notizia della becera aggressione: per l'ennesima volta, purtroppo, spero vivamente di no, ma probabilmente si giungerà all'ennesimo rottura del giocattolo, che con tanta fatica e abnegazione più di qualcuno cerca di costruire quotidianamente nel deserto e tenendo botta a coccodrilli e arrivisti con interessi personali. Dispiace immensamente vedere la dott.ssa Zelatore commuoversi durante la conferenza stampa dell'altro giorno e questo ne dimostra la genuinità dei sentimenti e la passione e l'abnegazione dell'operato sua e dei suoi collaboratori. DETTO CIÒ HO AVUTO SIN DA SUBITO LA SENSAZIONE E IL GROSSO TIMORE CHE COME AVVENNE PER TARANTO-MASSESE, IL TARANTO, SE NON ALTRO PER UNA QUESTIONE MERAMENTE CRONOLOGICA, RISCHIA ANCHE IN QUESTO CASO DI PAGARE PER TUTTI. ALMENO UNA VOLTA, CERCHIAMO DI FARE FRONTE COMUNE. A margine, so che c'è chi non condividerà il mio pensiero nei vari punti; ebbene, sticazzi: continuate a riempire le vostre vuote vite attaccando quelle poche realtà che in questa città cercano di costruire invece di demolire! Sempre forza Taranto.... contro mari avversi sempre navigheremo!

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 12:30



nonnoluigi


lenotarima.... "Peccato, sara' per la prossima volta 🙁 forse ... " peccato veramente

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 12:26



frengo


Bisogna recuperare panbianchi e de giorgi..magri sarà sempre titolare insieme a som..e contini Non abbiamo alternative sperando che i 3ci ripensino Per me la cosa migliore è fare ritiro e gruppo fuori da Taranto in questo momento

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 12:02



lenotarima


nonno. diverse concause hanno portato alla situazione attuale, i cittadini di taranto sono altro che vittime del sistema che ha riservato al Sud solo condizioni di colonia. Taranto e' Sud all'ennesima potenza!! Al Sud e a Taranto in particolare si e' verificata una sorte di sindrome di stoccolma collettiva, una "dipendenza psicologica verso chi ci ha fatto del male, fino alla totale sottomissione volontaria, instaurando in questo modo una sorta di alleanza e solidarietà tra vittima e carnefice". Nonostante tutto, per tutto quello che e' stato fatto alla citta ed alla sua gente, io vedo movimenti, attivita, persone che mostrano voglia di combattare. Il probema e' che bisognerebbe compattarsi verso il nemico comune e lasciar perdere le diferenze, ma e' difficile, molto difficile e non solo a taranto. Mi dispiace dirlo ma non penso che almeno a breve non ci saranno degli sconvolgimenti positivi e ci ritroveremo ad assere governati da un soggetto espressione di chi fino ad ora ci ha fatto del male. Non mi piacciono granche i 5 stelle ma sarebbero a taranto una novita dirompente? dove sono? dove e' il fronte comune dei verdi ed ambientalisti? dove e' il comitato del liberi e pensanti che ritiene di poter andare avanti da solo, duri e puri e del tutto ininfluenti? A Taranto c'e' un 20% (che non e' affatto poco) di persone pronte a mettersi in gioco, pronte a fare una rivoluzione pacifica, ma sono sparpagliate, divise da inezie, se si fosse riusciti a fare fronte comune quel 20% sarebbe stata molto di piu ed avrebbe avuto ottome posibilita di cambiare le cose. Peccato, sara' per la prossima volta 🙁 forse ...

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 11:26



nonnoluigi


dalla fuga di cervelli alla fuga di gambe ...a gambe ...con le gambe...

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 10:46



nonnoluigi


strutturarsi in altre economie...che avrebbe permesso non solo l'arginare della fuga dei cervelli ...ma avrebbe indotto anche il ritorno...occupazione di tipo intellettuale..chiaramente categorie di livello ad alto reddito...maggiore attività intellettuali...portare la città odierna dalla terza serie della manovalanza dell'acciaio con calma in serie superiori a professioni diversificate ..con calma ...da meno braccia a più cervello ...ma si doveva iniziare il processo di "trasformazione"...si doveva iniziare...tornando alle nostre questioni di sport ...anche quello che riguarda il nostro taranto...con calma ...è iniziato un processo di trasformazione da pochi mesi ...tanti ancora saranno necessari....con calma ..importante è aver iniziato...

