Go to Top

Guestbook

Aggiorna guestbook       Registrati

Effettua il login per poter scrivere

Registrati



auer


Andrea, non so. Intanto c'è responsabilità. Se fosse stato un tesserato sarebbe diretta, se fossero stati tifosi sarebbe oggettiva, siccome è uno steward non lo so, non esistono precedenti. Comunque sconfitta a tavolino e punti di penalizzazione possono arrivare in entrambi i casi. Nel caso di 5 punti di penalizzazione al Giugliano, per esempio, la responsabilità era oggettiva perchè erano stati i tifosi a colpire i giocatori del Volla. Credo che la misura della sanzione, cioè se dare punti di penalità e quanti, dipenderà da quanto grave sarà giudicato l'episodio, ed il giudizio sarà quello del giudice sportivo.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:41



alf


nonnoluigi , durante tutto il primo tempo si é aggirato vicino alle panchine , poi ha provocato Panarelli alla fine del primo tempo , secondo me per come si é mosso l'organizzatore del fattaccio . .

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:40



nonnoluigi


Nei filmati si vede un personaggio del Picerno in giacca ...con un vestito grigio che si agita dal fischio finale del primo tempo per tutto il percorso agli spogliatoi ...chi è costui ?

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:36



nonnoluigi


Mimmo ...vero ....questo [non consentita] ...e se invece della cazzottiera si portava dietro una pistola o anche un coltello ? Faceva una stage ?

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:33



Andrea_Gullotta


1993 non sapevo, grazie

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:27



Colosseum


Qualcosa si dovrebbe sapere stasera. Su quale sito seguire in tempo reale?

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:24



Mimmo


Il reato commesso è il 582 cp con l'aggravante del 585...commesso da un soggetto incaricato al momento di svolgere un ruolo di sicurezza...la premeditazione c'è anche, in quanto a che pro ti porti allo stadio un tirapugni?!? Cosa credeva che arrivassero i vikinghi?!? Per quanto mi riguarda: 0-3 a tavolino! Togliere quanti più punti possibile!

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:23



Andrea_Gullotta


antonio, quindi responsabilità diretta o sbaglio?

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:22



Andrea_Gullotta


nonno hai detto bene, di solito. Quando hanno aggredito Stendardo & co. erano tutti contro di noi, con quel signora a definirci pure uguali all'Isis. Qua non è vittimismo, qua è diventata una cosa lampante

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:21



nonnoluigi


Quello che preoccupa maggiormente sono la mancanza di comunicati di sdegno o di condanna da parte delle istituzioni del calcio ...tutte ... di solito fanno branco come lupi famelici ....azzannano l'evento ....schiumano demagogia ...hanno rabbia di giustizia sommaria ....😎

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:19



auer


Obblighi delle società sportive organizzatrici di competizioni calcistiche e requisiti del personale. 1. Le società organizzatrici delle competizioni sportive di cui all’art. 1 sono responsabili dei servizi finalizzati al controllo dei titoli di accesso, all’instradamento degli spettatori ed alla verifica del rispetto del regolamento d’uso dell’impianto, attraverso propri addetti, di seguito denominati "steward", assicurandone la direzione ed il controllo da parte del responsabile per il mantenimento della sicurezza degli impianti sportivi, a norma degli articoli 19 e seguenti del decreto del Ministro dell’interno del 18 marzo 1996, come successivamente modificato ed integrato, di seguito denominato "delegato per la sicurezza". (DECRETO 8 Agosto 2007 Organizzazione e servizio degli "steward" negli impianti sportivi)

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:10



nonnoluigi


😁😁😁😁 Elco51 ...capita 😂😂

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:07



Elco51


X Nonno Luigi : la cassettiera ce l’ho pure io non solo i pregiudicati. Però la uso per i calzini e le mutande.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:03



nonnoluigi


Il Picerno sarà di sicuro responsabile per avere contrattualizzato un delinquente armato ....da tutore della sicurezza della società ospitante ....uno squilibrato che ha offeso alle spalle dei calciatori che rientravano nello spogliatoio ..... tutta la simpatia per l'impresa di una piccola comunità...di un campionato straordinario ....nella buona fede ....nella sincerità di una comunità.....il Picerno va sanzionato in maniera decisa ...senza alibi ......con una penalizzazione esemplare che sia anche di portata tale decisiva a non vincere il campionato di quarta serie del girone ....e la mancata promozione in terza serie .....

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:01



SEBAREDBLUE


Nonnoluigi: voglio ricordare che Bova ed anche la Società hanno scritto di due aggressori, non solo del pelato che ha "sbroccato" dopo aver provocato Favetta che girandosi gli ha detto: "ma che vuoi?". Ecco la premeditazione, la provocazione verbale prima con il tira pugni già indossato in mano. Benedica! Vi pare nulla? Il tutto mentre anche Manzo veniva duramente colpito da altro addetto anch'egli munito di altro tira pugni in ferro! Ci vogliono almeno 5 gare in campo neutro e a porte chiuse, gara persa a tavolino e sanzione. Parliamo di reato doloso aggravato dai futili motivi

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 18:00



1993


Andrea_Gullotta, l'articolo è a firma di un tarantino. Altrimenti stavamo bene ad aspettare versioni veritiere.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 17:59



Andrea_Gullotta


fortunatamente nonostante le menzogne in arrivo da Picerno c'è chi scrive le cose come stanno: "SERIE D, AGGRESSIONE DURANTE PICERNO-TARANTO: LA REALTÀ DEI FATTI 2019-04-19 16:38:54 Pubblicato il 19 aprile 2019 alle 16:38:54 Categoria: Serie D Autore: Redazione Datasport Ha dell'incredibile quanto avvenuto al "Curcio" di Picerno nell'intervallo del sentito match tra la squadra locale ed il Taranto. Al rientro delle due formazioni negli spogliatoi uno steward ha colpito senza alcun motivo tre calciatori ospiti, nello specifico Stefano Manzo, Ciro Favetta ed Antonio Croce, con un tirapugni. I tre calciatori sono stati prontamente condotti all'ospedale più vicino a causa delle ferite, ampiamente visibili, inferte dall'aggressore. Oltre al danno per il sodalizio ionico si aggiunge la beffa dell'espulsione ai danni di Croce che, secondo il sig. Del Rio, avrebbe aggredito il calciatore picernese Simone D'Alessandro innescando la rissa. Teoria che viene prontamente smentita dalle inquadrature delle tv locali tarantine che non lasciano spazio all'immaginazione, dimostrando che il calciatore lucano in questione al momento del fattaccio era molto distante dall'attaccante tarantino sanzionato. Scene che fanno male allo sport e che sono state giustamente messe in risalto da giornali ed emittenti nazionali. Il dg tarantino Montella ha annunciato di voler presentare ricorso, oltre a sporgere regolare denuncia per questo violento e gratuito attacco ai propri tesserati, mentre il sindaco del capoluogo ionico in mattinata ha chiesto giustizia agli enti preposti. Articolo a cura di Gabriele Campa"

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 17:51



Colosseum


Ma Salvini lo sa? Mi pare particolarmente sensibile alle vicende calcistiche con episodi di violenza annesse

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 17:49



nonnoluigi


L'addetto alla sicurezza in luogo pubblico era armato ....ed è imputabile di aggressione ......non credo si possa dare un epilogo a tarallucci e vino ...due dei calciatori sono stati aggrediti da dietro ....alle spalle da un vigliacco armato ....il terzo croce sullo zigomo perché ha fronteggiato il delinquente ....se era conscio che era armato di "cazzottiera" il nostro croce ha avuto coraggio ....ne va dato merito ....al contrario si deve dare un esempio per il futuro con provvedimenti severi ....n.b. la cassettiera è arma particolare per la sola offesa ...non arma utilizzata per la difesa ...quindi usata da pregiudicati ....