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 10:37



AngeloP


Due su tre non tornano di sicuro prepariamoci al 3 4 3

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 10:32



nonnoluigi


alla nostra città è stato negato il periodo post-industriale...taranto ...la bella taranto da città pre-industriale alla taranto città industriale...doveva passare alla terza fase e per mancato coraggio e mancanza di idee e progetti la politica ha ...ha rimandato...e si è deciso di prolungare il periodo di città industriale ..il prossimo "padrone" vuole fare il massimo della produzione che permette l'opificio ilva ...questione che è improponibile a tutti i sani di mente...si doveva procedere al de-industrializzazione prima e alla ristrutturazione industriale poi per portare la città a strutturarsi in altre economie...

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 10:21



vecchiorossoblu


Dobbiamo ripartire e sono certo che gli ultimi episodi avranno come risultato un ricompattamento di tutti i soggetti, società, calciatori e tifoseria. Abbiamo un traguardo fondamentale da raggiungere, dal quale far ripartire la nostra squadra del cuore. La salvezza passa dallo Iacovone. Mi auguro che tutti i calciatori interessati a mente fredda analizzino meglio la situazione. Mi pare che con uno di loro in particolare, sarà difficile ricucire e se ciò non sarà possibile, gli augureremo le migliori fortune. SFT

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 10:07



nonnoluigi


l'intervista a cosimo argentina ho avuto modo di vederla martedi sulla nostra tv...l'unica tv ormai rimasta a disposizione della città...giornali niente...e anche questo deve far pensare alla decadenza della nostra città ...decadenza che personalmente credo fisiologica a tutte le città industrializzate del pianeta gaia...ancora di più per la nostra città inventata in una generazione città (mega) industriale e in una generazione finita la spinta propulsiva...in un arco di tempo fertile che non ha creato alternativa ...non solo alternativa diversamente industriale ...ma anche alternative sul mare adiacente..e nella cultura...siamo in italia la città ,unica, con 200.000 abitanti senza università locale...negli ultimi 50 anni abbiamo imparato ,spero bene,a produrre ferro e acciaio ...ma pochissime idee pensieri prospettive....chi ritorna a taranto trova gli stessi problemi che ha portato molti giovani a emigrare...anzi ritrova questioni irrisolte e incancrenite...chi torna solo a svernare la vecchiaia va bene...chi porta dietro famiglia porta i figli ad agonia certa ...la stessa agonia aggravata...lasciata alle spalle quando si è deciso di andare via...

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 10:03



Lambrugo


x SEBAREDBLU. Non ti conosco ma mi hai dato un assist. Sai bene che le fughe dei cervelli, purtroppo, è un tema che riguarda tutti i giovani Italiani, non solo i "nostri". Se invece sei interessato al contrario, cioè i "ritorni" a Taranto ti invito a seguire una mia artigiana intervista a Cosimo Argentina di sabato 18 marzo 2017, in occasione del Tour a Torino che troverai su Youtube (FONDAZIONE A TORINO intorno al minuto 17). Sempre molto intrigante ascoltare il suo pensiero. ---- p.s. Sia chiaro, non siamo giornalisti o intervistatori. La defezione improvvisa di G. Sebastio dovuta alla grave perdita del Papà, invece di deprimerci, al contrario ci ha uniti, facendoci scoprire un "diverso" G. Pavone e di un giovanissimo F. Guarini , ottima riserva di G. Sebastio.

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 09:38



peppone


Grande Ferrari,bravissimo il Nostro Martinese Giovinazzi!

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 08:44



gianlucasostegno


X Alekos: ho scritto "non ho più voglia" é un mio pensiero. È tutta gente che si trova a centinaia di chilometri dalla nostra realtà che non conosce affatto e/o che parla per questioni personali contro taranto ed il Tarantofc. Personalmente non so che farmene delle loro opinioni