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 17:44



GX4


Multijet_360: Il Picerno farebbe il ricorso solo a fronte di punti di penalizzazione, ma non credo in caso di vittoria a tavolino del Taranto (ininfluente ai fini della loro (ahimè!!) promozione) e in caso di una forte ammenda: tanto lo "zio d'America" non ha problemi di questo tipo!

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 17:43



Multijet_360


Ammesso anche il giudice sportivo sia estremamente equilibrato nelle sue decisioni punendo severamente il Picerno, la società Lucana impugna tale sentenza (lo zietto ha soldi da buttare a josa) facendo il ricorso, poi ovviamente sappiamo bene che finisce a tarallucci e vino.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 17:31



nino72


C'è un ulteriore versione del picerno sulla vicenda...iniziano a cacarsi sotto

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 17:29



zannoni78


Abbiamo trovato come passare il tempo fino alla fine del campionato. Almeno abbiamo qualcosa di cui parlare.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 17:26



auer


Per il reato di lesioni non gravi occorre una denuncia querela da parte della persona offesa, altrimenti non c'è processo. Poi ci sarebbe il reato di porto abusivo d'armi (il tirapugni è un arma a tutti gli effetti), per il quale può scattare la denuncia a piede libero anche da parte dei carabinieri, a piede libero in quanto nei confronti del presunto autore del reato non vengono disposte misure restrittive della libertà personale prima della celebrazione del processo. Se anche mastro lindo avesse il porto d'armi, non credo possa essere giustificato il suo possesso in occasione di un servizio d'ordine allo stadio come steward. Se hanno inguaiato lo steward di Torre del Greco per un magnatv o cazz, a questo andrà molto peggio. Ma a noi interessa anche e soprattutto che paghi e paghi salato la società del Picerno.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 17:21



GX4


La Società del Picerno è comunque responsabile degli eventi accaduti anche se non commessi direttamente da propri tesserati. Gli addetti alla sicurezza infatti sono delle persone assoldate dalla Società e delle quali sono quindi responsabili: Per colpa loro, infatti, il Taranto non ha potuto continuare la gara nel secondo tempo, con tutti i propri effettivi in una gara importantissima per entrambe le squadre, anche se per diversi obiettivi. Quindi dal mio punto di vista, il Giudice Sportivo non dovrebbe avere alcun dubbio a punire severamente il Picerno, visto che a supporto ci sono i video e immagini che parlano chiaro. E non dico nulla delle minacce, sputi e insulti ricevuti dai giocatori davanti al nostro pullman. Insomma un clima di intimidazione completo e insospettabile per un paesino di gente che credevamo tanto per bene. Un applauso sincero per la maturità sportiva dimostrata dai nostri tifosi (tra cui mio figlio) al seguito della squadra. Bravi tutti e 151!!

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 16:59



alf


Ma la denuncia non scatta in automatico quando si va in ospedale ? e una volta fermato non si portano neanche in questura , si lasciano liberi in modo che possano continuare ad aggredire ? mah

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 16:51



SEBAREDBLUE


Mi aspetto sconfitta a tavolino, punti di penalizzazione e almeno 4 gare a porte chiuse in danno del Picerno. Il comunicato stampa del Picerno diramato oggi dimostra che si stanno preoccupando non poco della prossima decisione del Giudice Sportivo. Rimarcare a più riprese che nessun tesserato del Picerno si sia reso responsabile di alcunché quasi come se nulla fosse accaduto e' una strategia perdente come quella di un imputato che si dichiara innocente dopo essere stato beccato in flagrante. Il personale che scortava le squadre negli spogliatoi lo ha ingaggiato il Picerno e del l'operato di questi ne risponde oggettivamente la società che se ne avvale per regolare l'ordine e la sicurezza. Se invece di garantire l'incolumità non solo dei giocatori del Picerno addirittura questi aggrediscono la squadra ospitata siamo al colmo e al paradosso! Coloro che pensano ad una sanzione soft contro la società ospitante o sono in mala fede o vivono su Marte. Il committente degli aggressori che non lo fanno per volontariato ma vengono pagati (per fare i violenti!) e' il Picerno che non ha punito questi energumeni di cui si avvale. Spero che l'arbitro Delrio non abbia minimizzato quanto di grave e' accaduto, compresi sputi e insulti a fine gara contro i nostri. Sft

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 16:49



rossoblu82


Il gorilla si becca una denuncia per lesioni e nient altro.. Spero che i diretti interessati abbiano fatto almeno la denuncia..