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 08:42



SEBAREDBLUE


Una volta un amico Tarantino emigrato per lavoro in Germania mi disse che ormai i migliori cervelli di Taranto, i migliori talenti che la nostra città stava esprimendo o se n'erano già andati o se ne stavano andando tutti e che qui restavano o i disperati senza arte né parte oppure i figli di famiglie facoltose che dovevano continuare le attività avviate dai genitori. Un giorno un politico allora famoso oggi trombato per una nota vicenda di case a Montecarlo donate al suo partito venne a Taranto a dire di non aspettare la manna dal cielo ma di essere noi tarantini gli artefici del nostro destino. Qui sono rimasti a vivere e a lavorare tanti ragazzi in gamba che hanno un compito molto arduo, quasi improbo: rimboccarci le maniche tutti i giorni per fare rinascere la propria città dopo che i presunti migliori cervelli hanno fatto le altrui fortune e oggi non possono dare a noi che siamo rimasti qui quel contributo importante che hanno donato ad altre nazioni ed altre città italiane. Rinasci Taranto, nello sport e in tutti i settori, vogliamoci più bene perché non siamo meno degli altri! SFT

Scritto il 26 Marzo 2017 ore 00:10



peppone


Bravi Gianlú,cosi vi voglio forti e cazzuti,complenti a tutti quelli che lo hanno reso possibile(lo no)mi piacete Molto di Piú quando vi Pavoneggiate 😉

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 23:53



DEMOCRATE


Insomma, tutti hanno detto la propria, abbiamo dato voce pure al Sig. Tommasi che ora potrà tornare nel suo anonimato e occuparsi del suo inutile sindacato. Ora, però, prendiamoci una Domenica di riposo e riflessione, da Lunedì si deve ripartire, abbiamo otto finali da giocare di cui sette solo ad Aprile, abbiamo bisogno di concentrazione e calma. Da Martedì spero di rivedere Maurantonio, Stendardo e Altobello nuovamente in campo ad allenarsi con il resto della squadra. Complimenti alla Fondazione e a tutti i tifosi che hanno reso possibile l'acquisto di un pulmino per il settore giovanile, questa è la Taranto che ci piace, purtroppo però, questa notizia non verrà riportata da nessun giornale e non ci saranno i complimenti di nessun presidente di associazioni, Leghe e chi più ne ha più ne metta. Sempre Forza Taranto.

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 20:33



Tonino_Palese


Il pulmino è stato un grosso risultato frutto di tanta passione, dedizione e sacrificio. Ora c'è. I nostri ragazzi adesso hanno un mezzo in più per gli spostamenti.

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 20:33



Alekos


Un plauso alla Fondazione, ennesimo bel risultato in un momento di straordinaria difficoltà. GIanluca scusa, ma la tua considerazione sulla mancanza di voglia di andare dietro a questi fenomeni (anche io ho stimoli diversi) è da tifoso o da Presidente? In altre parole, rappresenta il tuo pensiero personale o è il pensiero condiviso? Ciao e grazie

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 20:22



Multijet_360


TOMMASI.. avresti fatto una figura da gran sig. ma evidentemente non lo sei affatto. Dopo gli squallidi accostamenti fatti tra gli eventi tragici di Londra per terrorismo, ed un branco di delinquenti di strada a Taranto, ha dimostrato di essere un personaggio piccolo piccolo..

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 20:13



nonnoluigi


e Quidde gravina...

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 20:09



nonnoluigi


e Quidde pedulla...

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 20:08



nonnoluigi


e Quidde tommasi ...

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 20:07



nonnoluigi


Habemus quadrigarumque (abbiamo il pulmino) ...

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 20:05



gianlucasostegno


Non ho più voglia di andare appresso ai Tommasi, ai Pedullà o coccodrilli e nullità varie. Abbiamo una salvezza da conquistare...abbiamo bisogno di tranquillità e normalità. Peppone hai visto ? In questo marasma siamo andati avanti ed abbiamo acquistato un pulmino per il settore giovanile che agevolerá gli spostamenti. 🙂

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 19:33



LuxTarentum


Tommasi, vergognati e chiedici scusa! Miserabile!

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 19:13



danymetal


Un posto lo dovevano trovare a tommasi,visto che non è in grado neanche di raccogliere i pomodori,il brutto che determinati personaggi col calcio e grazie alle società come il tatanto ci mangiano,adesso hanno anche un po di visibilità per gli episodi successi e ingigantiti. Questo raccomandato non sa manco dove si yrova taranto ma la colpa non è solo sua ma anche di chi si elegge a vittima di aggressioni con coltelli mazze bombe a mano e trick e track. ma ndatevela a pigliar... forza taranto

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 16:56



Romanzini


Egregio sig. tommasi (volutamente in piccolo) sappia che ha offeso pesantemente il sottoscritto e i miei figli con i quali ho la gioia di condividere la passione per il Taranto calcio. Noi non siamo una tifoseria isis e non siamo assolutamente rappresentati da trenta delinquenti. Piuttosto si vergogni lei di far giocare in serie A gente come Masiello che ha combinato porcherie incredibili e gioca ancora. La sua categoria non prende posizione su quelle porcherie? Giu le mani dal Taranto!!!