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 16:34



taras2008


Se il Giudice Sportivo non fa quello che deve, AUTORIZZA indirettamente dalle prossime domeniche in tutti gli stati STEWARD A DOTARSI DI CAZZOTTIERE E PRENDERE A PUGNI I CALCIATORI AVVERSARI, SE CREANO IL PRECEDENTE!!!!!!!!!!! ADESSO PARLA QUESTO ALTRO FENOMENO DEL PICERNO : Vizzino, IN QUESTO PAESE SONO POCHE MA ANCHE C.......NI

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 15:56



Offside


Per le lesioni lievi si procede solo a querela di parte... Quindi o i nostri lo denunciano o resterà identificato e se la vedrà solo la giustizia sportiva.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 15:53



E_D


Quello che è accaduto a Picerno deve convincere la società (se ancora avesse qualche altro dubbio) che bisogna fare il possibile per abbandonare questa categoria fatta di campetti ridicoli e tifoserie di zampognari. In questi oratori travestiti da stadi sono praticamente zona franca e capiterà puntualmente che uno o più ricottari vorranno ritagliarsi la giornata di gloria contro il Taranto, tanto sanno che allo Iacovone calciatori e staff avversarsi sono scortati dall'inizio alla fine e non temono alcuna ritorsione. Siamo veramente stanchi di vedere la nostra maglia infangata da realtà che fino a due anni fa portavano al massimo 30 tifosi al seguito della propria squadra.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 15:47



alf


Carabinieri di Picerno ....

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 15:41



Originalpeppino


Intanto, mi risulta che il signorino, autore del bel gesto di ieri pomeriggio, sia stato solo identificato e, successivamente, rilasciato e dal suo profilo faccia di libro spavaldamente invita chi lo desideri a fargli visita per provare di persona. Non c'è bisogno di aggiungere altro. Ma che volete che sia successo; solo delle escoriazioni al viso e alla testa di 3 calciatori della squadra avversaria curate al nosocomio di Potenza. Non vi è stato nemmeno un calcio nei testicoli. Suvvia, come sono pesanti questi tarantini.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 15:38



rossoblu82


La società del Taranto ha presentato il ricorso d'urgenza avverso i fatti accaduti allo stadio "Curcio" di Picerno tra il primo e secondo tempo della gara AZ Picerno - Taranto. Ricordiamo che tre giocatori rossoblù sono stati aggrediti da personale qualificatosi come addetto alla sicurezza con pugni e cazzottiere. Sulla base delle prove testimoniali e del materiale raccolto dalla società del Presidente Giove, lo staff jonico è ora in attesa del responso, che arriverà nella serata di venerdì (oggi, ndr). Il Taranto spera nell'accoglimento immediato delle proprie istanze e sarà pronto a presentare ricorso in appello in caso negativo. Ricordiamo che gli atti ufficiali della gara non sono ancora pervenuti e quindi non si potrà contare sul referto dell'arbitro Delrio di Reggio Emilia.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 15:29



alf


Si faranno un paio di anni in C grazie alle proroghe che in Italia non si negano mai a nessuno poi il nonno d'America si stancherá ed é anche abbastanza anziano , onestamente non ho mai dubitato della forza del Picerno tranne quel 6-5 contro il fasano dove due ottimi portieri misteriosamente svenivano a ogni tiro , adesso ho tanti dubbi .