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 16:54



vin61


Sig. Tommasi di sta m.inchia quando i tuoi amici romani hanno accoltellato a morte il povero Esposito dov'eri ma soprattutto non ricordo analoga presa di posizione, ciarlatano fallito

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 16:06



peppone


A proposito di Orgoglio Tarantino,Antonio Giovinazzi,finalmente dopo molti anni porta un pilota in formula 1,lui Martinese ed io come buon Tarantino Amo tutta la mia provincia!!

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 15:57



E_D


Ma Tommasi che tipo di droga usa per creare un parallelismo tra i 4 morti di Londra con le quattro sberle e due uova lanciate al campo B di Taranto? Questo soggetto dovrebbe rappresentare i calciatori italiani, pensate in che mano è il pallone nostrano

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 14:53



Franco_dal_Brasile


Nel frattempo oggi circa 200 ultras del Cagliari sono giunti a Sassari ed hanno fatto un casino, con gente finita all'ospedale. Sig. tommasi, sig. Galigani, sig. Pedulla', sig. Gravina dove siete???? O dobbiamo scrivere solo dell'Isis-Taranto?

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 14:51



faber


Visto che del signor tommasi (volutamente minuscolo) avete detto tutto... vorrei farvi notare anche come il tarantino? carrieri scrive sulla pagina nazionale della gazzetta dello sport nel titoletto: "grottesca difesa del club: 《altrove si vede di peggio》"... quando si dice remiamo dalla stessa parte!!!

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 14:35



albiuser


Aggiusto il tiro, la mia era solo una provocazione, non potrei mai vergognarmi di essere Tarantino ma in compenso mi vergogno di qualche tarantino, in questo caso una trentina di scoppiati

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 13:42



johnpetrucci


Vieni a Taranto tommasi, vieni e risolvila tu la situazione. Fenomeno

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 13:40



johnpetrucci


Esatto, punizioni certe. Pena certa. Senza attaccare tutta una piazza e una tifoseria, che seppur lunatica e umorale, non ha nulla a che vedere con quei trenta fenomeni incappucciati. Che poi abbiano uscito coltelli e mazze lo deve stabilire chi di competenza, e a me me ne frega alquanto. L'importante è che questi soggetti vengano isolati e non si strumentalizzi l'episodio andando a dire in giro che facciamo schifo e che siamo alla stregua dell'isis. Io sono con la città di Taranto, con i Tarantini e con la società, che nonostante gli innumerevoli errori, ha fatto e fa sforzi enormi e non credo ci abbiano guadagnato nulla. Andiamo avanti con chi ama questi colori, con chi ci mette la faccia e non rilascia interviste facendo il santo (nonostante il silenzio stampa). Fuori dalle palle! Il Taranto a chi lo ama.

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 13:33



Franco_dal_Brasile


Io riporto invece le dichiarazioni del fenomeno Tommasi:________ «Mentre a Londra seminavano morte e terrore nelle vicinanze del parlamento inglese a Taranto un gruppo di teppisti incappucciati aggrediva la squadra impegnata nella seduta di allenamento. Non vorrei assolutamente confondere la gravità dei due eventi, ma noto come in entrambi i casi c’era un coltello. Qui non si scherza… A Londra è scattata la massima allerta. A Taranto, in Italia, saremo capaci di far scattare le misure di sicurezza adeguate? Basterà non giocare a Taranto per qualche settimana? (la partita con laPaganese si recupera il 19 aprile, ndc). Basterà denunciare, indignarsi, “daspare” o arrestare? Senz’altro bisognerà fare qualcosa tutti insieme perché nell’uno e nell’altro caso il coltello dalla parte del manico, in tutti i sensi, ce l’hanno loro».----------- Dico, vi rendete conto della pochezza e dell'assurdita' di queste dichiarazioni rispetto anche a quelle piu' sensate di un DS qualsiasi (Ferrigno)

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 13:27



Tonino_Palese


Riporto le dichiarazioni del DS della Paganese, Ferrigno. "L’episodio di Taranto ha fatto slittare la gara proprio con la Paganese. Questa decisione comporterà qualche problema per voi? ”Stavamo e stiamo bene, quando si va incontro alle soste c’è un filo che si allunga. Questo non cambia nulla, ne approfittiamo per riposare, ma non condivido la scelta di bloccare la partita per un atto di alcuni teppisti, è come se gliel’avessimo data vinta. Taranto è una città splendida, con una società forte ed un pubblico caloroso. Ogni giocatore, ogni allenatore vorrebbe andare a Taranto per il calore dei tifosi. Io non prenderei di mira Taranto o Catanzaro, questi episodi accadono dovunque ed in ogni categoria. Ci vorrebbero [non consentita] esemplari come accade in Inghilterra”. Dichiarazioni che condivido in pieno.

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 13:18



alf


Tommasi é un diversamente inteligente ma questo accanimento era prevedibile , noi non siamo Roma dove si assaltano le caserme si accoltella e non succede nulla , o la Juve dove addirittura la FIGC scende in campo per difendere la juve contro l'antimafia ... noi siamo solo il Taranto .. ho perfino temuto che ci facessero fare la fine della Nocerina ..

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 13:10



Franco_dal_Brasile


Io sono uno di quelli che difende oltre ai calciatori, anche la societa'. Si perche la societa', in questa storia e' anch'essa parte lesa. Avete visto come i soliti noti si siano buttati a capofitto in questa vicenda per destabilizzare l'ambiente. Il Cocco & Co. ci sono andati giu pesante, strumentalizzando l'accaduto per i loro scopi puramente personali. E' stato detto che il comunicato della societa' , all'indomani della sconfitta contro il Messina, e' stata la causa scatenante. Avranno ragione o torto? chi lo sa.... nel frattempo resto in attesa della ferma condanna da parte del Sig. Gravina, del Sig. Galigani, del Sig, Pedulla' ecc., alle dichiarazioni rilasciate oggi dal Sig. Tommasi il quale ci paragona, senza mezzi termini, all' Isis. Se si deve usare lo stesso peso e le stesse misure nel giudicare i comunicati, mi aspetto dichiarazioni tempestive, cosi' come lo sono state nei confronti del comunicato della societa'. Credete che arriveranno? chi scommette con me?

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 13:05



Andrea_Gullotta


concordo pienamente con vecchiorossoblu e Alekos e soprattutto mi auguro che a breve si sappia di più dalla digos riguardo ai responsabili e soprattutto agli eventi, perché ci aiuteranno a capire meglio chi ha ragione nelle versioni diverse. In ogni caso l'accostamento tifosi del Taranto-Isis è un qualcosa di allucinante che merita una risposta immediata

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 13:01



Alekos


Vecchiorossoblu ha perfettamente ragione. Questi signori, nella irrefrenabile voglia di avere visibilità dicendo la loro e per proteggere il loro sistema dalla incapacità di gestione dello stesso, si lanciano in diffamazioni in piena regola. Non si venga a dire che per problemi ben più gravi i tarantini non hanno preso posizione perché c'è un comune denominatore in tutto quello che accade a Taranto, cioè la volontà di impedire che essa porti a termine un qualsiasi processo di cambiamento. E dunque i trenta delinquenti (che devono necessariamente essere assicurati alla giustizia e condannati per il loro grave atto) diventano pretesto per portare avanti questo disegno. Si impone una presa di posizione, io credo che la Società debba essere affiancata dalla collettività in qualsiasi azione decida di intraprendere nei confronti dei responsabili dell'atto e nei confronti di coloro che approfittano della situazione. Io sono disposto a metterci il mio nome e cognome direttamente e senza intermediari anche se il richiamo da parte di Vecchio a chi dovrebbe rappresentarci è quanto mai opportuno.