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 15:22



E_D


Multijet Si gioca a Potenza. Ma poi? Come la mettiamo con una cancellata che da accesso ad una strada in salita tortuosa che da accesso (si fa per dire) ad un settore dietro una pineta? Che fanno questi, spianano la montagna per renderlo a norma? Quello è un campo che può fare la C come io sono in grado di rimorchiare Angelina Jolie.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 15:05



Multijet_360


E.D. hai dimenticato la pineta dietro la porta (che da noi sarebbe la curva Nord) 🙂 Tanto lo sanno anche i sassi di Matera (giusto per rimanere in Lucania) che il Picerno giocherà l'intero campionato in quel di Potenza a 20km.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 14:46



E_D


Non mi è mai piaciuto il complottismo o la teoria secondo la quale gli altri vincono solo perché rubano, certo che i fatti di ieri gettano un ombra non da poco su una squadra misteriosamente caterpillar in questo campionato ma che nei 180 minuti contro il Taranto (di cui 45 contro la nostra squadra in 10 e priva di quasi tutti i titolari) ha espresso una qualità di gioco peggiore del Gragnano. Poi mi chiedo come possa essere ammesso in terza serie un campo che ha come ingresso un cancello che ricorda quello dell'entrata di una qualsiasi scuola elementare/media dalla quale si accede ad una stradina di montagna che a sua volta accede al settore, dove alle spalle c'è una aperta campagna rinchiusa da una semplice rete metallica. Non cito neanche il settore di casa: l'immagine della gente di Picerno che guardava la partita seduta sull'erba con l'asciugamano la dice lunga.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 14:40



Andrea_Gullotta


tristemente vero, d'altronde basta vedere come "difendono" la popolazione per cose ben più gravi... intanto ricorso depositato

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 14:17



alf


Perché abbiamo parlamentari a Roma ? contiamo zero in tutti i campi ...

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 14:06



Multijet_360


X Andrea Gullotta.. stonn a pensan a l'eolico (quando poi abbiamo Eni e Mittal) insooma una vera città Green!!

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 14:06



Multijet_360


Ma zio Paperone d'America cosa dice, sempre pronto a staccare assegni?

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 14:02



Andrea_Gullotta


Ma in tutto questo la politica tarantina dove c.zzo è? Come si fa a non dire nulla, eccezion fatta per il sindaco? L'assessore allo sport? I parlamentari tarantini? Che silenzio assordante

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 13:52



OnlyTaranto


E' assurdo vedere che da Picerno minimizzano il tutto... se in un campo di calcio non si può essere sicuri neanche degli addetti alla sicurezza che girano armati solo per picchiare gli ospiti, stiamo bene allora... E' un fatto gravissimo

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 13:44



nonnoluigi


questi sono delinquenti armati in luogo pubblico per fare servizio d'ordine...gente pericolosa per la incolumità pubblica ...che diano una punizione esemplare ai responsabili ....diretti e indiretti sulla questione.....

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 13:29



rossoblu82


beh un servizio d'ordine a bordo campo con le cazzottiere mi sembra tutto regolare..o no??

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 13:26



nonnoluigi


qui si scherza poco...lo steward che era in campo era armato...

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 13:25



okkiorossoblu


Sta circolando una foto con un gruppo di persone che ha fatto servizio d'ordine allo stadio, i Black Angels. Uno di questi sembrerebbe assomigliare a quello che si vede nel video. La cosa più importante è che questo servizio d'ordine è della provincia di Salerno... Forse andrebbe informata la polizia.

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 13:19



nonnoluigi


"una giornata di festa" ...pericolosi quando festeggiano...

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 13:19



Andrea_Gullotta


ripeto collusi con la delinquenza perché una società pulita avrebbe cercato di fare chiarezza sull'episodio prendendo le distanze dall'aggressione. questi invece non solo coprono gli aggressori (che peraltro loro stessi hanno assunto come steward) ma addirittura cercano di infangare che è stato aggredito. comportamento veramente indecoroso. lo ripeto: ora mi spiego tutte le squadre che si scansavano, chissà che minacce hanno avuto prima di incontrare il Picerno

Scritto il 19 Aprile 2019 ore 13:11