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 12:38



vecchiorossoblu


Gentilissima REDAZIONE, leggere questa mattina che il signor Tommasi ci paragona all isis è aberrante, un offesa ai tifosi e alla città tutta. Mi auguro e auspico che la Fondazione, a nome di tutti, risponda tramite canali informatici e testate giornalistiche a questa infamante affermazione. Come tifoso e cittadino di Taranto mi sento colpito nei principi della parte sana di una realt meridionale che ha dato lustro sportivo e culturale al nostro paese.grazie

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 12:20



DANNY72


Una domanda...da quanto leggo....mi viene da porvela...MA LE MAZZATE LE HA PRESE la presidentissima....o i giocatori??? Fossi io in paolucci....de giorgi...ed altri...me la comincerei a fare sta domanda.....Ma poi grazie di cosa...non capisco? per il ripescaggio? Ma sono sicuro che tutti quelli che stanno lasciando post di amore....e fratellanza nei confronti della presidentessa...sono tutti abbonati? vero....? o solo adesso vi sta mancando il terreno sotto i piedi? Ma quello che stiamo passando noi tifosi....e dello skifo visto quest'anno....a nessuno proprio interessa? allora lo faccio io GRAZIE TIFOSO TARANTINO perchè stai sopportando tutto e tutti...e nonostante tutto...il tuo cuore resta di due colori...si i due più belli al mondo il rosso e blu. Ti prego TIFOSO TARANTINO non mollare....non darla vinta a questa gente che sino ad oggi ti ha amoreggiato....prima....offeso dopo....e, in alcuni casi, anche tradito....No TIFOSO TARANTINO non darla vinta a questa gente...grazie anche ai quali....per l'ennesima volta e senza colpa sei balzato all'onore della cronaca nera in tutta Italia....Non darla vinta....mai perchè la cosa più pura di questa squadra di calcio sei tu....il TIFOSO TARANTINO....

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 11:51



blubba


ho letto anche io le dichiarazioni di Tommasi e mi sembra chiaro che qua noi si debba pagare per tutti.Se ancora nn si fosse capito è il momento di serrare i ranghi e difendere taranto.il taranto e i tifosi tarantini quelli veri. Il primo passo sarebbe che la citta e la società si cotistuissero parte civile contro i 30 coiones per aver leso la nostra immagine a livello nazionale.In caso di retrocessione questi cacceranno fino all'ultimo centesimo i soldi investiti dalla soxietà cominciamo ad agire basta incertezze , comunicati strampalti dai dubbi significati e conferenza come quella di ieri che ci hanno reso ancora piu ridicoli

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 11:33



giuseppe63


Renzo Ulivieri, presidente dell'AssoAllenatori, ha parlato ai microfoni di TMW Radio dell'aggressione ai giocatori del Taranto avvenuta nei giorni scorsi: "E' violenza allo stato puro. Poi bisogna capire chi sono i mandanti, che andrebbero scoperti e perseguiti assieme a chi è il 'braccio'. Ho parlato col tecnico del Taranto e gli ho detto che deve rimanere al suo posto perché al tecnico spetta il coraggio. Deve stare dalla parte dei suoi giocatori, è un capitano che non può abbandonare la nave nel momento di difficoltà. In nessun tipo di lavoro ti possono interrompere e vietarti di svolgere il tuo compito. Neanche all'epoca dei grandi scioperi. Nel nostro mondo questo succede ma io difendo il mio diritto di lavorare, anche con la forza. Avrei diritto di non essere offeso mentre svolgo il mio lavoro ma glielo lasciavo fare per non dare loro soddisfazione e risonanza".

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 11:07



Gil


Mirko, condivido in pieno i tuoi post e aggiungo a questo che, stamattina leggendo sulla stampa sportiva nazionale, le parole del sig Tommasi (che dovrebbe rappresentare i calciatori e non la giustizia in terra), quando paragona i fatti di Taranto all'attacco terroristico di Londra (ma ci rendiamo conto???), ho avuto l'ennesima conferma di cosa significhi PERPETRARE VIOLENZA ATTRAVERSO LA (DIS)INFORMAZIONE. La diffamazione nei confronti della società Taranto Fc, della città di Taranto e dei tarantini è aberrante. Naturalmente mi aspetto un commento del sig. Gravina sulle abominevoli parole del sig Tommasi, un pò come ha fatto quando si è espresso negativamente sul comunicato del Taranto Fc. Questi diffamatori andrebbero fermati, necessiterebbe una risposta da parte delle istituzioni (ma poi mi chiedo quali istituzioni?). Dobbiamo civilmente difenderci da soli, utilizzando tutti i mezzi necessari, magari gli stessi mezzi che sparano fango su tutti noi (stampa e tv). Necessita una risposta perentoria subito!

Scritto il 25 Marzo 2017 ore 11:05